Tamponi a risposta rapida per i bambini dell’asilo: il Comune avvia un dialogo con ASL, medici e farmacisti

-

Il Comune di Lucca (in particolar modo Ilaria Vietina e Francesco Raspini, assessori con delega all’istruzione e alla protezione civile) sta tentando di avviare un percorso concertato con ASL, Ordine dei farmacisti, Ordine dei medici e pediatri per permettere alle farmacie di eseguire tamponi a risposta rapida sui bambini che frequentano gli asili del territorio lucchese.

Al fine di attenuare quanto più possibile i disagi che in questo periodo già incombono sulle famiglie, l’idea è quella di permettere ai genitori dei bambini che presentano sintomi suggestivi di COVID-19 di recarsi direttamente in farmacia per far eseguire tamponi con tempi di attesa più contenuti, di appena 15-20 minuti. Il tampone utilizzato, per intendersi, sarebbe quello in uso negli aeroporti, che non richiede neppure il passaggio in laboratorio per l’analisi e che fornirebbe l’esito in tempi rapidissimi.

La volontà del Comune è quella di dar vita ad un meccanismo semplificato, che riduca drasticamente i tempi dell’iter da seguire in caso di possibile presenza del virus: in pratica, se il bambino risulta positivo al tampone fatto in farmacia si avvia la procedura ordinaria con immediata informazione al pediatra e alla ASL territoriale. In caso negativo, invece, è sufficiente che il pediatra attesti che il bambino può rientrare a scuola senza ulteriori problemi, evitando così l’attesa degli esiti e il cosiddetto periodo di isolamento preventivo.

Coinvolgendo anche le farmacie vorremmo creare un binario semplificato, parallelo e di supporto a quello già predisposto da ASL e Regione – ci spiega Ilaria Vietina – così da rispondere al meglio alle istanze e alle necessità delle famiglie lucchesi. In questo modo aiuteremmo i genitori e in particolare le giovani madri, che così potrebbero conoscere gli esiti del tampone in tempi rapidi ed eventualmente tornare a lavoro affidando i bambini ai nonni senza i timori di un possibile contagio”.

Giovanni Mastria
Giovanni Mastria
Nato a Lucca, classe 1991. Scrivo con passione di cultura, attualità, cronaca e sport e, nella vita di tutti i giorni, faccio l’Avvocato. Credo in un giornalismo di qualità e, soprattutto, nella sua fondamentale funzione sociale. Perché ho fiducia nel progetto "Oltre Lo Schermo"? Perché propone modelli e contenuti nuovi, giovani e non banali.

Share this article

Recent posts

“Storie di Premier – Box to Box”, il libro che racconta il calcio inglese. Dalla Toscana al football d’oltremanica

Perché non parlare del calcio inglese e raccontare le sue affascinanti storie? È proprio così che nasce l'idea di lanciare “Storie di Premier” (www.storiedipremier.it),...

Lucca, la Garfagnana e l’emigrazione di fine ‘800 raccontati nel libro “Il profumo dell’Elicriso”

Il libro dello scrittore garfagnino Guglielmo Franchi - edito da Maria Pacini Fazzi Editore - offre uno spaccato interessante e veritiero del fenomeno di...

Ex Manifattura: quel “nuovo” progetto richiesto dall’Amministrazione a Coima

Abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando, alla fine, l'amministrazione, il 16 novembre scorso, ha richiesto a Coima e Fondazione un nuovo progetto per...

“Il Mistero di Lucca”: quando Paperino e Zio Paperone si fermarono in città

Lucca è la città del fumetto, questo è risaputo a tutte le latitudini, merito di una tradizione che si porta avanti dal 1966, ovvero...

Ex Manifattura, la proposta di SìAmoLucca: un polo artistico-scolastico, il cinema, un parcheggio da 800 posti, uffici Tagetik e Agenzia delle Entrate

Un'ipotesi progettuale che prevede una sede unica per il Liceo Artistico "Passaglia" ora suddiviso su tre edifici (in modo da liberarli per consentire il...

Popular categories

Recent comments