Scuola IMT: un milione di euro per otto progetti innovativi

Scuola IMT: un milione di euro per otto progetti innovativi

LUCCA – Grande successo nel campo della ricerca nazionale per la Scuola IMT, che si è appena aggiudicata il finanziamento di otto progetti da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca, nell’ambito del competitivo programma PRIN 2017.

 

Acronimo di “Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale”, il programma assegna finanziamenti a progetti di ricerca pubblica, di alta rilevanza e innovazione e che abbiano una dimensione nazionale, con l’obiettivo di favorire “il rafforzamento delle basi scientifiche nazionali e rendere più efficace la partecipazione alle iniziative relative ai programmi quadro dell’Unione Europea”, si legge sul decreto ministeriale. Oltre a promuovere l’interazione dei soggetti del sistema nazionale di ricerca pubblico, tra di essi e con altri organismi di ricerca internazionali.

 

Quest’anno, ben otto tra i progetti presentati da professori e ricercatori della Scuola hanno ottenuto un finanziamento sul bando 2017, triplicando di fatto il risultato rispetto al 2015, quando ne furono “premiati” tre, due in neuroscienze cognitive e l’altro in beni culturali. I finanziamenti ottenuti portano nelle casse della Scuola lucchese oltre un milione e duecentomila euro, che saranno in gran parte investiti in posizioni per giovani ricercatori e assegnisti di ricerca.

 

I finanziamenti sono andati ai team dei professori Pietro Pietrini, ordinario di Biochimica clinica e Biologia molecolare clinica, nonché direttore della Scuola, Ennio Bilancini, ordinario di Economia politica e Vice-Direttore, Alberto Bemporad, ordinario di Sistemi di controllo, Rocco De Nicola, ordinario di Informatica, Marco Paggi, ordinario di Meccanica strutturale, Mirco Tribastone, associato di Informatica. Tra i ricercatori, sono stati premiati i progetti di Gustavo Cevolani, ricercatore in Logica e Filosofia della scienza, e Davide Bottari, giovane ricercatore in Psicobiologia e Psicologia fisiologica.

 

Gli ambiti cui appartengono i progetti finanziati coprono pressoché tutte le aree di ricerca della Scuola e si contraddistinguono per il modello multidisciplinare integrato, che ne caratterizza anche l’offerta didattica.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com