Oltre 3mila persone applaudono Gianna Nannini, regina del rock italiano in splendida forma

Oltre 3mila persone applaudono Gianna Nannini, regina del rock italiano in splendida forma

FORTE DEI MARMI – Talentuosa, diversa, esperta e arrogante quanto basta: una rockstar della musica italiana, mito di intere generazioni, lei, Gianna Nannini è salita ieri sera, 14 agosto, sul palco di Villa Bertelli a regalare uno spettacolo unico.
Ad accoglierla più di 3mila fan di tutti le età, da coloro che sono cresciuti con i suoi pezzi immortali che raccontano un pezzo di storia della musica italiana alle nuove generazioni scatenate a ballare sotto il palco.

 

Ha aperto il concerto, alle 21,30 circa, con “Fenomenale”, il pezzo da cui prende il nome il tour 2018 che ha toccato le grandi metropoli europee da Berlino ad Amburgo, Monaco e Francoforte fino ad approdare in Italia, nello specifico a Forte dei Marmi, dove Gianna Nannini si è sentita subito a casa ricordando al pubblico i bei momenti dell’infanzia quando passava le vacanze al mare con la sua famiglia.

 

In un tripudio di energia e forza ha coinvolto gli ospiti con la sua musica immortale facendo cantare a squarciagola tutti su “Fotoromanza” e “I Maschi“, pezzi intrisi nei fantastici Anni 80 ma forse più attuali di molti altri che ci troviamo ad ascoltare oggi.

 

Una ventata di poesia, carica di malinconia e speranza, su “Ragazzo dell’Europa“, pezzo che fa sognare ancora di poter perdersi in un amore travolgente e assente per tutti quegli uomini liberi, senza radici, affascinati da un destino incerto e sicuri solo della propria arte. Sulla stessa onda l’interpretazione silenziosa e potentissima di “Profumo”, pezzo del 1986 da cui prende anche il nome il settimo album dell’artista, che racconta la dichiarazione silenziosa di una donna che non ha paura di mostrarsi emancipata e libera.

 

È in questa atmosfera che Gianna Nannini, agli occhi del mondo dura e distaccata, ha chiesto al pubblico un minuto di silenzio per la tragedia avvenuta a Genova che ha fatto più di 30 vittime. Tanta commozione e tristezza che è stata però risollevata da una sorpresa inaspettata sul palco di Villa Bertelli.

 

Ospite inatteso e acclamatissimo, Francesco Gabbani è salito sul palco accanto alla Nannini duettando con il pezzo “Io” e successivamente accennando al ritornello del suo tormentone, vincitore di Sanremo 2017, “Occidentali’s Karma“.

 

“Amandoti” è “Sei nell’anima“, a circa metà del concerto, non hanno potuto che emozionare il pubblico che cantava insieme all’artista, che in perfetta forma e con un’energia incredibile, correva da una parte all’altra del palco sprigionano l’unicità della sua voce e del suo carattere.

 

Da grande artista, Gianna Nannini, non poteva non omaggiare la regina del soul Aretha Franklin, al momento gravemente malata.

 

Delirio totale sull’indimenticabile pezzo “Bello impossibile” che ha fatto alzare tutto il pubblico, motivo per cui ci sono stato dei risentimenti da parte dell’organizzazione di Villa Bertelli essendo, per motivi di sicurezza, un concerto a sedere e alla quale Gianna Nannini ha risposto, con quella sfacciataggine che solo le regine del rock possono permettersi «ai miei concerti gli unici che devono stare seduti sono le forze dell’ordine».
Gianna Nannini, molto vicina al pubblico e alle sue richieste, si è risentita più volte infatti proprio di questo: un pubblico presente ma non così scatenato.

 

Ultimi pezzi in scaletta e accendini accesi per “Meravigliosa creatura” con tutta la dolcezza che sprigiona e “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore” pezzo di Sergio Endrigo che Gianna Nannini ha fatto suo facendo onore al grande cantautore.

 

Applausi a non finire per l’inchino della Nannini, accompagnata da una band strepitosa, che ha ringraziato più volte tutti i presenti e che, acclamata dai fan non ha potuto far altro che rientrare sul palco e salutare tutti con «Un giorno disumano». Epilogo perfetto per descrivere una leggenda della musica italiana.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter