Scoprire la città, unire in amicizia. Una giornata di divertimento e amicizia: giovani volontari e studenti alla scoperta di Lucca

-

Il Centro Nazionale per il Volontariato ha recentemente organizzato una giornata speciale dedicata ai giovani lucchesi e non solo, in collaborazione con l’Istituto Pertini, il Centro di Provinciale Libertas e molte altre realtà della città. Questo evento, nato da un’idea di due giovani studentesse del Pertini ha visto la realizzazione di una caccia al tesoro alla scoperta di Lucca. Un’iniziativa che ha unito giovani volontari locali e internazionali, minori stranieri non accompagnati e giovani migranti accolti nelle comunità e nelle cooperative di Lucca, operatori del CNV e volontari dell’Associazione Tutori MSNA Toscana e Libertas Lucca, in un giorno di aggregazione e amicizia.

L’Idea e la Pianificazione

L’idea di organizzare una caccia al tesoro è nata dall’entusiasmo e dalla creatività di Grace Diolaiuti e Fahmida Sharmin Iman, due studentesse della 3Bitt, Tecnico Turistico del Pertini. Insieme a Rebecca Tozzetti e Michela Tortelli del progetto GRANDE!, hanno concepito un’attività basata su indizi disseminati per la città e su internet. L’obiettivo principale era quello di far conoscere meglio Lucca ai partecipanti, promuovendo al contempo l’educazione alla cittadinanza.

La pianificazione dell’evento ha richiesto un notevole impegno da parte di tutti i coinvolti. Dopo una pizzata iniziale per fare conoscenza, i partecipanti si sono divisi in squadre e hanno iniziato la caccia al tesoro. Gli indizi li hanno guidati attraverso i tanti angoli suggestivi di Lucca, permettendo loro di esplorare la città in modo divertente e educativo.

La Partecipazione e il Coinvolgimento

L’evento ha visto la partecipazione di una classe prima dell’Istituto Pertini, giovani volontari sia locali che provenienti dall’estero grazie ai Corpi Europei di Solidarietà, minori stranieri non accompagnati e giovani migranti accolti nelle comunità e nelle cooperative di Lucca, insieme con i partecipanti del progetto Imparare ad Imparare. Questa diversità ha arricchito l’esperienza, favorendo l’incontro e la condivisione tra giovani di diverse provenienze e background.

Gli operatori del CNV e i volontari delle organizzazioni partner hanno svolto un ruolo cruciale nell’organizzazione e nella supervisione dell’evento. La loro presenza ha garantito che tutto si svolgesse senza intoppi e che ogni partecipante potesse trarre il massimo beneficio dall’esperienza.

Un Esempio di Inclusione e Solidarietà

L’evento ha rappresentato un esempio riuscito e bellissimo di aggregazione tra giovani, senza distinzione di provenienza. La caccia al tesoro ha offerto ai partecipanti non solo l’opportunità di conoscere meglio Lucca, ma anche di creare legami e amicizie. Questo è stato possibile grazie alla sensibilità e allo sforzo costante dell’Istituto Pertini sui temi dell’inclusione e della solidarietà, e ai progetti come GRANDE e “Imparare ad Imparare – Camminiamo Insieme”.

Il progetto GRANDE, acronimo di Giovani stRanieri Accompagnati Nei percorsi Di InclusionE, rappresenta un modello di intervento integrato che consente ai minori stranieri non accompagnati (MSNA) in procinto di diventare maggiorenni e agli ex-MSNA in prosieguo amministrativo, di affrontare il passaggio dal contesto protetto all’autonomia. Questo progetto mira a completare il percorso educativo e/o formativo dei giovani, facilitando il loro accesso al mondo del lavoro e promuovendo la loro indipendenza economica a beneficio sia loro che del territorio di accoglienza. Il fulcro del progetto è la costruzione partecipata e l’accompagnamento in un Percorso Individuale di Autonomia e Integrazione (PIAI), con il supporto di un Tutore Sociale o Responsabile Designato quale figura di riferimento del giovane.

D’altro canto, il progetto “Imparare ad Imparare – Camminiamo Insieme” è un’iniziativa del Comune di Lucca e dell’associazione di volontariato Itaca, in collaborazione con Libertas, Odissea Cooperativa sociale, AICS comitato Provinciale di Lucca, Fuoricentro Spazio Teatro, Lillero APS e Terra di Tutti. Questo progetto offre agli studenti delle scuole superiori residenti a Lucca l’opportunità di intraprendere un percorso di volontariato e cittadinanza attiva, assumendo il ruolo di tutor per i bambini delle scuole primarie del Comune di Lucca. È un’esperienza formativa che non solo arricchisce i ragazzi coinvolti, ma contribuisce anche a creare una comunità più coesa e solidale.

La Giornata e i Suoi Risultati

La giornata è iniziata con una pizzata che ha permesso ai partecipanti di socializzare e creare un clima di amicizia. Successivamente, le squadre sono partite alla scoperta di Lucca, seguendo gli indizi preparati da Grace, Fahmida e Rebecca. La caccia al tesoro è stata un successo, con i partecipanti che hanno esplorato la città, risolvendo enigmi e scoprendo luoghi nascosti.

Il risultato finale è stato un evento che ha saputo unire divertimento, educazione e solidarietà. I giovani hanno avuto l’opportunità di conoscere meglio la città in cui vivono o che li ospita, di fare nuove amicizie e di sentirsi parte di una comunità più ampia. Questo tipo di attività dimostra come l’educazione alla cittadinanza possa essere realizzata in modo creativo e coinvolgente, contribuendo alla costruzione di una società più inclusiva.

In conclusione, la giornata ha rappresentato un esempio virtuoso di come fare rete tra diverse realtà possa portare a risultati straordinari. L’evento ha dimostrato che l’inclusione e la solidarietà sono valori fondamentali che possono essere promossi attraverso attività ludiche e formative. È un modello che può essere replicato in altre realtà, per favorire l’incontro e la condivisione tra giovani di diverse provenienze e per promuovere una cultura dell’accoglienza e del rispetto reciproco.

Share this article

Recent posts

Popular categories

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recent comments

Bruno on Cima Vallona
Mariacristina Pettorini Betti on IN RICORDO DI GIOIRGIO AMBROSOLI UN ITALIANO
Mariacristina Pettorini Betti on Una camicia di Ghisa