Luciano Pera in mostra: arcaico e modernità in tutta una vita

Luciano Pera in mostra: arcaico e modernità in tutta una vita

LUCCA –  Un artista poliedrico che ha sempre coniugato la ricerca dell’arcaico, di tutto ciò che è ancestrale, con una visione ampia del panorama artistico in evoluzione. È dedicata a Luciano Pera, la mostra monografica dal titolo “Scultura pittura grafica, come una vita”, che sarà inaugurata giovedì 11 maggio nel Mezzanino della Fondazione Ragghianti.
La mostra, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, resterà aperta fino a 18 giugno prossimo.
Non si tratta soltanto di un omaggio ad un grande artista, ma anche di un percorso a ritroso nel tempo, nel quale apprezzare la ricerca metodica e instancabile che, sin dagli esordi, ha guidato e guida ancora l’attività di Luciano Pera: interdisciplinare, sperimentatore, sempre pronto al confronto con i vari aspetti del sapere scientifico, delle conoscenze delle civiltà preistoriche e delle espressioni artistiche appartenute a quelle ere lontane.
La mostra presenta, per la prima volta a Lucca, la vasta produzione di Luciano Pera attraverso una selezione di opere che a partire dagli anni Quaranta del Novecento giunge fino alle più recenti opere dell’artista: la scultura di grandi e medie dimensioni dalla interessante varietà di materiali –bianco statuario, rosa Portogallo, nero del Belgio, rosso di Collemandina, bronzo – i piccoli formati in ceramica, bronzo, marmo, i dipinti e i disegni, le opere grafiche e i bijoux realizzati in materiali anch’essi assai diversi, offriranno al visitatore la possibilità di approfondire la conoscenza dell’artista e del suo mondo e di apprezzarne la profonda varietà di interessi.
Una mostra “necessaria”. Non già per tentare un freddo bilancio di tanti anni di lavoro, quanto per raccontare una carriera e una vita caratterizzate da un impulso creativo sempre poliedrico e votato allo “sconfinamento”. Un “andare oltre” tra vicenda personale e percorso artistico, fra stili lontani e differenti, fra tecniche di ogni tipo.
Raccontare la sua storia attraverso la grafica, la pittura e le arti plastiche non costituisce un semplice omaggio, ma, tutti ce lo auguriamo, una fonte d’ispirazione per gli artisti del presente e uno stimolo per quelli del futuro.

Luciano Pera
Scultura pittura grafica, come una vita
Lucca | 12 maggio | 18 giugno 2017 | Mezzanino della Fondazione Ragghianti
orari: 10-13 | 14-19 | lunedì chiuso | ingresso libero

Luciano Pera
Nato a Badia di Cantignano, Luciano Amerigo Pera si dedica con eguale passione agli studi scientifici e all’arte; un soggiorno a Parigi nel 1955 si rivela decisivo per determinarne le scelte artistiche, volte a elaborare uno stile frutto di personalissime riflessioni sul surrealismo. A rendere ancora più originale il suo linguaggio sono gli interessi per le culture preistoriche di cui ha una profonda conoscenza acquisita al fianco di studiosi di fama come Paolo Graziosi.
Nel 1963 sposa Rosy Beruti che condivide le sue passioni per la scienza e per l’arte.
Dagli anni Settanta la sua carriera si svolge prevalentemente sulla Costa Azzurra, dove intesse proficui rapporti con artisti, galleristi e critici francesi, attenti estimatori delle sue opere.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com