Raddoppio ferroviario Pistoia – Lucca e nuova viabilità

Raddoppio ferroviario Pistoia – Lucca e nuova viabilità

LUCCA –  Giovedì 7 Dicembre sono arrivate le risposte di Rfi alle osservazioni presentate da comuni, comitati e cittadini coinvolti dal raddoppio ferroviario. Per quanto riguarda la zona di Capannori il progetto di nuova viabilità è stato confermato.

 

Il “Comitato viabilità sostenibile e salvaguardia del territorio” porta all’attenzione di tutti i cittadini i
seguenti punti:
– L’amministrazione dice che il progetto relativo al raddoppio ferroviario è fatto da Rfi ma non è così; quello presentato non è il progetto di Rfi ma il progetto del Comune di Capannori firmato Rfi, un progetto blindato e imposto alla cittadinanza dal sindaco Menesini.
– In tutti i comuni interessati al raddoppio ferroviario, l’amministrazione, nella persona del sindaco, si è messa a fianco dei cittadini per interloquire con Rfi cercando la soluzione migliore per ogni singolo territorio. A Capannori è successo esattamente il contrario; il primo cittadino si è posizionato davanti alla cittadinanza, imponendo il proprio progetto e impedendo alla cittadinanza di interfacciarsi con Rfi e Regione.
– La viabilità inserita nel progetto è funzione alla costruzione di un sottopasso, ma di fatto è la realizzazione di una nuova tangenziale atta allo spostamento del traffico che attualmente è sulla via Romana per il declassamento della stessa.
– Nessuna alternativa progettuale tra quelle suggerite è stata presa in considerazione, si è andati avanti invece con quella di abbattere una abitazione di 450 mq per inserire tra le case una nuova strada C1 (arteria utilizzata per sistemi tangenziali o strade extraurbane ad alta velocità). Crediamo, anzi siamo sicuri, che un progetto che prevede l’abbattimento di una casa distante decine e decine di metri dalla ferrovia (e quindi non interferente con il raddoppio), debba essere giustificato considerando tutte le possibili alternative e motivando punto per punto gli aspetti pro e contro di ogni soluzione, scegliendo infine quella che porta maggiori benefici anche in termini di costi.
– Il nuovo collegamento stradale non alleggerirà dal traffico le strade esistenti, ma porterà all’interno dei paesi e alla rotatoria di Antraccoli il traffico che è sulla via del Frizzone e sulla via del Rogio.
– I flussi di traffico non hanno di fatto giustificano la costruzione del nuovo collegamento stradale; anzi i rilievi e le simulazioni fatte fare dall’amministrazione (spendendo soldi dei contribuenti) evidenziano quanto già detto sopra.
Detto questo però sorge una domanda ed un sospetto:
I terreni sulla via romana sono protetti proprio dalla statale provinciale che li attraversa. Perché l’amministrazione vuole bypassare questa strada costruendo una tortuosa e dispendiosa viabilità? Spesso il sindaco si è lamentato del fatto che nel comune di Capannori entrano pochi soldi dagli oneri di urbanizzazione; siamo di fronte all’ennesima grande lottizzazione? C’è l’intenzione di fare cassa rendendo edificabili terreni che attualmente sono agricoli? Si intende trasformare la campagna capannorese in una grande periferia per costruire la “città di Capannori” a cui il Sindaco Menesini tiene tanto? Come Comitato continueremo la nostra opera di informazione sul territorio con a breve una manifestazione pubblica a cui sono invitati tutti i cittadini delle frazioni interessate e non.

17 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

17 Commenti

  • Vicious filthy globalist
    18 dicembre 2017, 01:41

    Eccone un altro che vorrebbe fermare le infrastrutture per il suo egoistico interesse.

    Io propongo ai pendolari che studiano e lavorano a Firenze e che con il raddoppio ferroviario potrebbero dormire molto di più la mattina di incavolarsi e andare a manifestare la propria rabbia davanti la villetta del suddetto signore. Basta fare una ricerca su Google maps per vedere dove abita.

    Oltretutto al giorno d’oggi per gli espropri non ti danno più una miseria come una volta. Prenda i soldi e si compri la villetta da una altra parte.

    E che diamine!

    Dovrebbe vergognarsi.

    RISPONDI
    • Stefanino@Vicious filthy globalist
      18 dicembre 2017, 15:16

      A cosa serve il treno se non ad atti vandalici e percosse ai capi treno? Un opera inutile e dispendiosa a questo punto

      RISPONDI
      • Vicious Filthy globalist @Stefanino
        18 dicembre 2017, 21:27

        Non deve mettere molto il naso fuori di casa lei. Ignora totalmente la realtà che la circonda.

        Che il treno è inutile lo vada a dire ai milioni di pendolari che si devono recare nell’area metropolitana di Prato-Firenze per studio o lavoro.

        Faccia una cosa, salga su un treno per Firenze la mattina di un giorno feriale, al di fuori delle pause scolastiche, e dica alle persone sul treno quello che ha scritto qui, poi torni a dirci cosa le hanno risposto.

        Qualunquismo allo stato puro.

        Meno male che sull’utilità delle cose non decide la gente sprovveduta e approssimativa come lei.

        Purtroppo il web da voce pure agli sprovveduti, che diffondono come virus le loro assurdità.

        RISPONDI
        • Stefanino@Vicious Filthy globalist
          18 dicembre 2017, 22:55

          spesso fenomeno sono fermo ai passaggi a livello e vedo benissimo passare treni vuoti al di fuori degli orari conosciuti servono solo i sottopassi non il raddoppio altro scempio inutile io ho espresso un mio parere lei ha offeso si vergogni

          RISPONDI
          • vicious filthy globalist @Stefanino
            19 dicembre 2017, 12:06

            Genio, col raddoppio invece di 1 ora e mezzo fra Lucca e Firenze si potrà arrivare invece in meno di un ora, se per lei non è niente affari suoi, per gli altri sarà una rivoluzione nei modi di vita, oltretutto i minori tempi motiveranno almeno una parte di chi va verso Firenze in auto a prendere il treno, dato che i tempi di percorrenza diventaranno più competitivi, migliorando parzialmente anche la viabilità autostradale e la sicurezza.

            Come evidenziato da tutti, tranne lei, non è accettabile impiegare 1 ora e mezza da Firenze a Roma (grazie all’alta velocità) e altrettanti per una tratta locale di appena 70 kilometri circa.

            Se parla di treni vuoti evidentemente lei confonde la ferrovia in questione con la Lucca-Aulla, che non c’incastra un tubo col raddoppio.

            I treni per Firenze li ho sempre trovati anche troppo affollati per i miei gusti.

            Fosse per me si dovrebbe andare anche oltre: quella tratta dovrebbe avere treni espressi che toccano solo i capoluoghi: Lucca, Pistoia, Prato, Firenze. Anzi, Prato dovrebbe avere treni dedicati per Firenze, e da Lucca basterebbe una sola fermata intermedia a Pistoia, e poi il terminal a Santa Maria Novella. Un viaggio che si potrebbe fare in 35 minuti se ci fosse la volontà politica.

            35 minuti significa che si triplicherebbero il numero di persone che andrebbero in treno a lavorare a Firenze, con diminuzione dei disoccupati lucchesi.

            Lei non vede al di là del proprio naso.

            La modernità vi travolgerà.

            RISPONDI
          • Stefanino@vicious filthy globalist
            19 dicembre 2017, 14:19

            Allora illustrissimo prof. Quando andrà a Firenze in 35 minuti sulla tratta attuale mi avvisi che le pago cena per una settimana non creda alle novelle o propagande di catto comunisti guardi i treni a metà mattina e metà pomeriggio sono vuoti o lei dorme o non lo vuole ammettere a me nipote e figlio di ferrovieri non ha niente da insegnare

            RISPONDI
          • Nico@vicious filthy globalist
            19 dicembre 2017, 19:11

            1) Nell’articolo si critica la modifica/ aggiunta di nuova viabilità argomentandone l’inutilità.
            2) I sottopassi sono da TUTTI i benvenuti.
            3) Il raddoppio NON modificherà i tempi di percorrenza con Firenze, la tratta in oggetto NON può mai superare i 140 km/h e tra Porcari e Pescia la conformazione orografica la velocità ancora resterà come l’attuale , avremo solo un risparmio nei tempi di scambio linea di ca 5′.
            4) I convogli fino ben oltre Montecatini sono SEMPRE semivuoti nei due sensi( naturalmente negli orari canonici dei pendolari , anche durante i fine settimana estivi, negli altri c’è invece da aver paura per i quanto sono deserti).Si escludono solo i 3/ 4 gg dei Comics ..
            5) Solo dopo Pistoia arrivano un po’ di passeggeri, il grosso invece sale a Prato , ma di questi ormai sono pochi quelli che fanno il biglietto ( ci siamo capiti chi sono giusto?), a dimenticavo li già esiste il doppio binario..
            6) L’unica soluzione che renderebbe effettivamente più rapida la tratta Viareggio/Firenze sarebbe quella di sopprimere molte fermate marginali : Tassignano, Porcari, Montecarlo, ect, ma poi dovremmo gestire l’ ingresso in S.Maria Novella già ingolfato da Frecce Bianche, Frecce Rosse e Italo vari..
            7) Naturalmente sonoun possessore di " Carta – Freccia" e Italo, ciò vedo quello che scrivo …
            Basterebbe documentarsi un minimo per farsi una oggettiva opinione prima di subire sempre supini le decisioni dei politici e provare invece a fare le sentinelle del NOSTRO territorio.

            RISPONDI
          • Stefanino@Nico
            20 dicembre 2017, 10:52

            Grazie Nico io ero un virus per aver espresso un opinione smantellare i giardini delle case andava fatto quarant’anni fa non certo adesso

            RISPONDI
          • Vicious Filthy Globalist@Nico
            20 dicembre 2017, 12:24

            Adesso mi arrabbio,

            L’offerta crea la domanda, è sempre stato così, ovviamente lo sapete, ma lo ignorate di proposito per il vostro egoistico interesse. Che ipocriti.

            Quando ci saranno tempi di collegamento più rapidi la gente riempirà i treni. Tanta gente prende il bus per Firenze o l’auto proprio per i tempi esagerati. Colpa anche delle infinite inutili fermate.

            Anche l’A1 era inutile quando fu costruita.

            Resta il fatto che sia vitale collegare in modo ferroviario la Toscana delle costa sottosviluppata con l’area metropolitana fiorentina.

            I capitali e il lavoro si concentreranno sempre di più in aree urbana abbastanza grandi e dinamiche, non certo in cittadine di provincia.

            Io voglio opportunità, le esigo, senza sorbirmi lunghi viaggi quotidiani in auto sulle autostrade a rischio della mia vita (sorpassi senza frecce, cellulare alla guida).

            La metropoli fiorentina è l’unica oasi di lavoro abbastanza abbondante in Toscana.

            Con treni veloci uno può più facilmente lavorare a Firenze continuando a pagare l’affitto al prezzo lucchese. Pagare l’affitto a Firenze è economicamente insostenibile. Più di metà stipendio.

            Spero che i vostri figli o nipoti o i figli dei vostri fratelli e parenti restino disoccupati a vita.

            E se hanno fame che mangino il cemento dei muri delle vostre villette da abbattere.

            RISPONDI
          • Stefanino@Vicious Filthy Globalist
            20 dicembre 2017, 17:34

            Arrabbiarsi e continuare ad offendere per un opinione e una linea ferroviaria a cui non è mai fregato nulla a nessuno mi sembra esagerato si prenda un monolocale a Firenze Castello e vedrà che lo stress del pendolare le passa e li si abbassa anche la pressione…

            RISPONDI
          • vicious filthy globalist @Stefanino
            21 dicembre 2017, 00:50

            Il monolocale a Firenze castello prendilo te.

            Figurati se rinuncio a metà dei già magri salari italici.

            Invito i giovani tutti a restare a casa dei genitori, così da lasciare vuoti i tuguri a 600 euro al mese degli aspiranti rentiers.

            La rendita immobiliare ai prezzi attuali è parassitaria.

            E infatti di immobili sfitti a Lucca ce ne sono a vagonate, e io ne godo parecchio.

            E con il calo demografico voglio proprio ridere.

            Lo sgonfiamento delle bolla immobiliare continua, ma ssssss che non si dica a voce alta mi raccomando.

            Intanto i prezzi degli immobili in vendita lentamente ma inesorabilmente sono quasi dimezzati in 10anni.

            Bene, anzi, benissimo. Sono semplicemente tornati a valori ante-euro nella più totale censura mediatica. 60000 euro per un appartamentino sono anche troppi per una cittadina di 80k abitanti.

            Di under 30 con i soldi in banca ce ne sono sempre meno e nessuno vuole indebitarsi per 40 anni.

            Quando finalmente ci libereremo come paese della zavorra dei rentiers, i soldi di chi pagava cifre assurde di affitto potranno essere dirottati verso economia reale, verso consumi più produttivi.

            E ai rentiers invece di mantenere i figli all’università, toccherà mandarli a lavurà come tocca a noi “proletari”, mi frego le mani.

            Uguaglianza delle opportunità un corno.

            Gongolo mentre immagino l’indignazione dei rentiers leggendo tutto questo, anche se sanno che è tutto vero.

            Le rendite immobiliari sono una zavorra che dirotta denaro dai consumi della gente comune verso pochi per dare la paghetta ai figli mantenuti e comprare auto da 40k euro (prevalentemente bmw, volvo, land rover, mercedes) che creano poca o nulla ricchezza in Italia.

            Meditate.

            RISPONDI
          • Stefanino@vicious filthy globalist
            21 dicembre 2017, 13:58

            Già il tono è migliorato chissà quando saprà che ho un trattore una fresa e un carrello invece di una villa lungo la ferrovia non gli resti anche meno antipatico…

            RISPONDI
  • Stefanino
    19 dicembre 2017, 21:35

    Il memorario è stata una cosa poco funzionale meglio meno treni più puntuali che una catena di ritardi circa quarant’anni fa il treno diretto da Firenze a Viareggio impiegava un ora e mezza 17.30-18.59 adesso con mezzi con più accelerazione e maggior frenata ci mette molto di più si rassegni illustrissimo che in trenta cinque minuti a Firenze ci vada con la macchina…

    RISPONDI
    • @ Stefanino@Stefanino
      20 dicembre 2017, 20:26

      Non so se scherzi, le tue ‘opinioni’ sembrano barzellette da bettola, ma sicuramente ce la fai anche tu a capire che il raddoppio serve proprio per aumentare la velocita’ dei treni che ora si devono fermare per svariati minuti in varie stazioni ad aspettare quello che arriva in senso opposto

      RISPONDI
      • Stefanino@@ Stefanino
        21 dicembre 2017, 15:53

        La cosa grave è che non scherzo quando un treno si ferma per 15 anni a Montecarlo San Salvatore senza che salga nessuno di cosa vogliamo stare a parlare doveva funzionare solo l’alta velocità la Bologna Verona cioè il Brennero è stata per anni a binario unico ma non ci voleva due ore per arrivare…

        RISPONDI
        • @ Stefanino@Stefanino
          21 dicembre 2017, 18:21

          Hai dati in merito? Numero di soste e numero di utenti in quella ed altre stazioni? Altrimenti di cosa stai a parlare? Qualunquismo italico al kg

          RISPONDI
  • Maria Chiara
    21 dicembre 2017, 17:57

    Sig. Stefanino, lei non può iniziare dicendo assurdità atroci del tipo "A cosa serve il treno se non ad atti vandalici e percosse ai capi treno?" e poi lamentarsi del tono degli altri commenti e pure pretendere di essere preso sul serio.
    Lei manca di intelligenza!

    RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com