C·ORA Lucca Fest: al via il Festival che racconta l’oggi

-

A Lucca è tempo di C·ORA Lucca Fest – Festival sulla contemporaneità, la rassegna organizzata dal Comune di Lucca all’interno del progetto Lucca Learning City – Città dell’apprendimento permanente, insieme alla Casa della Memoria e della Pace, con Liberation Route Italia, Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in provincia di Lucca, Lucca Comics&Games e Biblioteca Civica Agorà, grazie al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che apre gli occhi sul mondo, di ieri e di oggi, allenando il muscolo più che mai necessario della Memoria.

Il Festival è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dall’assessora comunale alla continuità della memoria storica, Ilaria Vietina, dal coordinatore della Casa della Memoria e della Pace di Lucca, Carlo Puddu, da Giovanni Russo e Antonio Rama di Lucca Crea e dal direttore dell’Istituto Storico della Reistenza e dell’Età Contemporanea in provincia di Lucca, Andrea Ventura.

Dopo l’edizione zero del 2020, nata come risposta ai mesi di lockdown, quest’anno C·ORA Lucca Fest porta a Lucca, sull prato della Cavallerizza, in piazzale Verdi, dal 26 agosto al 12 settembre, tanti nomi di richiamo nazionale e tanti temi di respiro mondiale, cogliendo punte di attualità e offrendo spunti di riflessione più che mai necessari oggi: da Saverio Tommasi a Roberta Biagiarelli, da Gero Grassi che ripercorrerà il caso di Aldo Moro fino ai due anniversari che irrompono, più che mai attuali, nelle notizie di tutti giorni: i vent’anni dal G8 di Genova e dall’attentato dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle. E ancora la guerra in Afghanistan, i segreti di Stato italiani, le vicende della Loggia P2 e quello che ha rappresentato nella storia politica del nostro paese, le donne nella Resistenza, la nascita del fascismo e come, oggi, sia necessario fare memoria. La musica di Bowie con Carlo Massarini e il fumetto come strumento di narrazione e di racconto sull’oggi, attraverso la voce di autori interessanti proposti da Lucca Crea.

Un ciclo di 14 incontri, tutti a ingresso gratuito ma con obbligo di prenotazione. Una finestra sugli eventi recenti che hanno segnato la storia, lasciando una traccia indelebile sull’oggi e che gettano un ponte verso il domani.

Per partecipare è necessario prenotarsi: per farlo, Lucca Crea ha messo a disposizione una piattaforma di registrazione direttamente online, disponibile sul sito www.luccacrea.it.

Secondo le attuali normative, per accedere all’area del Festival occorre essere in possesso del Green Pass.

IL PROGRAMMA. Tanti nomi, dunque, che affronteranno con lucidità, professionalità e preparazione alcuni dei temi più importanti degli ultimi decenni. Saverio Tommasi, giornalista di Fanpage, parlerà del ruolo del giornalista di fronte alla paura: il dovere morale di raccontare i fatti con coraggio e senza compromessi. Gero Grassi, invece, ripercorrerà il caso Aldo Moro: il rapimento, i 55 giorni di prigionia, i misteri, il non-detto e infine il ritrovamento del corpo, all’alba del 9 maggio 1978 in via Caetani. E poi, la musica con Carlo Massarini, celebre giornalista e conduttore radio-televisivo. Massarini presenterà David Bowie, il Duca bianco, trasformista e icona della musica.

C·ORA Lucca Fest dedica due serate anche ad altrettanti significativi anniversari che ricadono quest’anno: i vent’anni dal G8 di Genova e i vent’anni dall’attentato alle Torri Gemelle. A Lucca arriveranno Vittorio Agnoletto e Lorenzo Guadagnucci, testimoni oculari della violenza della Diaz e della caserma di Bolzaneto, e Francesco Costa, esperto di storia e cultura americane. Eventi che si riverberano inevitabilmente sull’oggi, soprattutto alla luce degli eventi atroci che stanno accadendo in Afghanistan. E ancora: la Resistenza e il ruolo delle donne, l’inutilità della tortura e una parentesi, affascinante, sul fumetto come nuovo strumento di comunicazione sull’oggi con Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso e Fumettibrutti. A Lucca saranno presenti anche la scrittrice e giornalista Benedetta Tobagi. Lei, insieme a Sandra Bonsanti, parlerà della Loggia P2, di segreti di stato, di colpevoli e di piani per manovrare l’Italia intera.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con obbligo di prenotazione e inizieranno alle 21.15. Per restare aggiornati sul programma e per le info: Facebook e Instagram C·ora Lucca Fest – Festival sulla contemporaneità; [email protected].

IL CALENDARIO NEL DETTAGLIO.

Giovedì 26 agosto

Serie tv e cultura di massa”

Alberto Mario Banti, Gianluca Fulvetti

Venerdì 27 agosto

In ricordo di Aldo Moro”

Gero Grassi

Sabato 28 agosto

Bowie to Bowie”

Carlo Massarini

Domenica 29 agosto

A cosa serve la tortura nel 2021?”

Luca Modenesi

Mercoledì 1 settembre

Il ruolo del giornalista di fronte alla paura”

Saverio Tommasi

Giovedì 2 settembre

Mirare Sarajevo”

Roberta Biagiarelli

Venerdì 3 settembre

Vent’anni dopo l’11 settembre”

Francesco Costa

Sabato 4 settembre

Vent’anni dopo il G8 di Genova”

Lorenzo Guadagnucci, Vittorio Agnoletto

Domenica 5 settembre

Fumetto: il linguaggio del contemporaneo”

In collaborazione con Lucca Comics&Games

Marco Rizzo, Lelio Bonaccorso, Fumettibrutti

Lunedì 6 settembre

La Resistenza tra storia, memoria e usi pubblici”

In collaborazione con ISREC-LU – Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea

Mirco Carrattieri, Gianluca Fulvetti, Iara Meloni, Andrea Ventura

Mercoledì 8 settembre

Il sogno e la ragione: da Harlem a Black Lives Matter”

Daniele Biacchessi

Giovedì 9 settembre

Donne resistenti”

in collaborazione con Liberation Route Italia

Isabella Insolvibile, Caterina Di Pasquale, Chiara Lusuardi, Nina Quarenghi

Venerdì 10 settembre

Colpevoli: storia della loggia P2”

Sandra Bonsanti, Benedetta Tobagi

Domenica 12 settembre

L’antifascismo del 1921, i fatti di Valdottavo e i figli dell’officina”

In collaborazione con ISREC-LU – Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea

Antonio Fanelli, Andrea Ventura

Share this article

Recent posts

Popular categories

Recent comments

MARTINO DI SIMO on Se Gabanelli non è sportiva
MARTINO DI SIMO on Bastardi senza gloria
paolo mariti on Bastardi senza gloria
massimo di grazia on Chi vuole la guerra?
Giovan Sergio Benedetti on Parte da oggi la nuova rubrica #StateSereni
massimo di grazia on 4 chiacchiere al telefono sul PD