Il Festival Internazionale Virtuoso & Belcanto vola a Berlino

-

Finalmente online il bando di concorso del Festival Virtuoso & Belcanto per selezionate 4 giovani cantanti lirici che saranno protagonisti, insieme a Lucca, del Concerto di Pasqua di domenica 9 aprile 2023 presso la sala grande della Filarmonica di Berlino nell’ambito della stagione 2022-23 dei Populäre Konzerte alla Filarmonica di Berlino organizzato dal Konzertdirektion Prof. Victor Hohenfels.

Ecco il link https://www.virtuosobelcanto.com/concerto-di-pasqua/

Una occasione storica, che si ripeterà anche nel Concerto di Pasqua 2024, con un programma interamente dedicato a Giacomo Puccini e che vedrà la città di Lucca protagonista di una significativa campagna di promozione.

“Con questi appuntamenti”, afferma il direttore artistico, Maestro Riccardo Cecchetti, “il festival Virtuoso & Belcanto presenta già da ora il suo contributo per le celebrazioni pucciniane, tenendo particolarmente a far riverberare le radici di Lucca e i valori della sua cultura in tutto il mondo”.

COME NASCE IL FESTIVAL VIRTUOSO & BELCANTO 7 ANNI FA

Insieme a Salisburgo Lucca è la città in Europa e nel mondo che vanta il più alto numero di natali artistici. Qui è letteralmente nata, cresciuta e sviluppata gran parte della storia della musica che è storia presente, un presente in cammino che si chiama futuro, si chiama crescita, movimento, economia: l’altra energia. Quella che è tutto di guadagnato e che attiva il motore dello sviluppo.

La musica che suggerisce l’armonia nel modus operandi delle Istituzioni.

La musica che fa “cantare” le azioni edificanti ed edificatrici attraverso la rete di collaborazione che è un sistema di per sé organico: territorio-cultura-indirizzo.

Lucca città “virtuosa” in ogni suo aspetto.

A Lucca, il Maestro concertista Riccardo Cecchetti, fa base con “Virtuoso & Belcanto” sette anni fa.

Denominazione universale – la lingua della lirica e della musica classica è l’italiano, non traducibile – che risponde alla voglia di sottolineare la nascita, qui, del virtuosismo, con Boccherini (e l’ideazione della formazione “a quartetto d’archi”), con la permanenza di Paganini, con il proliferare dei Frediani, dei Gemignani, Pacini, e quindi i talenti del teatro d’opera e del “belcanto” Pacini e non ultimo Puccini. Intere generazioni di musicisti, artisti, compositori, formatori, divulgatori, che intensamente caratterizzano il “brand” Lucca, ovvero ciò che Lucca esporta di se stessa nel mondo.

ENERGIA E SVILUPPO, PER SCEGLIERE LUCCA E CRESCERE CON LUCCA

Il Festival Virtuoso & Belcanto lavora 365 giorni all’anno seguendo i suoi artisti nel mondo, i loro sviluppi, producendo creatività e divulgazione finalizzata all’alta formazione e anche alla miglior offerta di eventi che valorizzino la natura “virtuosa” di ogni realtà. Tuttavia ha il suo apice a luglio, con un Festival che è proprio una “festa” della musica classica, quando attrae a Lucca, per 2 settimane, pubblico e partecipazione da tutto il mondo per:

  • Masterclasses di alta specializzazione
  • Plurimi concerti quotidiani
  • Convegni

NUMERI E INDOTTO:

Un pacifico piccolo “esercito” dei top magister dalle Università e Conservatori più prestigiosi, a disposizione, a Lucca, non solo per la formazione degli allievi selezionati, ma anche per libere e aperte audizioni, concerti dai programmi inediti o esclusivi, eventi unici e rari (come quest’anno lo è stata la presenza di Alfred Brendel), concorsi per scegliere i nuovi solisti delle orchestre che con Virtuoso & Belcanto collaborano (ORT, Nuova Scarlatti, Philarmonie, Filarmonica di Berlino, ecc.).

I borsisti e gli artisti che si incamminano nel loro percorso d’eccezione, porteranno con loro la firma del Festival e di Lucca.

Una presenza stanziale, per due settimane, che richiama non solo i partecipanti ma anche il pubblico internazionale che conosce e ricerca questa offerta unendo l’occasione di vivere e visitare la straordinaria bellezza di Lucca.

Ecco alcuni numeri della passata settima edizione:

200 studenti

41 Paesi

5 continenti

40 diversi Conservatori, Accademie, Università, Teatri coinvolti

10 orchestre

Oltre 2000 presenze di pubblico

900.000 euro di indotto per la città (in termini di alloggi, ristoranti, bar, servizi)

La rete di Virtuoso & Belcanto è aperta, sinergica, collaborativa e sempre disposta ad allargarsi.

Conta una solare collaborazione con tutte le scuole superiori ad indirizzo musicale, artistico, linguistico e turistico, l’impiego degli spazi d’arte cittadini, la valorizzazione di qualsiasi altro evento in città presente (come è avvenuto con le mostre di Pablo Atchugarry e I Pittori della Luce). Il Teatro del Giglio, partner importante e le Associazioni del territorio, tra cui Animando e l’Associazione Musicale Lucchese.

Tutti i fornitori sono del territorio lucchese e il sistema di biglietteria, Telar, scelto per unificare e armonizzare i siti di rilevanza artistico-culturale della città con una realtà – quella del Festival – che ne è amplificazione.

Debora Pioli
Debora Pioli
Pianista e italianista di formazione, con specializzazione in comunicazione politica, dell’arte e della differenza di genere. Librettista d’opera, autrice di prosa e poesia, lavoro come content strategist e personal writer. Madre di Viola e Leonardo. Mi piace stare “Oltre Lo Schermo.”

Share this article

Recent posts

Popular categories

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Recent comments

MARTINO DI SIMO on Se Gabanelli non è sportiva
MARTINO DI SIMO on Bastardi senza gloria
paolo mariti on Bastardi senza gloria
massimo di grazia on Chi vuole la guerra?
Giovan Sergio Benedetti on Parte da oggi la nuova rubrica #StateSereni
massimo di grazia on 4 chiacchiere al telefono sul PD