Ristrutturazione della bilance e delle piste ciclabile: dal Comune le linee guida del “contratto di lago”

Ristrutturazione della bilance e delle piste ciclabile: dal Comune le linee guida del “contratto di lago”

MASSAROSA – Facilitare la ristrutturazione di una bilancia sul lago, considerandola non più uno ‘strumento urbanistico’ ma un semplice ‘strumento di pesca’. E rendere più agevole arrivare sul lago, attraverso il miglioramento delle piste ciclabili tra Massarosa e Vecchiano. Sono questi gli obiettivi del progetto presentato dall’amministrazione Coluccini (Massarosa ente capofila) assieme al Comune di Vecchiano. Il ‘contratto di lago’ di Massarosa infatti è rientrato tra quelli selezionati dalla Regione Toscana tra i ‘contratti di lago’ e sarà finanziato con circa 34 mila euro.

 

 

 Il fondo ottenuto dal Comune servirà per valorizzare in particolare bilance e ricoveri, ma anche per rendere più facilmente accessibile il bacino lacustre valorizzandone le peluliarità attraverso l’estensione delle piste ciclabili che passano attorno al lago. Tra gli obiettivi principali del progetto c’è quindi il “completamento o l’avvio del recupero ambientale e paesagistico delle strutture degradate presenti nel bacini idrografico”. Nello specifico si andrà ad intervenire sulla normativa che regola bilance, ricoveri e rimessaggi, snellendone l’iter per poter effettuare dei lavori di manutenzione o rifacimento. Quello che si dovrà fare è la “definizione, riconoscimento e legittimazione di uno strumento tecnico/normativo e di linee guida dedicate al recupero delle strutture identitarie del Lago e del Padule”. Riconoscere ad esempio – come aveva già ipotizzato qualche settimana fa il Comune di Massarosa e il Parco Massaciuccoli Migliarino San Rossore – le bilance come semplice “strumento da pesca” snellirebbe e agevolerebbe gli interventi per fare lavori di ristrutturazione, ripristino o miglioria.

 

 

 Nel progetto di lago rientrano anche altre azioni che devono essere compiute nei prossimi anni, come la redazione di uno studio sul turismo responsabile, percorsi e laboratori didattici  e un seminario sulla specie aliena invasiva Myriophyllum acquaticum.

 

 

<<Con questo progetto presentato dalla nostra amministrazione – spieganoil sindaco Alberto Coluccini e l’assessore all’ambiente Michela Morgantini vogliamo dare risposte concrete ad alcuni problemi emersi riguardo il lago. Prima di tutto la questione bilance: per noi rappresentano un tratto culturale distintivo. E’ fondamentale snellire gli iter perchè chi vuole investire su una bilancia lo possa fare. Ugualmente importante sarà potenziare e migliorare le piste ciclabili attorno al lago, per garantire ai tanti ciclisti che passano sulle nostre strade di avere un percorso sicuro per poter ammirare da vicino il lago>>.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com