Ikigai Candels, le candele di Giulia a sostegno di ‘Blu Ludovica’ in vendita in bar e negozi di Lucca

-

Candele profumate in cera di soia realizzate a mano per concretizzare una sensazione. L’euforia ricorda l’odore di caffè bollente, quello di prima mattina; un tocco di cannella e di arancia quando ci vuole forza; un pizzico di Non ti scordar di me per la malinconia, che ha ispirato i più grandi artisti del Rinascimento e non solo. Sono queste alcune delle Ikigai Candels ideate da Giulia: “Ho unito la mia passione per la psicologia – scrive – la voglia irrefrenabile di viaggiare e l’oggetto che più preferisco. E’ il mio mondo pieno di sfumature e vorrei condividerlo con quello degli altri. Su richiesta creerò infatti candele che ricordano la vostra storia, i vostri momenti e i ricordi che più custodite.

Il termine Ikigai – scrive – in Giappone significa ‘ragione’ (-gai) ‘di vivere’ (iki-) e vuole intendere il coraggio di ‘vivere la vita secondo uno scopo’, ‘renderla degna di essere vissuta ed è quello che per me rappresenetano queste candele”

Chiunque può ordinare una candela dai social o dal sito (attiva anche la spedizione online) e la metà del ricavato andrà in donazione all’associazione Blu Ludovica, nata in ricordo di Ludovica Tocchini. Creata da parenti e amici, sostiene la salute mentale e le famiglie che si trovano a dover intraprendere il difficile cammino accanto a persone in difficoltà psichica e promuove una cultura di solidarietà contro i pregiudizi verso i disagi mentali.

Il brand Ikigai Candels verrà presentato venerdì (17 dicembre), alla festa di laurea di Giulia, che annuncerà anche le sue nuove collaborazioni. Già ad oggi alcune attività del territorio hanno aderito al progetto e messo in vendita le candele nei loro bar e negozi. Le Ikigai Kandel sono in vendita al Bar Tessieri, al Click Cafè di Porcari e al negozio Fabrique Tatoo.

Sono una studentessa di Psicologia clinica e da un po’ di tempo cerco in ogni modo – scrive Giulia – di sostenere la salute mentale e tutto ciò che la riguarda, lottando in particolare per educare a superare lo stigma che accompagna chi soffre di qualche disturbo. Per Ludo e per tutti gli altri. Ikigai Candels è perché nessuno si senta più solo e sappia di poter sempre chiedere aiuto“.

Share this article

Recent posts

Popular categories

Recent comments

MARTINO DI SIMO on Se Gabanelli non è sportiva
MARTINO DI SIMO on Bastardi senza gloria
paolo mariti on Bastardi senza gloria
massimo di grazia on Chi vuole la guerra?
Giovan Sergio Benedetti on Parte da oggi la nuova rubrica #StateSereni
massimo di grazia on 4 chiacchiere al telefono sul PD