Oggi non può essere un giorno di Festa per noi: buon viaggio Amedeo, Samuele e Marco.

-

Oggi è il 2 Giugno, oggi si celebra la Repubblica ma oggi, a Lucca, non è un giorno di Festa.
L’intera comunità è inevitabilmente sconvolta e addolorata per la tragedia che si è consumata ieri, lunedì 1 Giugno, nel capannorese, quando, a causa di un tremendo incidente stradale, hanno perso le vita 3 nostri giovani concittadini.
Sono Amedeo Favilla e Samuele Leto di 17 anni e Marco Lencioni di 38 anni a lasciare questa vita in un batter d’occhio, tanto inaspettatamente quanto crudelmente.

Non può essere un giorno di Festa per la nostra città, non deve esserlo.
C’è chi lo chiama destino, c’è chi lo chiama caso ma di fronte a notizie del genere è inutile cercare di darsi spiegazioni, inutile provare a trovare un motivo per così tanto dolore.
Non è giusto, no che non lo è, ma la vita non chiede permesso a nessuno, è spavalda, meravigliosamente affascinante e tremendamente brutale e cambia, cambia continuamente senza preavviso. Passiamo la nostra esistenza a programmare ogni minimo dettaglio, a mettere insieme i tasselli di quel puzzle che non accettiamo in disordine, corriamo verso le nostre ambizioni e ci coccoliamo nei ricordi ma, troppo spesso, non ci rendiamo conto che il cammino della nostra vita sono solo i passi di un equilibrista sopra un filo: basta un soffio di vento, una minima distrazione e saltiamo giù, ancora prima di rendercene conto.

Non ci sono parole adatte per comprendere quello che le famiglie di questi tre giovani stiano passando e nemmeno vogliamo provare a trovarle, le vogliamo lasciare tutte a loro, colme del nostro affetto da lontano, sperando che un giorno possano trovare il modo di usarle per ricordare con un piccolo sorriso sulle labbra.

Noi, redazione de LoSchermo.it, insieme a tutta la comunità e alle istituzioni, abbassiamo lo sguardo trattenendo le lacrime, in sacro e rispettoso silenzio.

Quindi no, oggi non festeggeremo. Il Sindaco di Capannori Menesini, per esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime, ha cancellato la diretta Facebook di questo pomeriggio per celebrare la Festa della Repubblica e ha indetto per domani, mercoledì 3 giugno, un minuto di silenzio alle 12 per l’ultimo saluto, anche se solo virtualmente visto che le norme anti-contagio non ci permettono, giustamente, di partecipare ai funerali.

Fermiamoci tutti: un minuto non è molto ma può essere eterno, fermiamoci per Amedeo, Samuele e Marco, fermiamoci per i loro cari, fermiamoci per noi stessi.
Ci sono cose che non possono essere sotto il nostro controllo e non ci possiamo fare niente, ma per tutto il resto cerchiamo di non calpestare la sensibilità e restare umani, soprattutto in questo periodo di forte paura e tensione per tutti.

Tre vite spezzate troppo presto, tre sorrisi volati ingiustamente: buon viaggio ragazzi, tutta la città si unisce nel vostro ricordo e nel dolore della vostra scomparsa.

Bianca Leonardi
Bianca Leonardi
Classe 1992, Lucca. Una laurea in giornalismo e tanta voglia di dar voce a chi troppo spesso resta in silenzio. Lavoro da anni nella comunicazione e nell'organizzazione di eventi, saltando tra musica, teatro e intrattenimento. Perché "Lo Schermo"? Perché siamo giovani, curiosi e affamati di futuro.

Share this article

Recent posts

“Se togliamo la maschera siamo tutti uguali”. Marco Brinzi e la sua ApeTeatrale in scena da stasera

È innovativo, tremendamente attuale, a tratti retrò e decisamente geniale: si chiama “ApeTeatrale” ed è il progetto di teatro itinerante al via...

Ex-Manifattura, Barsanti: “Amministrazione messa all’angolo dal potere forte della Fondazione CRL”

La ormai Ex-Manifattura, progetto importante per l’intera amministrazione comunale e punto di riferimento per la città, desta ancora qualche dubbio in merito...

Chiosco Nelli: luogo del cuore per più di una generazione

In fondo al viale Regina Margherita, praticamente all'altezza di Porta San Pietro, per moltissimo tempo vi era sito un luogo che ha...

La città è di nuovo piena, ma i piccoli negozi soffrono. “Parcheggi gratuiti e promozione del made in Lucca”, l’appello di una giovane commerciante

La quarantena, ormai, è finita da due mesi. Siamo tornati a lavoro, in palestra e non mancano le cene o le uscite...

Lo Scherno – Puntata 8:”Lullì, lullà e altri rimedi”

Continua lo spazio dedicato all'irriverenza, all'ironia e alle particolarità della nostra Lucca. Ottava puntata de Lo Scherno con Federico...

Popular categories

Recent comments