Giovane e dinamico: il nuovo The Small-San Colombano è già un successo in città

-

Giovane, fresco e audace: si chiama The Small ed è il fratello minore del San Colombano.
E’ così che la famiglia Carmassi, che è già una garanzia a Lucca a seguito del grande successo del noto locale sulle Mura, ha deciso, con coraggio e determinazione, di accogliere una nuova sfida.

Chic e romantico, informale ma elegante: il nuovo locale situato in Via Nuova per Pisa, nonostante la recente inaugurazione, ha già fatto breccia nel cuore dei lucchesi e non solo.

Ideale per un brunch in tarda mattinata, una pausa pranzo immersi nella tranquillità, una merenda rilassante e genuina a base di yogurt e centrifughe o, perché no, un piacevole aperitivo nelle sere d’estate sotto un cielo pieno di stelle.

Materie prime locali e di qualità, pane e focaccia di produzione propria con farine biologiche e lievito madre, accortezza su intolleranze e allergie: questi sono soli alcuni servizi che The Small propone dimostrando un’attenzione al cliente rara e preziosa.

Figlio di un periodo difficile come quello della pandemia, questa nuova realtà racchiude in sé tutta quella speranza di voler tornare a una nuova normalità e la professionalità e i sorrisi dei titolari rappresentano esattamente quello di cui i lucchesi hanno bisogno in un momento di totale caos come questo, a dimostrazione che la passione, la fatica e l’ambizione di perseguire i propri obiettivi sono i soli motori per poter ricominciare.

The Small-San Colombano si presenta infatti non solo come un’eccellenza gastronomica ma racchiude in sé tutti i valori di una famiglia che, con esperienza e competenza, mira a creare un punto aggregazione per la comunità.

Abbiamo parlato con Simona Carmassi, la giovane lucchese che, insieme alle sorelle Sara e Stefania, i genitori e lo staff, è al timone di questo progetto che ha già imboccato la giusta rotta: ci ha raccontato da dove è nata l’esigenza di dare vita a The Small, il coraggioso percorso di realizzazione anche ai tempi del Covid e tutto quello che si aspetta da un futuro che sarà sicuramene costellato di successi.

Chi sono i protagonisti dietro a The Small-San Colombano?
Dietro a The Small – San Colombano c’è una famiglia!
Siamo io, le mie sorelle Sara e Stefania, ed i nostri genitori. Ognuno con i propri ruoli e le proprie competenze ma ciascuno fondamentale nella riuscita di questo progetto. D’altronde… squadra che vince non si cambia!

Questa impresa non sarebbe però possibile senza il nostro staff, tutto giovane ma di esperienza: la cucina è territorio di Giuseppe – cuoco estroso ed amante della qualità – e di Lorenzo, con la passione per la panificazione; dietro banco, Margherita e Stefano, con il supporto di Katia, che vi accoglieranno con professionalità.

Come e quando nasce l’idea di proporre un San Colombano fuori le mura?
Questo progetto nasce essenzialmente dalla voglia di portare la nostra esperienza in un contesto meno cittadino, proponendo un servizio ed una cucina più easy ma comunque di elevato livello in un contesto giovanile e moderno.

Quali sono le caratteristiche di questa nuova realtà, destinata a diventare un punto di riferimento a Lucca?
Le principali caratteristiche di The Small-San Colombano sono sicuramente l’accoglienza, la professionalità, l’atmosfera giovanile e cordiale e la valorizzazione delle materie prime.
Nonostante ciò i veri protagonisti restano comunque il cibo e i cocktails.

Un locale che si rispetti non può prescindere da un accurato food & beverage, presentando sia piatti eleganti, originali e gustosi per tutte le esigenze, sia un’ampia selezione di bevande calde, fredde e drink raffinati.

Che servizi offre The Small – San Colombano e in cosa si differenzia dalle altre realtà in città?
Abbiamo deciso di puntare sul brunch – componibile a piacimento con variazioni giornaliere – e la merenda pomeridiana con centrifughe, yogurt con frutta, smoothies e tante altre cose.
Tra i prodotti che sicuramente non mancheranno per il brunch: uova strapazzate e bacon, pancake, pane tostato con burro e marmellate, yogurt, frutta fresca, muffin…Tra le bevande invece: caffè e cappuccino, tè, succhi di frutta e centrifugati.
A partire dalle ore 12.00 la pausa pranzo si caratterizza per proposte semplici ma sfiziose, con particolare attenzione anche ad intolleranze e diete alimentari; troverete infatti sempre anche proposte vegane e la possibilità di ordinare piatti senza glutine.
Non poteva mancare il momento dell’aperitivo con una selezione di drinks preparati con distillati ricercati e sciroppi preparati direttamente da noi, nonchè la possibilità di ordinare le tapas come accompagnamento ai cocktails.
Inoltre, panifichiamo in proprio con produzione giornaliera di pane e focaccia preparate con farine di alto livello e lievito madre per una lenta lievitazione, torte e pasticceria secca. Valore aggiunto anche per il San Colombano dove anche lì potete trovare e gustare.

Aprire in tempi di Covid, un grande coraggio. Come avete affrontato questa emergenza e come riuscite a convivere adesso con le norme anti-contagio imposte?
Crediamo che le persone abbiano voglia e bisogno di ritrovarsi, pur nel rispetto della distanza sociale e delle normative. Al The Small lo spazio non manca: all’interno abbiamo grandi spazi che ci consentono di distanziare bene i tavoli ed un ampio banco bar e per chi preferisce, sono presenti anche tavoli all’esterno. Poniamo molta attenzione al servizio al tavolo: ad esempio, abbiamo scelto di rendere i menu e la carta dei vini consultabili in totale sicurezza direttamente dallo smartphone del cliente tramite QrCode o, in alternativa, forniamo menu plastificati e sanificabili.
Siamo convinti che i clienti apprezzino e valorizzino quelle attività che mettono al primo posto la sicurezza; anche se costa un po’ di fatica sappiamo che verrà ripagata.

Cosa vi aspettate nel prossimo futuro?
Sicuramente di poter crescere ancora. Stiamo già lavorando per poter valorizzare ancora di più la panificazione consentendo anche l’acquisto di vari tipi di pane e focaccia prodotti da noi.
Ci auguriamo che anche il The Small possa diventare una realtà apprezzata come il San Colombano e di raggiungere i suoi numeri. Pensare che la pagina Facebook del San Colombano ha appena raggiunto i 10.000 like è un risultato che ci rende orgogliosi e ci dà la forza di andare avanti!

Sicurezza e qualità, dal rispetto delle materie prime legate al territorio all’estro di prelibatezze create da chef professionisti, il tutto condito con quella cordialità e accoglienza che caratterizza la famiglia Carmassi: non resta che correre a The Small-San Colombano!

Bianca Leonardi
Bianca Leonardi
Classe 1992, Lucca. Una laurea in giornalismo e tanta voglia di dar voce a chi troppo spesso resta in silenzio. Lavoro da anni nella comunicazione e nell'organizzazione di eventi, saltando tra musica, teatro e intrattenimento. Perché "Lo Schermo"? Perché siamo giovani, curiosi e affamati di futuro.

Share this article

Recent posts

“Se togliamo la maschera siamo tutti uguali”. Marco Brinzi e la sua ApeTeatrale in scena da stasera

È innovativo, tremendamente attuale, a tratti retrò e decisamente geniale: si chiama “ApeTeatrale” ed è il progetto di teatro itinerante al via...

Ex-Manifattura, Barsanti: “Amministrazione messa all’angolo dal potere forte della Fondazione CRL”

La ormai Ex-Manifattura, progetto importante per l’intera amministrazione comunale e punto di riferimento per la città, desta ancora qualche dubbio in merito...

Chiosco Nelli: luogo del cuore per più di una generazione

In fondo al viale Regina Margherita, praticamente all'altezza di Porta San Pietro, per moltissimo tempo vi era sito un luogo che ha...

La città è di nuovo piena, ma i piccoli negozi soffrono. “Parcheggi gratuiti e promozione del made in Lucca”, l’appello di una giovane commerciante

La quarantena, ormai, è finita da due mesi. Siamo tornati a lavoro, in palestra e non mancano le cene o le uscite...

Lo Scherno – Puntata 8:”Lullì, lullà e altri rimedi”

Continua lo spazio dedicato all'irriverenza, all'ironia e alle particolarità della nostra Lucca. Ottava puntata de Lo Scherno con Federico...

Popular categories

Recent comments