Lucca Summer Festival: il primo concerto della sua storia

-

Il Lucca Summer Festival è tornato a far parlare di sé, e non per i rinvii o l’annullamento delle date, ma perché finalmente si ritorna alla musica dal vivo e ai grandi eventi che hanno segnato questi oltre vent’anni di attività. In questi ultimissimi giorni si discute del grande effetto Sanremo e della vendita lampo dei biglietti di Blanco, il trionfatore del Festival della musica italiana insieme a Mahmood, ma chi si ricorda chi è stato il primo grande artista che ha strappato il nastro inaugurale di questa mitica rassegna?

Era il 6 luglio del 1998, nel pieno dell’estate lucchese, sul palco del nuovissimo Summer Festival in Piazza Napoleone ci saliva uno dei più grandi della musica moderna, un cantautore e poeta: Bob Dylan. L’artista statunitense, classe 1941, si esibì in gran parte del suo struggente repertorio, mandando in visibilio la folla gremita e appassionata delle sue dolci e malinconiche melodie. Questa fu la scaletta di quella indimenticabile serata, in cui un gigante della musica fece sognare Lucca:

  1. Gotta Serve Somebody
  2. Señor (Tales of Yankee Power)
  3. Cold Irons Bound
  4. What Good Am I?
  5. Can’t Wait
  6. Silvio
  7. Mr. Tambourine Man (acoustic)
  8. A Hard Rain0s A-Gonna Fall (acoustic)
  9. Tangled Up in Blue (Acoustic with harp)
  10. Forever Young (acoustic)
  11. She Belongs to Me
  12. Blind Willie McTell
  13. Highway 61 Revisited

Quella non fu l’unica occasione in cui Dylan si esibì nella città murata, perché diciotto anni dopo quel giorno il cantautore tornò a impreziosire il palco del Summer Festival. Quel 6 luglio del ’98, tuttavia, fu fondamentale per dar vita a una kermesse che nel corso degli anni ha consentito di portare nella cittadina toscana artisti come: Elton John, The Rolling Stones, Roger Waters e tantissimi altri. In questo 2022, dopo due anni di interruzione forzata a causa della pandemia, si potrà aggiornare il ricco portfolio di stelle della musica in concerto a Lucca.

Tommaso Giacomelli
Tommaso Giacomelli
Giornalista e giurista, le passioni sono per me un vero motore per vivere la vita. Sono alla ricerca inesausta della verità, credo nel giornalismo libero e di qualità. Porterò il mio contributo a "Lo Schermo" perché si batte per essere una voce unica, indipendente e mai ordinaria.

Share this article

Recent posts

Popular categories

Recent comments

Bruno on Cima Vallona
Mariacristina Pettorini Betti on IN RICORDO DI GIOIRGIO AMBROSOLI UN ITALIANO
Mariacristina Pettorini Betti on Una camicia di Ghisa