Il consigliere Barsanti (Difendere Lucca): “La città necessita di un nuovo carcere”

-

“Lucca necessita di un nuovo carcere”. Lo dichiara il consigliere comunale di Difendere Lucca, Fabio Barsanti, dopo la seduta della commissione sociale di ieri (1 dicembre) in cui il Comune ha incontrato la direttrice della Casa Circondariale di Lucca, Santina Savoca.

Il 19 novembre scorso, la dottoressa Savoca aveva declinato l’invito del Comune: “Inopportuna una diretta social nella quale dovremmo esporre le criticità di questo istituto penitenziario in ambito sanitario e fornire inevitabilmente informazioni che creerebbero allarmismo nei familiari dei detenuti“, dichiarava rendendosi disponibile ad un incontro in presenza. Sul tavolo, oltre alle problematiche legate al sovraffollamento (i detenuti sono dai 100 ai 110, circa quattro per cella pensata per essere abitata da due persone), anche l‘assenza di un numero sufficiente di defibrillatori all’intero della struttura e le precarie condizioni di salute mentale di alcuni detenuti.

Dopo i numerosi episodi di violenza, in uno dei quali è rimasto ferito anche un agente della polizia penitenziaria, si è cercato quindi di dialogare per proporre soluzioni ai costanti disagi di cui la struttura è vittima. Secondo la garante dei detenuti Alessandra Severi infatti, la carenza di organico è la più grave mai registrata “non solo in Toscana ma anche a livello nazionale”; inoltre la terza sessione dell’edificio è del tutto inagibile: solo quattro di venti celle sono disponibili, i lavandini sono stati distrutti, il ferro è stato staccato. Mancano poi gli spazi adeguati a garantire lo svolgimento in sicurezza delle attività sportive. Pochi gli agenti in servizio. Una situazione che sta diventando “insostenibile” e che viene denunciata da tempo. Per questo la decisione di riunire la commissione sociale con l’intento di trovare soluzioni.

In commissione – sottolinea Barsanti – sono nuovamente emerse le problematiche dovute alle carenze strutturali di un edificio fatiscente e non adeguato le cui conseguenze si ripercuotono sia sui detenuti che sugli operatori. La città necessita di un carcere nuovo e la politica deve assumersi questa responsabilità e affrontare una volta per tutte il problema“.

Rebecca Del Carlo
Rebecca Del Carlohttps://pennasciutta.it
Classe 1996, Lucca. Scienze della Comunicazione e quasi pubblicista. Scrivo da sempre. E’ il mio modo di esprimermi. Vorrei dare voce alle ingiustizie e dire la verità: credo che essere una giornalista sia anche questo. 'Lo Schermo' perché è giovane, dinamico e di qualità.

Share this article

Recent posts

Popular categories

Recent comments