Folla alla presentazione del progetto del parco fluviale, Bianucci:“Con l’area per la cultura e la musica, cresce la sicurezza intorno al Fiume”

-

Tanti giovani, artisti, operatori culturali, responsabili di associazioni e di scuole di danza e canto.
È stata davvero partecipata l’iniziativa organizzata dal capolista di Sinistra con Daniele Bianucci, delegato uscente alle politiche giovanili, alla Terrazza Petroni: dove, assieme al candidato sindaco Francesco Raspini, ha presentato il progetto di uno spazio all’aperto all’interno del parco fluviale, attivo in tutti i mesi primaverili ed estivi, per i giovani, la cultura, la musica, il teatro, la danza e il divertimento. Perché – questa è la convinzione che sta alla base dell’idea – il Serchio può diventare davvero sicuro solo se è sempre più fruibile e fruito.
“L’idea, che può già contare su un cospicuo finanziamento grazie ad un contributo intercettato dall’Amministrazione comunale, nasce dalla volontà di moltiplicare le possibilità di vivere la nostra città, e di dare ai giovani e alle tante realtà culturali e musicali un’occasione in più per esprimere liberamente la propria creatività, la propria arte, la propria voglia di divertirsi e di stare insieme – ha spiegato Daniele Bianucci – Abbiamo le risorse, abbiamo le proposte, abbiamo la voglia di rendere questa idea la più partecipata possibile, perché tutti devono potercisi riconoscere: giovani, artisti, promotori culturali, associazioni, cittadini, commercianti ed esercenti. Nella nostra idea, ci sarà un palco sempre disponibile, perfettamente integrato nell’area naturale, che dovrà essere valorizzata e vissuta ancora di più con musica, teatro, cultura, danza, concerti dal vivo; ci sarà un programma di intrattenimento condiviso direttamente con le scuole, gli artisti, le compagnie teatrali, le associazioni tutte e chiunque voglia prendere parte a questa idea”.
“Con questo progetto intendiamo tenere insieme due obiettivi – evidenzia Bianucci – Da una parte, valorizzare il parco fluviale: che vogliamo libero dalle auto e dalle moto, curato, sicuro dal punto di vista ambientale e sempre più frequentato e vivo. Il Serchio è una risorsa inestimabile e preziosa, già molto laboriosa: pensiamo solo all’attività importante portata avanti dalla fattoria urbana “Riva degli Albogatti” a Nave, punto di riferimento per tutto il Fiume; o il progetto che abbiamo realizzato per recuperare l’edificio della vecchia guardia in via della Scogliera. Insieme, è nostro desiderio costruire nuove opportunità per i giovani, la cultura, il teatro, la danza: perché si moltiplichino le occasioni di protagonismo. Questo è il momento per pensarla diversa, insieme, la nostra Città”.
Per ulteriori informazioni, si può contattare Daniele Bianucci alla mail [email protected] o al telefono 3348071351.

Share this article

Recent posts

Popular categories

Recent comments

MARTINO DI SIMO on Se Gabanelli non è sportiva
MARTINO DI SIMO on Bastardi senza gloria
paolo mariti on Bastardi senza gloria
massimo di grazia on Chi vuole la guerra?
Giovan Sergio Benedetti on Parte da oggi la nuova rubrica #StateSereni
massimo di grazia on 4 chiacchiere al telefono sul PD