Tambellini fa il bilancio dei primi sei mesi e guarda al futuro di Lucca

Tambellini fa il bilancio dei primi sei mesi e guarda al futuro di Lucca

LUCCA – Il primo bilancio del secondo mandato di Alessandro Tambellini e della sua giunta chiude l’anno facendo il punto su quanto è stato fatto, ma anche guardando al futuro della città. Uno dei punti cardine di questo secondo mandato Tambellini, infatti, è quello di ‘disegnare’ la Lucca del futuro. O per lo meno iniziare a guardare al futuro capendo come la città dovrà essere.

 

Ed è in questo senso che vanno le azioni messe in atto dal Comune nei vari ambiti. «Questo – ha commentato Tambellini aprendo la conferenza stampa di bilancio – sarà il mandato del consolidamento delle cose fatte, del completamento di quelle iniziate, della realizzazione concreta di ciò che ad oggi è su carta e della definizione di una nuova progettazione che ci permetterà di gettare le basi per una Lucca capace di compiere ulteriori salti di qualità: noi disegniamo la città del futuro, dal centro fino alle aree più periferiche»

 

VALUTAZIONE POSITIVA – Quella che il sindaco e la giunta dà è una valutazione sostanzialmente positiva che fa sì che vengano raccolti i frutti del lavoro fatto nel mandato precedente e che permette, oggi, di avere un quadro chiaro e una visione strategica di quello che Lucca dovrà essere nei prossimi anni. «Una città – dice Tambellini – che saprà crescere tutta assieme, grazie a una progettazione a raggiera, in parte già in atto, che dal centro storico si espande verso le frazioni e i paesi, passando per i quartieri. E’ una visione politico-amministrativa ben chiara, che porta a un profondo rilancio di Lucca nella sua totalità, attraverso un percorso che, da una parte tende a valorizzare il centro storico e, dall’altra, ricuce urbanisticamente il centro con le zone periferiche, grazie al piano appositamente studiato che darà nuovo slancio e respiro alla stessa città».

Tambellini rivendica il fatto di essere stato il primo a parlare di periferie e soprattutto a realizzare un piano che investa nella riqualificazione urbanistica, culturale e sociale. «A breve – afferma – partiranno i cantieri per Sant’Anna, San Vito e San Concordio e, nel frattempo, lavoreremo alla programmazione di nuovi interventi anche sui quartieri più esterni fino alle zone più periferiche e di confine».

Il 2018 di Lucca, quindi, per il suo primo cittadino si prospetta come un anno caratterizzato da grandi cantieri, ma anche da «nuovi progetti, perché abbiamo innescato un meccanismo virtuoso che alimenteremo di continuo, cercando così di avviare di anno in anno nuovi e attesi interventi».

 

PERIFERIA E QUARTIERI SOCIAL – Già a primavera partiranno i cantieri ‘Piu’ a Sant’Anna con la riqualificazione di piazzale Sforza (fabbricato di proprietà comunale compreso per un
importo di 2,5 milioni di euro) e degli impianti sportivi di via Matteotti (955mila euro), la ristrutturazione dell’ex circoscrizione di viale Einaudi e la realizzazione della nuova rotatoria di piazzale Boccherini, con sottopasso ciclopedonale e completamento delle piste ciclabili su viale Puccini (tre lotti di interventi da 2.4 milioni euro, 430mila euro e 147mila euro).

 

Con l’accordo firmato dal sindaco Tambellini a Roma con il Governo, 23 milioni di euro saranno disponibili per i “Quartieri Social”. Gli interventi previsti riguarderanno San Vito e San Concordio.

Per San Vito gli interventi riguarderanno l’area sportiva scuola secondaria “Chelini” (170mila euro, novembre 2018-agosto 2019) la riqualificazione e il recupero dell’ex Distretto Socio Sanitariodi via Giorgini da adibire a centro civico (735mila euro – ottobre 2018-giugno 2020); teatro all’aperto nel quartiere San Vito (49mila euro); recupero funzionale dei locali della Parrocchia di San Vito da utilizzare a fini sociali (239mila euro ottobre 2018-giugno 2019); riqualificazione percorsi ciclo pedonali del quartiere San Vito; riqualificazione piazza Ludovico Ariosto e palazzi di edilizia residenziale (7,5 milioni di euro-ottobre 2018-giugno 2021).

 

Per San Concordio: modifiche e completamento dei lavori di riqualificazione area ex Gesam con parcheggio pubblico interrato (6 milioni di euro – ottobre 2018–dicembre 2020); riqualificazione di via Nottolini e via della Formica con inserimento di pista ciclabile (718mila euro ottobre 2017-ottobre 2018); messa in sicurezza delle aree verdi del quartiere comprese tra piazzale Aldo Moro e l’Acquedotto del Nottolini, da destinare ad attività collettive (4 milioni di euro – novembre 2018–fine lavori a dicembre 2019).

Gli interventi edilizi saranno accompagnati da sette progetti di cittadinanza attiva di cui due specificatamente mirati all’aumento della sicurezza e cinque sulla coesione sociale.

 

MUSEO DEL FUMETTO E MANIFATTURA – Quattro milioni di euro sono stati stanziati dal Piano strategico del Mibact e destinati alle Mura urbane e al nuovo Expo Comics Museum che trasformerà il museo del Fumetto attuale in una struttura espositiva viva e multifunzionale. Fra poche settimane, conclusi i lavori di restauro, partirà il bando per l’assegnazione di una parte cospicua degli edifici nord-est della ex Manifattura a un soggetto di formazione universitaria e post universitaria. Questa assegnazione sarà il motore principale che alimenterà la costituzione della ‘cittadella della cultura’ dotata di sale studio, mediateche, biblioteche e archivi. Le nuove funzioni renderanno permeabile il grande edificio che non costituirà più un blocco, ma un nuovo collegamento urbanistico con i quartieri limitrofi.

 

IL PIANO STRUTTURALE DIVENTA OPERATIVO – Dopo l’approvazione del Piano strutturale, il 2018 vedrà la partenza del Piano operativo che disegnerà il futuro urbanistico in dettaglio di tutto il territorio comunale. Anche il trasporto vedrà Lucca primeggiare nel 2018 nell’innovazione con l’installazione di ben 19 stazioni di ricarica per veicoli elettrici con tecnologia Enel a disposizione per il traffico urbano ed extraurbano. Le nuove tecnologie a banda larga entrano dentro le Mura con la rete 5G sperimentata proprio a Lucca oltre che a Barcellona e Bristol, con le grandi possibilità della realtà aumentata e dei big data tratti dalla telefonia mobile, che forniranno nuove indicazioni per gestire trasporti, traffico e logistica per i grandi eventi.

 

BILANCIO DI SEI MESI DI LAVORO – Per Tambellini però è anche il momento di tirare un bilancio di quello che è stato fatto in questi primi sei mesi di lavoro. Un bilancio sostanzialmente giudicato positivo.

 

ASCOLTO SUL TERRITORIO – Sono stati già 102 i cittadini si sonopresentati agli incontri degli assessori sul territorio nelle sedi delle ex circoscrizioni, a questi si aggiungono altri 51 appuntamenti concordati singoli o gruppi. Le segnalazioni sono state oltre 100 (su arredo e decoro urbano, viabilità, cartellonistica, taglio dell’erba,
servizi al cittadino, sicurezza). L’esperienza verrà ripresa a partire dai primi mesi del 2018.

 

CITTADINANZA ATTIVA E SICUREZZA – La sicurezza è senz’altro uno dei temi centrali di questi tempi e, pertanto, non poteva non essere tra le prime voci del bilancio. Procede in maniera spedita il progetto per il controllo di vicinato, già attivo a San Vito e al quale si affianca il progetto Lucca Sicura esteso a tutto il territorio comunale con il portale “inallerta.it/lucca”.

Un nuovo progetto legato ai “Quartieri social” è il portierato di
quartiere, un presidio sul territorio con l’ascolto, l’osservazione e la segnalazione di problemi, pericoli ma anche di risorse.

 

POLITICHE DI GENERE E DELLA MEMORIA – Prosegue il lavoro per valorizzare la conoscenza delle donne che hanno contribuito alla cultura e alla storia italiana e della città. A settembre è stata intitolata a Michela Fanini la pista ciclabile di viale Castracani mentre presto la rotonda di Porta Santa Maria ricorderà Maria Eletta Martini di cui proprio oggi cade l’anniversario della morte. È stato creato per la prima volta un assessorato per le politiche della memoria che ha già organizzato alcuni spettacoli e incontri.

 

POLITICHE FORMATIVE – Il risultato più importante ‘portato a casa’ da Tambellini è l’inserimento nella legge di bilancio dello Stato della statalizzazione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Boccherini.

 

SOCIALE – A Santa Maria a Colle è stato firmato il primo patto di collaborazione che vedrà la ex scuola primaria gestita direttamente dagli abitanti della frazione grazie al nuovo regolamento cittadini-amministrazione per i beni comuni approvato ad aprile. In attività il nuovo Centro per le famiglie di San Concordio inaugurato a marzo per promuovere e sviluppare attività a sostegno delle realtà familiari e della genitorialità in collaborazione con associazioni e singoli. Introdotto da dicembre il nuovo REI (reddito d’inclusione) che sostituisce la SIA (sostegno inclusione attiva).

 

CENTRO STORICO – Inaugurata a fine settembre il tratto nord dell’illuminazione esterna delle Mura (600mila euro da Regione Toscana) che conclude il grande circuito di valorizzazione notturna del monumento. Approvato il progetto per i lavori di riqualificazione di piazzale Verdi nella zona della ex Cavallerizza e di collegamento con Porta San Donato, per una cifra di 435mila euro. In partenza a gennaio i lavori di riqualificazione di piazza del Collegio, piazza Bernardini e restauro di piazza Napoleone.

 

GRANDI EVENTI E CULTURA – Dopo il successo sia per il concerto dei Rolling Stones che dei Comics 2017, si prosegue, migliorando, il servizio di protezione civile, che ha permesso di svolgere eventi di tale portata, senza che vi fossero problemi. In particolare, nel 2017 è stato introdotto il sistema di prenotazione on line dei parcheggi, gestita da Metro srl, che ha dimostrato di essere molto efficace, ma anche molto gradita dai visitatori in occasione di questi eventi.

Dal punto di vista della cultura, il Comune ha messo a segno un importante risultato con l’adesione alla nuova rete di teatri toscani: Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Goldoni di Livorno e Teatro del Giglio di Lucca. Alla base dell’accordo
c’è la collaborazione tra i teatri per la creazione di un vero polo della lirica toscano; i teatri si scambieranno idee, comunicazione e marketing, produzioni e allestimenti, fino ad arrivare alla coproduzione di un titolo, che verrà presentato nelle quattro città. Inoltre, è stata firmata la convenzione 2018-2022 per il Lucca Summer Festival con Di & Gi srl: oltre alla valorizzazione dell’evento in piazza Napoleone, l’accordo prevede la rinascita del Winter
Festival al Teatro del Giglio e la possibilità di inserire due eventi speciali nell’area dell’ex Campo Balilla. L’anno si chiude con il bando “Vivi Lucca 2018” per la selezione e coordinamento del calendario
unico degli eventi.

 

TURISMO E PROMOZIONE – La città, meta di importanti meeting internazionali già con il G8 della primavera scorsa, ha accolto a settembre il VII Forum Europeo degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa. Sul lato della promozione ottimi risultati per l’ufficio turismo comunale che ha portato a Lucca una serie di trasmissioni Rai che nelle prossime settimane manderanno in onda importanti reportage sulla città e il suo territorio. Prosegue
il coordinamento Mura – Mare con il Comune di Viareggio per la reciproca collaborazione sui grandi eventi.

 

IMPIANTI SPORTIVI – Dopo la piscina, completati al Palazzetto dello sport gli interventi di consolidamento dei solai delle tre palestre; a primavera un altro lotto di lavori per circa 900mila euro consentirà adeguamento antisismico, nuovi bagni e aumentata capienza. È stato inoltre presentato al Coni per essere inserito nelle proposte di intervento da finanziare con il Fondo Sport e Periferie del Governo il progetto di messa a norma definitiva che riguarda il palazzetto dello sport e il campo scuola per l’atletica leggera di via
delle Tagliate.

 

EDILIZIA SCOLASTICA – Numerosissimi gli interventi di ristrutturazione sulle scuole fra cui l’Asilo Nido “Scoiattolo” riaperto dopo totale restauro; le scuole dell’infanzia di Nozzano, “Nieri” di Ponte a Moriano, Pontetetto, “Il Girasole” del centro storico, e, infine, le scuole primarie: interventi alla “Dante Alighieri”, completato nell’estate il totale restauro e ampliamento della scuola di Sant’Angelo; interventi alla “Pascoli”. Per le scuole medie: “Custer De Nobili” di Santa Maria a Colle, “Chelini” di San Vito, “Del Prete” di S.Anna, “Buonarroti” di Ponte a Moriano, “Massei” di Mutigliano.

 

SANITA’ – Assieme agli altri sindaci della conferenza zonale prosegue l’impegno per il miglioramento dei servizi sanitari sul nostro territorio. Il principale risultato ottenuto è l’aumento di 14 posti letto a Campo di Marte per le cure intermedie. La riunione con il direttore di area vasta ha portato all’impegno per l’eliminazione delle liste d’attesa tramite il CUP 2.0. Grazie a finanziamenti europei verrà attivato Acot Agenzia per la continuità ospedaliera sul territorio che accompagnerà i pazienti per 30 giorni dopo la dimissione dal
ricovero.

 

LAVORI PARTECIPATI – Inaugurato il nuovo parcheggio scambiatore alla stazione di Ponte a Moriano con 21 posti auto. A questo capitolo vanno anche ascritte le piste ciclabili di viale Matteo Civitali e Sant’Anna volute proprio dai cittadini residenti nei due quartieri.

 

SICUREZZA STADALE – È stata completata la rotatoria fra circonvallazione – via dei Macelli, resa definitiva la piccola rotatoria fra via Squaglia e via Nottolini, realizzati marciapiedi in via Ingrillini. Nuove piste ciclopedonali in via di Mugnano (200 m), viale
Cadorna (200 m), viale Matteo Civitali (373 m), via di Tiglio e via Carlo Piaggia (400 m); in completamento un nuovo tratto di viale Puccini. A novembre sono state realizzate le nuove asfaltature all’Arancio, San Filippo e San Concordio.

 

AMBIENTE E DECORO URBANO – Prosegue l’installazione di nuove isole ecologiche nel centro storico: dopo i saggi archeologici nei primi mesi del 2018 sarà completata la nuova isola di piazza San Romano. Notevole l’impegno profuso negli ultimi mesi dal nucleo ambientale della Polizia Municipale per controllare e contrastare sul territorio l’abbandono di rifiuti e la non osservanza delle norme.

 

COMMERCIO – Prenderà il via presto la moratoria sull’apertura di nuovi esercizi di somministrazione alimentare nel centro storico, mentre su richiesta dei commercianti saranno potenziati i controlli da parte della Polizia municipale per verificare la regolarità delle occupazioni di suolo pubblico e di decoro esterno degli esercizi commerciali. Il Centro Commerciale Naturale di Ponte a Moriano è stato inoltre ampliato e rafforzato inglobando le frazioni collinari. Infine, grazie a un finanziamento di Sistema Ambiente, è arrivata a Lucca, a disposizione dei commercianti, LastMinuteSottoCasa (LMSC): l’applicazione che riduce lo spreco alimentare, promuove il piccolo commercio e riduce i rifiuti.

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Giovanni
    29 dicembre 2017, 19:06

    Tutto bello, tutto ottimo, vi fate i complimenti da soli, come ormai e’ normale, ma qualche cosa di cui ve ne siete infischiati ci sarà pure…o no ?

    Amianto : Lucca ne e’ piena. In tutti i comuni si fanno regolamenti per richiedere quantomeno un asseveramento dello stato delle coperture e dei manufatti , se non addirittura la rimozione, talvolta anche incentivata. Qui niente. . Poi succedono i problemi tipo Rox e cadono tutti dal pero.

    Marciapiedi : abbiamo visto in questi giorni di forte pioggia, i marciapiedi erano delle belle piscine con 3-5 centimetri d’acqua, impraticabili.

    Traffico : Indubbiamente e’ aumentato anche a causa di scelte poco felici. Sicuramente il sottopasso di via Ingrillini e’ un miglioramento ed i futuri sottopassi lo saranno anche loro, ma qui bisogna chiamare un esperto, l’impressione e’ che chi suggerisce e progetta ora la viabilità a Lucca, con tutte queste stradine strette, curve e curvettine, marciapiedini e divisori, abbia in testa una cosa piu’ simile alla famosa "microguida", quella con la pallina e le buche con cui si giocava al mare, che non una citta’ dove continuano a girare camion e TIR.
    Ovviamente se il traffico aumenta, aumentano anche rumore ed inquinamento.

    Piste ciclabili : meno male, pero’ poi le cose si devono fare fino in fondo. Troppi percorsi ciclabili finiscono nel nulla o richiedono attraversamenti stradali che diventano un pericolo, perche’ i ciclisti non scendono e ti spuntano a tutta velocità sulle strisce, non dando il tempo nemmeno di vederli e fermarsi.

    Controlli della polizia municipale : abituati forse a vedere i loro ex-comandanti a correre dietro le colleghe, hanno perso il senso del loro compito. Spuntano in quantita’ ed in pompa magna solo per i comics, i mega concerti, le maratone e le visite di qualche politico….poi non si sa dove vanno. Se li chiami al telefono il piu’ delle volte non si vede nessuno.
    Avete visto quante targhe rumene e bulgare girano dalle nostre parti ? Avete visto quanta indisciplina c’e’ alle rotonde, quanta gente non rispetta le strisce pedonali, quante macchine "bidoni" girano ?

    Edilizia : dopo aver autorizzato e commesso tanti soprusi ed abusi negli anni precedenti sembra, forse per paura di qualche esposto, o perche’ hanno rimosso qualcuno, si siano calmati con gli intrallazzi. Resta pero’ un fatto che a Lucca si continua a cementificare senza imporre a chi costruisce di lasciare aree verdi, anzi, di crearle se non ci sono. Non si richiedono impatti ambientali ed acustici, si lascia tutta l’autonomia e la responsabilità a che presenta il progetto…e poi non si controlla.

    Campo balilla : si commenta da solo. Dopo i Rolling Stones doveva essere ripristinato, poi hanno capito che dopo ci sarebbero stati i Comics e non valeva la pena. Previsione : in primavera butteranno un sacco di soldi per tentare di seminare non so cosa, ma poi prima dell’estate il primo evento rispianerà tutto, poi un altro concertone, e poi i Comics…..insomma l’abbiamo perso.

    Immigrati : fortunatamente si sono tutti procurati la bici, e quindi hanno smesso di rubarle, direi che e’ uno dei problemi che si e’ risolto da solo.

    Luci : che esista un regolamento regionale forse i "nostri"non lo sanno, basta vedere la luce alla rotonda di Carlo Piaggia che spara in faccia alle case e disperde nel cielo. Passando con l’aereo sopra Lucca si vede quanta dispersione di luce genera questa città, soprattutto dovuta a illuminazioni private, realizzate senza criterio e che nessuna verifica.

    potrei continuare con i fossi ( bella la nuova tassa), le buche sulle strade etc. ma non voglio sottrarre argomenti ad altri commentatori.

    Comunque se dichiarano che la situazione migliorerà, auguriamocelo tutti, sta per iniziare il 2018 e dobbiamo essere positivi. Auguri.

    RISPONDI

.

Newsletter