Ex Manifattura, Santini: “danno erariale con proposta Coima, ora il Comune convochi l’altra cordata”

-

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di SiAmoLucca, riguardante la riqualificazione della Ex Manifattura Tabacchi.

Con la nuova proposta di Coima sull’ex Manifattura, si profila un danno erariale per il Comune e quindi va accantonata: l’amministrazione Tambellini non perda altro tempo, si faccia eventualmente presentare una terza ipotesi ma nel frattempo convochi anche l’altra cordata che ha manifestato interesse al recupero dell’immobile”. Lo sostiene in una nota Remo Santini, ex candidato sindaco e capogruppo della lista civica SiAmoLucca.

Riepilogando, in base ai nostri approfondimenti, la proposta di Project Financing di Coima porterebbe a un danno erariale per il Comune di Lucca di circa 15 milioni di euro, a cui si deve aggiungere il danno erariale per il trasferimento dell’immobile ex Manifattura al solo scopo di incrementare la redditività dell’investimento privato – spiega Santini -. Le aree a parcheggio limitrofe infatti sono già a reddito a favore dell’ente pubblico, che perderebbe oltre 30 milioni di euro di incassi in 40 anni, a cui vanno aggiunti 800 mila euro di mancati introiti Cosap (tassa occupazione suolo pubblico) e la Manifattura venduta a soli 3 milioni e 200 mila euro. E’ la legge che non permette di perdere il patrimonio pubblico per migliorare la redditività di un investimento privato, restringe la possibilità  ‘ai soli fini del raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario’ come recita l’articolo 180 comma 6 del decreto legislativo 50/2016”. 

L’ex candidato sindaco paventa a questo punto due possibili opzioni. “Intanto la prima: il Comune convochi subito la Music Innovation Hub di Milano,  impresa sociale che opera nel campo della musica, per approfondire la manifestazione di interesse che ha presentato nelle settimane scorse per realizzare nell’ex Manifattura degli spazi innovativi dedicati alla musica e alla produzione culturale – aggiunge Santini -.  La seconda è che come fatto per altri interventi, vedi ad esempio l’ultimo in ordine di tempo ovvero l’edificio di via Brunero Paoli, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca come del resto prevedeva nel 2019, acquisti direttamente l’ex Manifattura e la ristrutturi. Non realizzandovi certo appartamenti e negozi come vuole Coima, ma servizi come ha proposto ad esempio SìAmoLucca: polo scolastico e artistico, museo, cinema e un’area di sosta da almeno 800 posti per fruitori del centro storico e residenti,  che consenta di liberare altre piazze del centro storico. Insomma, le opzioni ci sono per superare il rischio danno erariale. La nostra lista civica è l’unica forza politica della città ad avere studiato bene gli atti“. 

Bianca Leonardi
Bianca Leonardi
Classe 1992, Lucca. Una laurea in giornalismo e tanta voglia di dar voce a chi troppo spesso resta in silenzio. Lavoro da anni nella comunicazione e nell'organizzazione di eventi, saltando tra musica, teatro e intrattenimento. Perché "Lo Schermo"? Perché siamo giovani, curiosi e affamati di futuro.

Share this article

Recent posts

Eletti e rappresentanti

Vincitori e vinti

Urne chiuse

Popular categories

Recent comments