Un pizzico di ironia e il piatto è servito, l’ultimo libro di Federico Pagliai

Un pizzico di ironia e il piatto è servito, l’ultimo libro di Federico Pagliai

BAGNI DI LUCCA – Gustoso, sotto ogni punto di vista, il libro “Storie di Stinchi e… contorni”, scritto – certamente divertendosi – da Federico Pagliai, eclettico personaggio che già ha pubblicato scritti con al centro la natura e la montagna e che di questi luoghi, tra la valle della Lima e il versante pistoiese, racconta ora storie di cucina e non solo. L’incontro con l’autore è per venerdì 18 novembre alle 21, nella sala rosa del Circolo dei Forestieri a Bagni di Lucca. Un ritorno con un nuovo testo per Pagliai, che da queste parti è ormai di casa.

 

Ma chi è questo Stinchi, all’anagrafe Marco Mucci? E’ un uomo dei monti che ha passato la vita davanti ai fornelli, cercando anche nella cucina la semplicità delle cose buone, prodotti tipici di eccellenza alla base dei suoi piatti. Nell’incontro della rassegna “Omaggio a Divizia”, a Bagni di Lucca, Pagliai illustrerà il progetto di fondo e il significato dei venti racconti che partono, con tanta fantasia, dalle vicende di Stinchi. Il protagonista è un cuoco, figlio di un boscaiolo, di 70 anni, che fin da ragazzo mostra la sua vocazione per i fornelli, invece che per i lavori nei boschi, e tanto meno, per un diploma tecnico o il lavoro nelle fabbriche, meta di quasi tutti i compagni.
Stinchi, dunque, come racconta Pagliai si dà anima e corpo a “un mestiere che a quel tempo era appannaggio quasi esclusivamente del sesso femminile “.

 

Il cuoco non si limita a preparare i suoi piatti da buongustai, basati sui prodotti tipici della montagna, ma si reca al mercati per individuare con cura i prodotti. E non si ferma alle esperienze tramandate da familiari e amici, ma si aggiorna leggendo e studiando. E’ in questo modo che individua i temi proposti del movimento Arcigola, oggi più noto come Slow Food, diventando un convinto seguace di quei valori. Che mette tutti nelle sue proposte culinarie, di cui il libro di Pagliai è ricco. In fondo ad ogni racconto c’è infatti una ricetta che farà felici i lettori, già deliziati dall’arguzia, l’ironia, lo spirito goliardico delle storie raccontate, nelle quali non manca però la descrizione della caparbietà e della resistenza per non perdere i valori di un territorio bello, ma duro.

 

Federico Pagliai è nato a La Lima, noto come “il paese più all’ombra d’Italia”, nel 1966. Vive e lavora sulla montagna pistoiese, dove fa l’infermiere. E’ anche volontario nel Soccorso alpino speleologico. Grande camminatore e conoscitore della montagna, è autore di altri libri di successo.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com