Locanda Lunardi’s chiude l’edizione 2021 del Salotto del Vino e del Verde di Montecarlo insieme a Olio su Tavola

-

Appuntamento per domenica 5 settembre nel giardino di Palazzo Pellegrini Carmignani con un menù che reinterpreta in chiave contemporanea la cucina toscana

Montecarlo, settembre 2021. Sarà Locanda Lunardi’s, in collaborazione con Olio su Tavola, a chiudere l’edizione 2021 del Salotto del Vino e del Verde di Montecarlo. L’appuntamento – già sold out – è fissato per domenica 5 settembre nel giardino di Palazzo Pellegrini Carmignani.

Il celebre evento enogastronomico, da sempre sintomo di qualità e tradizione che si rinnova, ha radunato per sei sere le migliori eccellenze culinarie lucchesi, declinate secondo il sapiente tocco degli chef locali e coniugate ai vini di due aziende vinicole sempre differenti. Un format che fa puntualmente centro, perché crea un autentico Hub del gusto incastonandolo in un contesto pregevole.

L’ingrediente principe per la serata con Locanda Lunardi’s? Le farine della Garfagnana, messe a disposizione dall’Associazione Produttori filiera garfagnina.

Così ecco un menù che si dipanerà seguendo questo filo conduttore, con quattro portate che strizzeranno l’occhio alla tradizione, inserendola però nel nuovo solco tracciato da Locanda Lunardi’s. L’idea che sospinge il progetto di ristorazione, fino a divenirne forza propulsiva già notevolmente apprezzata, resta nitida: contestualizzare al 2021 la cucina dei nostri nonni – detonatrice sincera di ricordi amati – inserendo tra le sue pieghe elementi ed istanze innovative.

Il tutto, accompagnato dai migliori vini della Fattoria Montechiari (www.montechiari.it) e della Fattoria del Teso (www.fattoriadelteso.it), per suggellare un percorso enogastronomico che – così composto – promette una discesa placida dentro ad una serata intrisa di suggestioni.

Il tocco in più destinato a conquistare gli ospiti arriva dalla preziosa collaborazione instaurata con lo chef Matteo Morbini di “Olio su Tavola”(https://www.oliosutavola.com/). A lui e allo chef Francesco Lunardi il compito di pensare un menù a quattro mani denso di richiami alla tradizione che si intersecano con chiavi di lettura più attuali. I due chef hanno già lavorato insieme a Sidney, nella cucina dello chef Peter Gilmore, stella indiscussa nel firmamento gastronomico australiano e mondiale. In seguito a percorsi differenti, entrambi sono tornati in Lucchesia, aprendo ristoranti che trasmettono la loro identità in cucina. Adesso tornano a collaborare dopo quattro anni dall’ultima volta.

Nel corso della sua già importante carriera, Matteo Morbini ha avuto modo di lavorare con Chef del calibro di Gordon Ramsay e Peter Gilmore, dai quali ha tratto fondamentali insegnamenti. Disciplina e rigore nella manipolazione di ogni ingrediente sono la preziosa eredità lasciatagli dal primo; una profonda umiltà ed un approccio nuovo agli ingredienti che possono derivare dal mondo vegetale rappresentano invece il lascito di Gilmore.

Francesco Lunardi, anche lui forte di una arricchente esperienza formativa in Australia, dove ha avuto modo di confrontarsi con alcuni tra i più grandi chef al mondo, è tornato in lucchesia con un’idea ben stampata in testa: uscire dalle narrative standard per raccontare attraverso i suoi piatti un universo culinario profondamente rinnovato. L’esperienza al fianco di chef giapponesi, coreani, brasiliani e australiani lo ha guidato all’interno di approcci differenti e oggi gli consente di proporre una cucina coinvolgente e irriverente, che si aggancia alle tradizioni dei nonni per approdare ad esiti più coraggiosi, grazie a contaminazioni che lasciano il segno con sapori decisi.

“Per noi di Locanda Lunardi’s – fanno sapere i titolari, i fratelli Giovanni e Francesco Lunardi – lavorare con i prodotti d’eccellenza messi a disposizione da alcune tra le preminenti realtà del territorio è senza dubbio motivo d’orgoglio. La nostra volontà è quella di creare piatti in grado di valorizzare l’eccellente lavoro fatto da loro, riproponendo il lato migliore della cucina tradizionale in chiave contemporanea. In questo modo andiamo a creare un luogo del gusto che merita senz’altro di essere abitato dai prodotti tipici del territorio lucchese”.

Olio su tavola – oggi gestito da Martina Bacci di Capaci e Matteo Morbini – è una galleria d’arte contemporanea – ristorante, caratteristica che a Lucca ne fa un posto unico, collocato fra il Duomo di San Martino e Piazza Napoleone, nel cuore del centro storico. Gli spazi delle cinque sale ospitano opere e installazioni di artisti che vanno dalla seconda metà del novecento fino ad oggi e periodicamente vengono allestite esposizioni temporanee. Il luogo ideale per una clientela che cerca un ambiente esclusivo e originale insieme ad un’offerta gastronomica di altissima qualità.

Per tutte le info sulla serata: https://www.comune.montecarlo.lu.it/home/news-eventi/eventi/Anno-2021/Salotto-del-Vino-e-del-Verde.html

Vai al sito di Locanda Lunardi’s: https://www.lunardismontecarlo.it/

Giovanni Mastria
Giovanni Mastria
Nato a Lucca, classe 1991. Scrivo con passione di cultura, attualità, cronaca e sport e, nella vita di tutti i giorni, faccio l’Avvocato. Credo in un giornalismo di qualità e, soprattutto, nella sua fondamentale funzione sociale. Perché ho fiducia nel progetto "Oltre Lo Schermo"? Perché propone modelli e contenuti nuovi, giovani e non banali.

Share this article

Recent posts

Eletti e rappresentanti

Vincitori e vinti

Urne chiuse

Popular categories

Recent comments