SìAmoLucca risponde a Lo Schermo: “Ora un tavolo di confronto fra partiti di centrodestra e liste civiche, ma con pari dignità di tutti”

-

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la risposta del Direttivo di SìAmoLucca all’editoriale sul futuro del centrodestra pubblicato il 26.10.2020 sul nostro Quotidiano.

In merito all’articolo sul futuro del centrodestra, sentendoci stimolati su un argomento che stiamo cercando di affrontare da diverse settimane, cogliamo l’occasione per inviare un nostro intervento.

“Chi sa parli. Una bella provocazione quella de Lo Schermo, a cui non ci vogliamo sottrarre. Ma per farlo, è necessaria una cronistoria del percorso fatto fin qui. Che includa bilanci e prospettive di quella che è o potrebbe essere la coalizione alternativa alla sinistra, destinata ad una prova dei fatti importante nel 2022, quando finalmente si tornerà a votare per il rinnovo del Comune. SìAmoLucca, la lista civica nata nel 2017 a sostegno di Remo Santini a cui si sono poi affiancati i partiti, dopo la vittoria mancata per un soffio e maturata in un clima di veleni non degno della nostra città, si è rimboccata le maniche: non solo il candidato sindaco è rimasto in consiglio comunale all’opposizione, ma onorerà il ruolo e il mandato fino alla fine. E’ però l’impegno di tutta la squadra che è stato costante ed è anzi cresciuto nel tempo, tanto che per oltre tre anni SìAmoLucca è stata il motore della minoranza e tutt’ora si contraddistingue per la passione che ci mette, per la presenza su tutte le tematiche e per la coerenza rispetto al ruolo a cui l’hanno chiamata gli elettori: non occorre infatti scomodare numeri e statistiche per appurare che si tratta di gran lunga del gruppo che ha proposto più iniziative e interventi sia in senso all’assemblea consiliare sia sulla stampa e con incontri in quartieri, paesi e frazioni che non sono mai venuti meno. Un percorso che ha portato SìAmoLucca a crescere, dotandosi di un direttivo e allargando la base degli aderenti: tanto che oggi la lista civica prosegue il suo percorso con rinnovato entusiasmo. Ma veniamo al dunque: chi sa parli, chiede appunto l’avvocato Giovanni Mastria, riferendosi alle ultime tensioni registrate nel centrodestra. Ebbene, la spiegazione è più semplice di quel che si crede. Le ultime elezioni regionali hanno impresso una positiva accelerazione anche sulle amministrative che si terranno a Lucca nel 2022, dando vita a dei riposizionamenti e al tempo stesso facendo nascere strategie che porteranno a individuare nomi e criteri da seguire, per far sì che finalmente al governo della città ci sia un’alternanza, quanto mai necessaria dopo i due fallimentari mandati guidati da Tambellini. SìAmoLucca, rispondendo ad una sollecitazione della coalizione, in vista del voto toscano di un mese fa, ha accettato di dare vita alla squadra di Toscana Civica per il cambiamento per la provincia di Lucca, a sostegno di Susanna Ceccardi. Nonostante la lista avesse un nome nuovo rispetto al nostro e pur avendo a disposizione solo quattro settimane di campagna elettorale, abbiamo sfiorato il 3 per cento nel capoluogo. A riprova della nostra forza, che poi è il frutto del radicamento sul territorio. Un risultato che ha avuto un doppio effetto: da un lato galvanizzare come giusto che sia SìAmoLucca (conscia che quella percentuale già soddisfacente di per sé, e maturata con poco tempo a disposizione e in un contesto fortemente politicizzato come quello del 20 e 21 settembre, su scala locale vale potenzialmente almeno il doppio) dall’altro un discutibile tentativo esterno di contrasto per mirare a un nostro ridimensionamento. Giochi della politica che non contestiamo perché sempre esistiti e in un certo qual modo comprensibili, ma dai quali vogliamo rimanere distanti e che non possiamo avallare: ritenendoli inutili, autolesionisti e dalle conseguenze imprevedibili. Restiamo invece convinti che si debba andare avanti determinati, e all’insegna di alcuni punti cardine: responsabilità nello studiare gli atti dell’amministrazione in questo ultimo anno e mezzo di mandato, senza pressioni che non siano quelle dei cittadini, perseguimento di ulteriori risultati mettendo da parte egoismi e protagonismi. In quest’ottica, finora inascoltati, abbiamo anche lanciato con entusiasmo l’appello a istituire un tavolo di confronto fra partiti di centrodestra e liste civiche, che inizi a studiare il percorso necessario a portarci alle prossime elezioni amministrative, senza fughe in avanti e con pari dignità di tutti: discutendo di quanto fatto finora dall’opposizione, dei risultati raggiunti e non raggiunti, di basi programmatiche per il futuro e poi di nomi. Un’idea che non abbiamo cambiato e che non cambieremo, convinti che sia l’unica strada giusta per poter riconquistare il Comune: sta agli altri, giunti a questo punto, rispondere. Noi ci siamo. Anzi, SìAmoLucca.”

Il direttivo della lista civica SìAMOLUCCA 

Giovanni Mastria
Giovanni Mastria
Nato a Lucca, classe 1991. Scrivo con passione di cultura, attualità, cronaca e sport e, nella vita di tutti i giorni, faccio l’Avvocato. Credo in un giornalismo di qualità e, soprattutto, nella sua fondamentale funzione sociale. Perché ho fiducia nel progetto "Oltre Lo Schermo"? Perché propone modelli e contenuti nuovi, giovani e non banali.

Share this article

Recent posts

“Storie di Premier – Box to Box”, il libro che racconta il calcio inglese. Dalla Toscana al football d’oltremanica

Perché non parlare del calcio inglese e raccontare le sue affascinanti storie? È proprio così che nasce l'idea di lanciare “Storie di Premier” (www.storiedipremier.it),...

Lucca, la Garfagnana e l’emigrazione di fine ‘800 raccontati nel libro “Il profumo dell’Elicriso”

Il libro dello scrittore garfagnino Guglielmo Franchi - edito da Maria Pacini Fazzi Editore - offre uno spaccato interessante e veritiero del fenomeno di...

Ex Manifattura: quel “nuovo” progetto richiesto dall’Amministrazione a Coima

Abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando, alla fine, l'amministrazione, il 16 novembre scorso, ha richiesto a Coima e Fondazione un nuovo progetto per...

“Il Mistero di Lucca”: quando Paperino e Zio Paperone si fermarono in città

Lucca è la città del fumetto, questo è risaputo a tutte le latitudini, merito di una tradizione che si porta avanti dal 1966, ovvero...

Ex Manifattura, la proposta di SìAmoLucca: un polo artistico-scolastico, il cinema, un parcheggio da 800 posti, uffici Tagetik e Agenzia delle Entrate

Un'ipotesi progettuale che prevede una sede unica per il Liceo Artistico "Passaglia" ora suddiviso su tre edifici (in modo da liberarli per consentire il...

Popular categories

Recent comments