Sosta in piazzale Verdi, Confesercenti scrive al Comune per ripristinare la fermata

Sosta in piazzale Verdi, Confesercenti scrive al Comune per ripristinare la fermata

LUCCA – “Consentire temporaneamente l’accesso dei bus turistici in piazzale Verdi ripristinando la fermata turistica fino al termine delle operazioni di scavo del sottopasso, evitando come unico punto dell’area ovest della città quello del Palatucci”. Questa la richiesta ufficiale che Confesercenti Toscana Nord, con la sua responsabile Lucca Francesca Pierotti ed il coordinatore Centro Storico Massimiliano Giambastiani, hanno inviato agli assessori Marchini e Bove dopo la chiusura delle viabilità di accesso laterali a piazzale Boccherini con il temporaneo spostamento delle fermate dei bus turistici al Palatucci. “Nel percorso di riqualificazione urbana che è in corso nella zona di piazzale Verdi e di piazzale Boccherini, oggetto anche dell’ultimo incontro tra la nostra associazione di categoria ed il comune di Lucca – spiega Pierotti -, si torna a chiedere la realizzazione di soluzioni tamponi che accompagnino i lavori di riqualificazione. Ma soprattutto una comunicazione preventiva delle modifiche in atto in tema di viabilità e sosta al fine di evitare situazioni di disagio e conflittualità. Era già accaduto qualche settimana fa che, a fronte di un disponibilità di dialogo reciproco ci siamo poi trovati alla cancellazione di alcuni stalli blu senza alcuna informazione. Comprendiamo che la cantierizzazione è sempre una fase complessa – insiste la responsabile Lucca di Confesercenti Toscana Nord – ma il Comune deve altrettanto comprendere i disagi che inevitabilmente ricadono sulle attività della zona. Per questo proponiamo di consentire temporaneamente l’accesso dei bus turistici in piazzale Verdi ripristinando la fermata turistica fino al termine delle operazioni di scavo del sottopasso. In questo modo si evita che l’unico punto di fermata dell’area ovest della città sia quello del Palatucci, non aggravando ulteriormente nei mesi primaverili la situazione di sofferenza a cui è già sottoposta l’area. Proprio in un’ottica di collaborazione emersa nel recente incontro – conclude Francesca Pierotti – siamo fiduciosi che il Comune accoglierà positivamente questa richiesta e che da subito a fronte di ulteriori modifiche metta in atto anticipatamente situazioni alternative che possono emergere dalla disponibilità all’ascolto reciproco che ci siamo proposti.”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com