Strage di Viareggio: una ferita ancora aperta a 9 anni dalla strage

Strage di Viareggio: una ferita ancora aperta a 9 anni dalla strage

VIAREGGIO – Sono passati nove anni, ma la ferita della Strage di Viareggio è ancora aperta. Non solo nella città della Versilia, ma anche nelle menti e nei cuori di tutti coloro che l’hanno vissuta da vicino o da lontano.

E’ una di quelle ferite che difficilmente si rimarginano e forse è bene così, perché serve a mantenere viva la memoria di quello che è accaduto affinché si lavori per far sì che non accada più una tragedia simile.

 

Trentadue vite spezzate nell’arco di pochissimi minuti. Trentadue famiglie gettate nella disperazione. Una lotta che dura da nove anni per far sì che sia fatta giustizia per queste trentadue persone che hanno avuto la vita spezzata dallo scoppio della cisterna.

 

Di quel giorno rimane il ricordo del silenzio irreale che sovrastava Viareggio il giorno dopo la strage, mentre ancora le macerie erano fumanti, mentre i vigili del fuoco ancora lavoravano. Un silenzio che rappresentava l’incredulità di una città che si guardava negli occhi e ancora non comprendeva quello che era successo e soprattutto perché poteva essere successo. Un silenzio che era rispetto per coloro che erano morti. Un silenzio che era dolore di tutta la città, piegata di fronte alla tragedia che si era consumata in pochi istanti, ma che dopo nove anni continua ad essere viva.

 

Anche stasera, all’ora della strage, le 23:48, i treni fischieranno e, per tutta la giornata, hanno fischiato fermandosi o transitando dalla stazione di Viareggio. Un segno di rispetto e di ricordo.

Il Governo è stato presente con il ministro Bonafede, che ha promesso giustizia per le famiglie e vari sono stati i ricordi, in una giornata di celebrazioni e di momenti di riflessione.

 

 

 

In ricordo di:

Iman (3 anni) Hamza (17) e Mohammed Ayad (51)

Aziza Aboutalib (46)

Nadia Bernacchi e Claudio Bonuccelli, 59 e 60 anni
Abdellatif e Nouredine Boumalhaf, 34 e 29 anni
Rosario Campo, 42 anni
Maria Luisa Carmazzi e Andrea Falorni, 49 e 50 anni
Alessandro Farnocchia, 45 anni
Antonio Farnocchia, 51 anni
Marina Galano, 45 annI
Ana Habic e Mario Pucci, 42 e 90 anni
Elena Iacopini (32),
Federico Battistini (32 anni),
Emanuela Milazzo (63) e Mauro Iacopini (60 anni)
Magdalena Cruz Ruiz Oliva, 40 anni
Ilaria e Michela Mazzoni, 36 e 33 anni
Emanuela Menichetti, 21 anni
Stefania Maccioni (40 anni), Luca (5) e Lorenzo Piagentini (2)
Angela Monelli (fuori dalla lista ufficiale delle vittime)
Rachid Moussafar, 25 anni
Sara Orsi e Roberta Calzoni, 24 e 54 anni
Elisabeth Silva, 36 anni

 

 

 

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com