Nuova raccolta differenziata, i cittadini si lamentano ma l’assessore Raspini rassicura

-

Al via da pochi giorni, esattamente da lunedì 6 luglio, la nuova raccolta differenziata in tutta la periferia di Lucca che desta ancora qualche dubbio e qualche incertezza.

Le principali novità di essa sono che il vetro, che va gettato esclusivamente nel bidoncino verde, va conferito in modo separato dalla plastica e dall’alluminio, che vanno invece a riversarsi nei sacchetti gialli consegnati da Sistema Ambiente.
A proposito proprio di ciò, molti cittadini hanno avuto da ridire sull’uso di questi sacchetti in quanto “troppo leggeri e impossibili da chiudere”.

La seconda grande novità di questa mini-rivoluzione ambientale che precede l’introduzione dei “Gabry”, isole ecologiche nel centro della città, è l’introduzione di tre calendari diversi a seconda delle macro-aree coinvolte, diversi sia nei giorni che negli orari del ritiro dei rifiuti.

Questi calendari, rosso giallo e blu, che servirebbero per semplificare la raccolta rifiuti e ottimizzare il tempo, in realtà stanno destando non poche complicazioni ai cittadini che, se da una parte risulta complicato abituarsi a questo nuovo progetto, dall’altra hanno comunque dei dubbi anche sull’ordine di ritiro che, appunto, cambia da zona a zona.

A Montuolo, zona dimenticata da tutti, non sono venuti a consegnare nemmeno i sacchetti gialli – racconta un signore lucchese – sono dovuto andare da solo a prenderli all’isola ecologica. Inoltre mi hanno cambiato 3 volte il calendario, una gran confusione”.

C’è chi si lamenta poi per la raccolta dell’umido che, soprattutto in estate, andrebbe smaltita velocemente mentre in media resta 4-5 giorni in attesa.
Io vivo in un appartamento, non ho possibilità di lasciare l’umido in cortile o in giardino ed è inammissibile che debba tenere avanzi di cibo in casa per giorni e con temperature così alte” lamenta una signora.

E’ una novità che con l’azienda Sistema Ambiente abbiamo deciso di portare avanti – racconta in risposta l’assessore all’ambiente Francesco Raspini durante una diretta Facebook insieme a Caterina Susini, ingegnere che rappresenta Sistema Ambiente – perché ormai la separazione del vetro dal resto del multimateriale serve ad avere maggiori ricavi dalla vendita dei materiali, e quindi ad avviare il recupero e il riciclo in maniera più efficace di ciò che recuperiamo grazie a questa nuova raccolta differenziata”.

Solitamente in passato, di fronte a cambiamenti di questo tipo, abbiamo organizzato assemblee, ma a causa della fase che stiamo vivendo, abbiamo ritenuto non prudente dar vita ad assembramenti e quindi abbiamo scelto maniere alternative per comunicare con la cittadinanza” termina l’assessore Raspini.

Sono stati infatti numerosi infatti i passaggi televisivi e quelli sulla stampa che mirano a spiegare in modo semplice e intuitivo questa novità nel fare la raccolta differenziata, inoltre è stato deciso di creare dirette social riguardanti esclusivamente questo argomento, al quale parteciperanno Raspini stesso insieme a Caterina Susini, ingegnere che dirige il sistema tecnico di Sistema Ambiente, e che mirano a fare chiarezza sul tema.

Inoltre è stata creata anche un’app apposita dal nome “Junker”, che è possibile scaricare su ogni smartphone, e che in modo semplice e intuitivo permette di inserire la zona in cui si vive e consultare immediatamente il calendario con giorni e orari dei ritiri.

Una scelta definitiva e improrogabile quella del Comune di Lucca che, dopo aver raccolto i frutti del successo già in molte altre realtà, è stata applicata anche nella periferia lucchese in nome di un miglioramento ambientale.

Nonostante abbia seguito il calendario, i miei sacchetti non sono stati ritirati e son ancora fuori da giorni” continua un altro residente nella periferia della città.

Sicuramente ci sarà bisogno di un periodo di adattamento e di assestamento a questo grande cambiamento che, con l’impegno e la costanza di tutti, mira ad essere davvero una rivoluzione nella gestioni dei rifiuti in città.

Bianca Leonardi
Bianca Leonardi
Classe 1992, Lucca. Una laurea in giornalismo e tanta voglia di dar voce a chi troppo spesso resta in silenzio. Lavoro da anni nella comunicazione e nell'organizzazione di eventi, saltando tra musica, teatro e intrattenimento. Perché "Lo Schermo"? Perché siamo giovani, curiosi e affamati di futuro.

Share this article

Recent posts

Niki La Rosa e il suo quinto album “Circles”: “le persone si sentono incomplete quando seguono la strada imposta da altri”

Tutti lo hanno sentito suonare per le strade della nostra città, tutti si sono fermati almeno una volta sulle note delle sue melodie incantati...

Natale? Basta dare ai cittadini le colpe di un governo scaricabarile

Cambio colore e dico arancione. Da venerdì (4 dicembre) in Toscana riaprono i negozi ma restano ancora abbassate le saracinesche di ristoranti, bar e...

“Storie di Premier – Box to Box”, il libro che racconta il calcio inglese. Dalla Toscana al football d’oltremanica

Perché non parlare del calcio inglese e raccontare le sue affascinanti storie? È proprio così che nasce l'idea di lanciare “Storie di Premier” (www.storiedipremier.it),...

Lucca, la Garfagnana e l’emigrazione di fine ‘800 raccontati nel libro “Il profumo dell’Elicriso”

Il libro dello scrittore garfagnino Guglielmo Franchi - edito da Maria Pacini Fazzi Editore - offre uno spaccato interessante e veritiero del fenomeno di...

Ex Manifattura: quel “nuovo” progetto richiesto dall’Amministrazione a Coima

Abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando, alla fine, l'amministrazione, il 16 novembre scorso, ha richiesto a Coima e Fondazione un nuovo progetto per...

Popular categories

Recent comments