Premio Barsanti: in Piazza Duomo la 500 eLETTRICA e altri bolidi storici

Premio Barsanti: in Piazza Duomo la 500 eLETTRICA e altri bolidi storici

PIETRASANTA – Esposizioni di auto elettriche e storiche, musei aperti e visite guidate al primo motore a scoppio e la cerimonia ufficiale con consegna del riconoscimento all’Amministratore Delegato di Bosch, Gabriele Allievi per il Premio Internazionale Barsanti & Matteucci. Pietrasanta celebra Padre Eugenio Barsanti, il cittadino illustre che nel 1853, insieme all’ingegnere Felice Matteucci, brevettò il motore a scoppio. Un’invenzione, quella di Barsanti & Matteucci, destinata a cambiare la vita di tutti noi una cui riproduzione è in esposizione e visitabile nel museo cittadino a lui dedicato ospitato a Palazzo Panichi.

 

Tutto pronto nel centro storico della Piccola Atene dove da giovedì 16 fino a domenica 19 maggio a tenere banco, insieme all’arte e alle mostre, sarà il Premio promosso dal Comune di Pietrasanta e dal Rotary Club Viareggio Versilia con il patrocinio dell’Università di Pisa e la collaborazione con l’Osservatorio Ximeniano di Firenze e Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro.

 

<<Il Premio Barsanti & Matteucci – spiega il Senatore, Massimo Mallegni, Assessore ai Beni, alle Attività Culturali e al Turismo – rappresenta un momento di grande orgoglio per la nostra comunità che celebriamo con un ciclo di iniziative che coinvolgono il nostro centro storico ed i musei cittadini e che culmineranno con la consegna del premio all’amministratore delegato di Bosch. Il Premio in questi anni ci ha permesso di portare in città i più importanti top manager, designer, sportivi, progettisti, industriali, inventori legati al mondo dell’automobile che hanno cambiato e migliorato il significato di mobilità. Per la nostra città rappresenta un’altra straordinaria occasione per mettere in mostra i nostri gioielli, la nostra cultura, i nostri musei, dare continuità alla promozione del brandPietrasanta e stimolare le presenze di visitatori e turisti>>.

 

Diverse le iniziative che caratterizzeranno il Premio Internazionale fino a domenica 19 maggio. La più curiosa ed interessante, soprattutto per gli appassionati delle quattro ruote e della mobilità sostenibile, è l’esposizione di alcuni modelli Fiat e Alfa Romeo in Piazza Duomo tra cui una 500 eLETTRICA, due Spider storiche e una Stelvio. Le altre riguardano il Museo Barsanti, a Palazzo Panichi (via del Marzocco, 1), con l’apertura straordinaria giovedì, venerdì e domenica dalle 16.00 alle 19.00 e sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 collegato alla possibilità di partecipare a visite guidate gratuite. L’iniziativa è stata inserita nel programma anche di Amico Museo. L’evento clou sarà, sabato 18 maggio, alle ore 18.00, la consegna del riconoscimento all’AD di Bosch, Gabriele Allievi nella suggestiva cornice dell’ex convento del Chiostro di S. Agostino. Il premio sarà consegnato dal Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti e dal Presidente del Premio, Andrea Biagiotti.

 

L’inventore del motore a scoppio è nato a Pietrasanta: le origini della mobilità

 

Nicolò Barsanti nacque a Pietrasanta il 12 ottobre 1821. Si formò presso i padri scolopi dove fu ordinato sacerdote assumendo il nome di padre Eugenio. Nel 1841 Barsanti iniziò la sua attività didattica al Collegio San Michele di Volterra; a tal periodo risalgono le prime sperimentazioni. Trasferitosi ad insegnare fisica e idraulica nel 1845 all’Osservatorio Ximeniano di Firenze ebbe la possibilità di sviluppare la sua idea e soprattutto d’incontrare l’ingegnere Felice Matteucci con cui collaborerà per il resto della vita. I due riuscirono a depositare l’invenzione il 5 giugno 1853 presso l’Accademia dei Georgofili di Firenze e, nell’anno successivo, a brevettarla in Inghilterra, Francia, Belgio, Prussia e Piemonte. La costruzione del motore ebbe inizio nel 1860 presso le officine di Pietro Benini. Quello stesso anno, durante l’Esposizione Nazionale di Firenze delle Arti e delle Industrie, fu messo in funzione un modello del motore Barsanti-Matteucci costruito dalle officine meccaniche del Pignone.

Nel 1856 i due collaborano allo sviluppo di un motore a due cilindri con potenza di cinque cavalli vapore; due anni dopo costruirono il modello a due pistoni contrapposti che fu realizzato a Zurigo dalla ditta Escher-Wyss. Dopo diverse ricerche Barsanti e Matteucci decisero di affidare la produzione industriale di un motore da quattro cavalli alla società John Cockeril di Seraing, in Belgio, a partire dal prototipo costruito nelle officine Bauer di Milano.Le richieste giunsero da tutta Europa e il successo commerciale sembrava imminente. Ma Barsanti morì due mesi dopo il suo arrivo in Belgio, nell’aprile 1864. Nel 1954 le ceneri di Barsanti furono traslate dalla chiesa di S. Giovannino nella Basilica di Santa Croce, a Firenze, nota per le numerose sepolture di sommi artisti, di letterati e scienziati.

 

 

L’albo del Premio

 

2000: Stefano Iacoponi, Presidente del Centro Ricerche Fiat

2001: Giacomo Agostini, più volte campione del mondo di motociclismo

2002: Philips Ruffles, direttore tecnico e della ricerca di Rolls-Royce

2003: Maurizio Cheli e Jessica Kite, astronauti

2004: Paolo Martinelli, direttore dello sviluppo motori della Ferrari F1

2005: Gunter Kappler, chairman dell’Aeronautical European Team

2006: Massimo Tarenghi, direttore del Progetto ALMA

2007: Pier Francesco Guarguaglini, presidente e amministratore delegato di Finmeccanica

2008: Team Renault F1, campione del mondo di Formula 1

2009: Massimo Lucchesini, direttore generale di Alenia Aermacchi

2010: Gerhard Ertl, Premio Nobel per la chimica

2011: Giorgetto Giugiaro, designer ed industriale

2012: Gian Paolo Dallara, progettista ed industriale

2013: Stephan Winkelmann, presidente e ad della Lamborghini

2014: Philippe Guédon, progettista, inventore del monovolume (Espace)

2016: Alfredo Felisa, Ceo Ferrari

2017: Alfredo Altavilla, AD Abarth

2018: Walter De Silva, Designer

 

Il Gruppo Bosch

 

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 410.000 collaboratori (al 31 dicembre 2018) impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 78,5 miliardi di euro nel 2018. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, industria e mobilità connessa. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un’unica fonte. L’obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa. Seguendo lo slogan “Tecnologia per la vita” Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall’azienda Robert Bosch GmbH e da circa 460 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 68.700 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 130 sedi in tutto il mondo.

 

L’azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come “Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica”. La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l’indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all’azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garanti-re il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell’azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia Bosch e alla Robert Bosch GmbH.

 

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com