Sconfitta per Le Mura Spring nei playout di serie B

Sconfitta per Le Mura Spring nei playout di serie B

LUCCA – Gara 2 di Playout di serie B con Lucca che aveva l’occasione di portare a casa la salvezza ed invece è Florence che vince e riesce ad allungare la serie.
Secondo la teoria delle probabilità è estremamente raro che tutte le variabili in gioco intervengano tutte nella stessa direzione e tutte con la massima intensità ed i risultati tendono invece ad assumere una distribuzione normale intorno ad un valore medio. Gara 2 ha rischiato di minare i fondamenti della teoria se si considerano i canestri realizzati rispetto ai tiri fatti (13/41; 2/22; 6/14), le palle perse rispetto alle recuperate (16/7). Se a ciò si aggiunge che Florence ha probabilmente giocato la sua miglior partita della stagione, il risultato alla fine è scontato.
Iniziano pure bene le Spring anche se non riescono ad allungare più di 3 punti con la bomba di Menchetti (4-7). Florence si rimette subito in scia con Amato (6-7) e poi supera con i liberi di Stefanini (8-7). La prima frazione prosegue punto a punto, solo nel finale la tripla di (15-11) viene suturata allo scadere da Doda (15-13).
Il secondo quarto molto equilibrato al ribasso, ad un minuto dalla fine il parziale è ancora 6-7 con le ospiti che recuperano una lunghezza (21-20), poi in pochi secondi Amato, Ciantelli ed ancora una bomba di Ciantelli mettono un break di 7-0 che fa chiudere sul 28-20.

 

In apertura di secondo tempo una bomba di Doda ed un sottoplancia di Mbeng sembra che guidino la riscossa (28-25), ma le padrone di casa recuperano e la gara si addormenta di nuovo sul parziale di 8-8, solo in chiusura la tripla di Colantoni porta in doppia cifra il vantaggio Florence (39-28).
Ultimo quarto con le ospiti che non riescono ad aggirare la zona avversaria ed invece si espongono alle ripartenze avversarie. Massimo distacco nel finale 24 punti, solo limitato in chiusura sul 38-58.

 

“Poca intensità difensiva, poca voglia di vincere e poca convinzione nei propri mezzi – commenta coach Giannelli – se non si cambia la faccia e lo sguardo andiamo poco lontano. Avevamo già perso nel riscaldamento bastava guardarci….”

Ed ora tutti al Palatagliate a sostenere la squadra per gara 3, sabato 27 aprile ore 18.00.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com