Venti nuove telecamere e sanzioni più severe, Bagni di Lucca dichiara guerra a chi abbandona rifiuti in strada

BAGNI DI LUCCA – Venti nuove telecamere e sanzioni più severe per chi sgarra. Questi i provvedimenti concreti che l’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Michelini ha varato insieme alla alla società che si occupa del servizio di raccolta per combattere l’abbandono dei rifiuti e le discariche abusive. Un problema serio per tutte le amministrazioni sia per motivi di inquinamento ambientale, sia per le maggiori spese per la bonifica, sia per lo spettacolo indecoroso.

 

“Negli ultimi anni – afferma in una nota il consigliere delegato all’Ambiente Antonio Bianchi – tale fenomeno è in forte aumento e riguarda in modo indiscriminato rifiuti di qualsiasi genere, sia domestici che speciali. Oltre alle aree lontane dalla viabilità principale, luogo preferito per l’abbandono, anche accanto ai bidoni per la raccolta spesso si trovano ingombranti di vario genere come materassi, divani elettrodomestici ed anche rifiuti speciali ad esempio materiali edili da demolizioni o ristrutturazioni. Il problema è stato da tempo affrontato da questa amministrazione e in particolare dal sottoscritto, con l’ausilio dell’Ing. Tocchini, amministratore unico di Base srl, società incaricata della raccolta dei rifiuti sul territorio comunale. A titolo educativo abbiamo effettuato alla fine dell’anno scolastico passato e lo ripeteremo nei prossimi mesi, incontri con le scolaresche delle scuole elementari al fine di far conoscere e riflettere i giovani sull’importanza della raccolta differenziata e della necessità di tutelare l’ambiente e con esso il loro futuro. Tocchini è inoltre stato presente a tutti gli incontri che gli amministratori hanno avuto nelle frazioni del nostro territorio al fine di sensibilizzare i cittadini verso una più corretta differenziazione delle diverse frazioni”.

 

“Coscienti però che queste azioni da sole non possano risolvere il problema dell’abbandono dei rifiuti – prosegue Bianchi – la società Base, d’accordo con l’amministrazione, ha deciso di procedere all’acquisto ed alla installazione in prossimità delle oasi di raccolta presenti nelle frazioni del nostro comune, di 20 telecamere controllabili da remoto, che permetteranno una sorveglianza del territorio adiacente. Tra l’altro nel consiglio comunale del 12 settembre scorso, in occasione dell’approvazione del regolamento di polizia urbana, la sanzione amministrativa per abbandono dei rifiuti è stata aumentata da 50 a 100 euro. Siamo convinti peraltro – dice ancora il consigliere – che l’eliminazione nelle frazioni delle oasi ecologiche, laddove sia praticabile la raccolta porta a porta, potrà portare ad una ulteriore diminuzione degli abbandoni incontrollati dei rifiuti. Per questo motivo a breve procederemo ad estendere il servizio porta a porta anche alla frazione di Benabbio. Questo permetterà fra l’altro di aumentare la percentuale di raccolta differenziata (del 71% circa nel primo semestre 2018) perché il servizio di raccolta presso l’abitazione stimola maggiormente il cittadino alla differenziazione dei rifiuti. Per migliorare inoltre la qualità dei rifiuti da smaltire, in particolare la frazione organica (umido) si è deciso di procedere a breve alla distribuzione gratuita ai cittadini dei sacchetti in materiale biodegradabile.

 

Sempre nell’ottica di ottenere economie dal recupero dei materiali, presso l’isola ecologica ubicata sulla via per Lugliano sono state create ulteriori raccolte specifiche quali quelle del legno non verniciato, dei materassi e dell’olio commestibili. Ricordo infine – conclude Bianchi – che è stato potenziato il servizio di ritiro ingombranti presso le abitazioni dei cittadini che di norma viene effettuato nei pomeriggi di ogni giovedì”.

 

Per attivare il servizio si può telefonare al numero 340/7726629 dalle 8 alle 14 dal lunedì al sabato per fissare un appuntamento per il ritiro gratuito di massimo tre pezzi. È possibile inoltre prenotare il ritiro di un numero maggiore di ingombranti, in data da concordare, ad un prezzo forfettario di 30 euro. Invitiamo infine tutti i cittadini che necessitino di ulteriori informazioni in merito a qualsiasi problema concernente lo smaltimento dei rifiuti, a telefonare allo stesso numero che fornirà tutte le indicazioni necessarie.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter