Virtuoso & Belcanto Festival: un fitto calendario di concerti

Virtuoso & Belcanto Festival: un fitto calendario di concerti

LUCCA – Virtuoso & Belcanto, il festival di musica da camera ideato da Riccardo Cecchetti (direttore artistico) e Jan Bjøranger, promosso e realizzato da Comune di Lucca, Associazione Voces Intimae e Teatro del Giglio, torna a Lucca dal 16 luglio al 5 agosto 2017, presentandosi alla città e ai suoi ospiti con una programmazione degna dei più importanti festival internazionali di musica classica.


Fulcro di Virtuoso & Belcanto è il suo ricco e articolato programma di masterclass e concorsi, nato per creare occasioni di formazione, conoscenza e collaborazione tra giovani musicisti e importanti concertisti e docenti di fama internazionale, dando al tempo stesso un’occasione unica di confronto fra nuovi talenti. Giovani e talentuosi musicisti che confermano il livello internazionale del festival e il suo successo: al momento attuale le iscrizioni già pervenute – a un mese esatto dalla scadenza dei termini – provengono da 30 paesi di 4 continenti (Oceania esclusa).
Mentre mantiene intatta la propria vocazione all’alta formazione strumentale, con masterclass dedicate a pianoforte e fortepiano, violino, viola, violoncello, contrabbasso e musica da camera, e concorsi riservati agli iscritti alle masterclass (per le categorie di violino, violoncello, pianoforte e musica da camera), Virtuoso & Belcanto condivide il proprio patrimonio musicale con la città che ospita il festival.
Alle masterclass e ai concorsi dell’edizione 2017, Virtuoso & Belcanto affianca quindi un ricco e intenso calendario di appuntamenti musicali, capace di offrire, nelle settimane del festival, l’opportunità imperdibile di ascoltare in concerto i ventuno docenti, tutti di fama internazionale, impegnati nelle masterclass – il leggendario Bruno Giuranna, Kyu-Young Kim (direttore artistico e leader della più importante Orchestra da Camera statunitense, la St. Paul Chamber Orchestra), Alain Meunier (direttore artistico della Scuola di Musica di Fiesole e del Concorso internazionale di quartetto d’archi di Bordeaux), Christian Ihle Hadland (direttore artistico del Festival di Stavanger), Torleif Thedéen, Eszter Haffner, Yejin Gil, Ilmari Hopkins, Alberto Bocini, Gabriele Ragghianti e Ivan Zavgorodniy, Boris Berman, Weiyi Yang, Marian Hahn, Jan Bjøranger, Luigi De Filippi, Maria Solozobova, Paul Cortese, Lars Anders Tomter, Sandro Meo e Riccardo Cecchetti -, gli studenti e i due ensemble in residenza (il trio Voces Intimae e la norvegese 1B1Orchestra).

 

1B1 Orchestra - Piazza San Michele, Lucca - agosto 2016 (foto Peter Adamik)Nei giorni del festival Lucca risuonerà a tutte le ore di splendida musica, offrendo al pubblico un cartellone ricco e composito di concerti ripartiti in tre sezioni tematiche: “I colori del talento” riservati agli studenti, “I Virtuosi” con gli ensemble in residenza e i docenti, ed “Esperienza classica”, interamente dedicata alle esecuzioni su strumenti originali. Musica diffusa, vitale e gioiosa, senza facili concessioni di programma, sarà eseguita nei luoghi più suggestivi e magici della città, dal teatro del Giglio a palazzo Pfanner, dalle chiese dei Servi e Santa Caterina a San Romano, passando per le mura urbane, la Casa del boia, il Giardino botanico e la splendida piazza Anfiteatro.
Il festival Virtuoso & Belcanto è reso possibile grazie al prezioso contributo di Tagetik, Guidi Car e Bechstein Pianoforti, e alla collaborazione di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini, Camera di Commercio, Opera delle Mura, Associazione Lucchesi nel Mondo, Liceo Musicale “A. Passaglia”, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Scuola di Musica Sinfonia, Maria Pacini Fazzi Editore, Animando, Cluster, Mmad, Encom21, Via Francigena entry point. Un ringraziamento particolare a Maria e Richard Allwine, che sostengono Virtuoso & Belcanto finanziando uno dei premi del concorso per pianoforte.

 

“Sono una appassionata di musica classica e mio marito è un pianista – ha spiegato Maria – e quando lo scorso anno ho potuto ammirare la qualità degli interpreti del festival ci siamo detti che saremmo diventati sostenitori. Lo considero davvero un privilegio”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com