Tau Calcio, Antonio Paolini nuovo ingresso nell’area scouting

Tau Calcio, Antonio Paolini nuovo ingresso nell’area scouting

ALTOPASCIO –  Prosegue il processo di crescita del Tau Calcio Altopascio che investe sempre di più nel proprio settore giovanile, con l’obiettivo di scovare e far crescere con i colori della casacca amaranto i giovani campioni del domani. La società del presidente Antonello Semplicioni ha infatti annunciato l’arrivo ad Altopascio di Antonio Paolini, ex responsabile del settore giovanile della Lucchese, che ricoprirà il ruolo di responsabile scouting dell’area agonistica. Paolini, che vanta una lunga esperienza sia da allenatore che da dirigente, si metterà subito al lavoro, insieme al suo staff, per individuare nuovi talenti in vista della prossima stagione.

 

La sua carriera inizia nel 2000 sulla panchina della Pieve San Paolo per poi proseguire su quella della Fortis Lucchese. Dal 2007 passa a ricoprire il ruolo di direttore sportivo in squadre sempre più importanti: inizia nel Pescia-Uzzanese, si trasferisce al Ghivizzano per poi approdare al Montecatini contribuendo alla crescita della formazione pistoiese in serie D. Nel mezzo, tra il Ghivizzano e il Montecatini, Paolini ricopre per tre anni il ruolo di responsabile del settore giovanile della Lucchese, sotto la guida dell’allora presidente Nicola Giannecchini. Ora, la nuova avventura con il Tau a cui è legato da tempo da profonda amicizia e stima reciproca. Nel nuovo ruolo, Paolini avrà il compito di andare a cercare talenti, valorizzarli e portarli in società.

 

“Sono molto felice per questa nuova avventura – afferma Paolini -. Questo per me è un ruolo inedito quindi un’opportunità di crescita professionale importante che vivo con entusiasmo. Con i dirigenti amaranto ci conosciamo da anni e c’è ammirazione reciproca, sono quindi convinto che ci sia la possibilità di fare molto bene qui”.

 

Valorizzazione del singolo, tecnica e marcatura: saranno questi i punti centrali su cui Paolini imposterà il lavoro di scouting. “È molto più facile oggi insegnare la tattica, ma la tecnica è fondamentale, soprattutto tra i ragazzi e nel settore giovanile, a partire dai più piccoli – afferma -. Qui c’è una struttura attrezzata in cui crescere, formarsi, allenarsi e mettersi alla prova e una società che ti segue fin dalla tecnica di base, che viene data troppo spesso per scontata, ma che rappresenta invece il punto di partenza su cui far crescere e sviluppare un calciatore. Il riscatto del settore giovanile in Italia a mio avviso deve passare da questi due filoni”.

 

Soddisfatto per il nuovo innesto anche il Direttore sportivo amaranto Dante Lucarelli: “La crescita e lo sviluppo di calciatori in grado di ambire all’alto livello è un aspetto fondamentale del nostro lavoro – commenta il Ds -. In questo periodo, di solito, le società iniziano a pianificare la prossima stagione e noi non vogliamo certo farci trovare impreparati. Per questo non possiamo che essere felici per l’ingresso in società di un personaggio del calibro di Antonio Paolini che va ad aggiungere un nuovo tassello fondamentale della nostra struttura. Con lui c’è identità di vedute e sono sicuro che il suo lavoro porterà ottimi risultati. Auguro a lui e a tutto lo staff che andrà a gestire un buon lavoro”.

 

Paolini va ad accrescere l’area scouting, che già oggi è composta da Giuseppe Di Furia, responsabile per il centro di formazione Inter, Simone Baldocchi, Alessandro Ricci, responsabile per la prima agonistica, Alessandro Papini, Paolo Franzoni, Roberto Gallo e Stefano Piro.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter