Qui e Ora: il palcoscenico virtuale nato a Lucca per promuovere arte e cultura

-

Qui e Ora è l’ultimo progetto dell’associazione Kaìros, attiva nella promozione culturale e sociale sul territorio lucchese e non solo. L’idea di Kairòs nasce dalla fusione di diverse nature artistiche, con la prerogativa di essere uno spazio sociale di espressione e di manifestazione comunicativa a 360 gradi. Nel dicembre del 2018 Kairòs viene ufficialmente costituita con l’accordo tra i soci fondatori: Federico Pesci, attore (Presidente), Michelangelo Lazzareschi, musicista (segretario) e da Fabio Belgrano, studente di cinema ed aspirante regista. Quel giorno è cominciata una bella storia di sogni, cultura e progetti ambiziosi di cui la nostra città può andar fiera.

Abbiamo inaugurato la nostra attività con l’organizzazione, tra febbraio e marzo 2019, di una rassegna di eventi a Villa Bottini comprendentie esposizioni artistiche fotografiche, pittoriche, scultoree, proiezioni e concerti, collaborando tra gli altri con il Liceo Artistico Musicale “Passaglia” della città di Lucca – spiega BelgranoA maggio dello stesso anno invece ci siamo dedicati alla realizzazione della prima edizione di Lucca48: un festival cinematografico dove i partecipanti sono tenuti a realizzare un cortometraggio in sole 48 ore. Il successo della prima edizione ci ha permesso di creare una sinergia con il Lucca film Festival per l’edizione 2020 che sarebbe dovuta tenersi nel mese di aprile e che invece è slittata in autunno insieme al LFF, a causa del lock down e delle recenti e ben note vicende. Proprio nel periodo di stallo dovuto al abbiamo partorito l’idea della pagina social Qui e Ora. In collaborazione con il comune di Lucca abbiamo così aperto un palcoscenico virtuale, accessibile e fruibile da tutti che ha inaugurato le sue trasmissioni nella giornata del 25 aprile 2020 e che da
allora ha visto esibirsi più di 20 artisti tra comici e musicist
i”.

Un progetto volto al futuro, che abbiamo avuto il piacere di approfondire.

Che cos’è Qui e Ora?
Come anticipato Qui e Ora è il nostro ultimo progetto come associazione. Si tratta di una pagina social nata con lo scopo di permettere la diffusione della propria idea di arte e cultura da parte di artisti e performer di varia natura ed estrazione utilizzando la tecnologia dello streaming: un mezzo in grado di affrontare il disagio del lockdown.

Palcoscenico virtuale e accessibile a tutti: è questo il futuro dell’arte e della cultura?
Sicuramente la rete è un mezzo dalle immense possibilità ed in continua evoluzione, basti pensare banalmente alla fruibilità di film e serie tv tramite essa rispetto a solo 6/7 anni fa. In questo periodo di lock down abbiamo visto poi l’implementazione di questa tecnologia da parte di gallerie d’arte e musei per rendere accessibili le loro sale e i corridoi con visite virtuali, concerti di grandi musicisti tenuti sulle loro pagine facebook o instagram, performance di artisti via streaming ecc.
Indubbiamente ci sono dei cambiamenti in corso, in particolar modo legati all’industria del cinema e della tv e non è facile decifrane gli sviluppi, ma per quanto concerne la nostra attività come associazione noi crediamo ancora fortemente nella natura aggregativa e sociale degli eventi dal vivo.

Dare voce agli artisti durante e post lock down. Un nobile obiettivo che ha subito ottenuto consensi e adesioni. Siete soddisfatti dei risultati raggiunti finora?
Non neghiamo che è stata una sfida complessa dato che abbiamo dovuto approcciarci ad una tecnologia e ad un mondo, quello dei social, che avevamo sempre affrontato solo superficialmente, ma dopo quasi due mesi dal nostro inizio ci riteniamo molto soddisfatti del lavoro svolto. Ci ha
permesso infatti non solo di promuovere la nostra attività e quella degli artisti che hanno partecipato finora, ma anche di costruire contatti e rapporti che vogliamo coltivare e far crescere anche per il futuro post covid. Ricevere poi i complimenti e attestati di stima da artisti come i Neri per Caso è stata un’ulteriore conferma della bontà del nostro lavoro.

L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 sembra in diminuzione e presto potranno riprendere regolarmente anche spettacoli ed eventi. Ma il vostro palcoscenico virtuale continuerà a vivere?
Questo è quello su cui lavoriamo ormai giornalmente da quando è iniziata la fase 2: capire che sviluppo può avere la pagina e in che direzione muoversi, visto il progressivo e speriamo ininterrotto ritorno alla normalità. La nostra intenzione è dunque di proseguire sicuramente il lavoro di Qui e Ora ma stiamo vagliando modalità e forme.

Come si svilupperà il vostro progetto? Scenario, futuri obiettivi e sogni della realtà Qui e Ora.
L’obiettivo resta quello di proseguire con le attività dell’associazione e di tornare quanto prima a poter organizzare eventi live, nel rispetto ovviamente di salute e sicurezza. Quello di cui siamo altrettanto certi poi è che Qui e Ora ha mille possibili nuove declinazioni e starà a noi proseguire l’ottimo lavoro che fino ad adesso abbiamo portato avanti. L’invito dunque è di continuare a seguirci perché, ve lo assicuro, siamo solo all’inizio.

Giacomo Bernardi
Giacomo Bernardi
Direttore de LoSchermo.it e professionista della comunicazione a livello nazionale. Sguardo "dritto e aperto nel futuro", come cantava Pierangelo Bertoli, e sempre pronto a raccontare una nuova storia.

Share this article

Recent posts

Lucca in Azione si presenta: progetti e soluzioni della sezione lucchese del partito di Calenda

Anche nella nostra città si è costituito il gruppo “Lucca in Azione”, sezione lucchese del partito “Azione”di Carlo Calenda. Per conoscerli meglio...

Liste d’attesa: un anno per una mammografia, due per una visita alla tiroide. La storia di Lina

Un anno di attesa per un esame che potrebbe salvarle la vita: è questa la storia di Lina Serafini, una donna lucchese...

Grande successo per Albachiara: due ginnaste lucchesi tre le prime 25 d’Italia

Grande successo per la società lucchese di ginnastica ritmica Albachiara che, lo scorso 17 ottobre, ha piazzato due delle sue ginnaste tra le 25...

Calcio, stop ai tornei provinciali. La rabbia di Fabrizio: “Il virus è ovunque e non fa differenze di livello”

Stop alle competizioni calcistiche provinciali. Secondo il nuovo Dpcm (18 ottobre) infatti, le stesse vengono sospese dalla Terza categoria ai Giovanissimi e...

Tamponi a risposta rapida per i bambini dell’asilo: il Comune avvia un dialogo con ASL, medici e farmacisti

Il Comune di Lucca (in particolar modo Ilaria Vietina e Francesco Raspini, assessori con delega all’istruzione e alla protezione civile) sta tentando...

Popular categories

Recent comments