Il comune di Lucca

-

Aprile 2015. L’allora presidente della Provincia Baccelli dichiara pubblicamente (e il Tirreno lo riporta) che la sede del Comune di Lucca sarà portata nel Palazzo Ducale in piazza Napoleone.

L’allora sindaco Tambellini è d’accordissimo e precisa: se ne parla da anni; e in effetti l’idea era partita dal sindaco Fazzi. Tutto ok, dunque – centrosinistra e centrodestra (Fazzi) compresi.

Sono passati più di sette anni, siamo al cospetto di un esempio significativo di come vanno le cose non solo a Lucca, ma nell’intero nostro Paese – come si vede bene anche nel corso dell’attuale campagna elettorale estiva. Il dibattito pubblico è assorbito più dal gossip che dai programmi, mentre i vari politici gareggiano nella corsa alla visibilità e quindi ne approfittano per spararle grosse senza una vera intenzioen di realizzare ciò che propongono…

Ma torniamo a noi. L’idea del Palazzo della Provincia (ente ormai ridimensionato) come sede del Comune di Lucca è buona, e soprattutto in linea con la storia della città: palazzo Ducale infatti fu sede della Repubblica di Lucca. L’era Tambellini ora è tramontata e nella sua amministrazione non ha fatto nulla. I lucchesi l’hanno quindi clamorosamente archiviata decidendo di dar fiducia ad un centrodestrta che così ha l’occasione di poter dimostrare le sue capacità amministrative. 

Non sappiamo se il nuovo sindaco Pardini e la sua giunta siano d’accordo sull’idea, ma se lo fossero (come tutto sommato auspicabile) potrebbero dare subito un piccole segnale di cambiamento e un’impronta di maggiore efficienza all’amministrazione della città.

Andrea Bicocchi @Andrea_Bicocchi

Andrea Bicocchi
Andrea Bicocchi
Imprenditore, editore de "Lo Schermo", volontario. Mi piace approfondire le cose e ho un'insana passione per tutto quello che è tecnologia e innovazione. Sono anche convinto che la comunità in cui viviamo abbia bisogno dell'impegno e del lavoro di tutti e di ciascuno. Il mio impegno nel lavoro, nel sociale e ne Lo Schermo, riflettono questa mia visione del mondo.

Share this article

Recent posts

Popular categories

Articolo precedenteIl sistema elettorale
Articolo successivoIl terzo polo

Recent comments