Santini e Bindocci: “No a scuola nel parco, e attenti a possibile conflitto interessi di un assessore”

Santini e Bindocci: “No a scuola nel parco, e attenti a possibile conflitto interessi di un assessore”

LUCCA – Gli ex candidati sindaco Remo Santini (SìAmoLucca) e Massimiliano Bindocci (Movimento 5 Stelle) ora consiglieri comunali, con un sopralluogo congiunto hanno voluto manifestare la propria condivisione della battaglia che il comitato di San Concordio sta facendo (in totale autonomia) sulla scelta scellerata del Comune, che ha individuato come ubicazione di una nuova scuola, un parco tra l’altro ben tenuto e unica area verde della zona.

 

<<Ci siamo battuti in consiglio comunale su questa vicenda – affermano Bindocci e Santini – e sembra quasi che la struttura si debba fare per forza perchè si è vinto un bando, senza studiare invece una collocazione idonea: studi demografici hanno dimostrato la assoluta inutilità di una scuola in quel quartiere, per cui oltre al danno ambientale c’è anche la beffa. Invitiamo pertanto tutti i cittadini a firmare le petizione in corso in alcuni esercizi pubblici della zona, alla quale aderiremo anche noi. Non vanno confusi ambiente e scuole sicure con il partito del mattone>>.

 

Santini e Bindocci fanno poi un’ultima considerazione e porgono una domanda al sindaco. <<Chiediamo a Tambellini se sia opportuno che la difesa della scelta attraverso articoli di stampa, telefonate e incontri con la popolazione venga svolta dall’assessore alla pubblica istruzione, Ilaria Vietina, che risulta essere la consorte del dirigente scolastico che guida l’Istituto Comprensivo Lucca 2, sotto la cui giurisdizione ricadrebbe la nuova scuola. Noi vogliamo credere che questa circostanza sia estranea alla localizzazione, ma per evitare possibili polemiche su conflitti di interesse che potrebbero essere sollevati, crediamo che la cosa migliore sia che ad occuparsi dei possibili sviluppi della questione sia Tambellini direttamente o un altro membro della giunta: ricordiamo infatti che l’esposizione iniziale in consiglio comunale in merito a questa pratica, è stata fatta correttamente da un altro assessore, nella fattispecie Bove, che ha deleghe a servizi al cittadino e innovazione>>.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com