Luccasenzabarriere onlus ha incontrato il sindaco di Lucca e ha portato al Comune le firme per le petizioni

Luccasenzabarriere onlus ha incontrato il sindaco di Lucca e ha portato al Comune le firme per le petizioni

LUCCA – “È stato un colloquio al tempo stesso cortese e franco” così il presidente di Luccasenzabarriere onlus Domenico Passalacqua ha commentato l’incontro che ha avuto nel pomeriggio di mercoledì 9 gennaio con il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, presso la sede comunale a Palazzo Orsetti. “Abbiamo portato al sindaco le firme che abbiamo raccolto per le nostre petizioni su stalli rosa e posti auto per disabili – ha spiegato Passalacqua – e gli abbiamo esposto alcune problematiche sui rapporti tra il Comune e la nostra associazione”.

 

A dicembre Luccasenzabarriere onlus ha raccolto 583 firme per chiedere l’introduzione degli stalli rosa nel Comune di Lucca, in modo da favorire il parcheggio per i neogenitori, come avviene già in altri comuni della provincia. Altre 574 firme sono state raccolte per chiedere di rivedere l’assegnazione degli stalli auto per i disabili, perché dopo l’ultima revisione persone che ne hanno bisogno se lo sono visto togliere. “Abbiamo esposto al sindaco le nostre ragioni e ora chiediamo che le due petizioni vengano discusse in consiglio comunale” ha riferito Passalacqua.

 

Luccasenzabarriere ha voluto l’incontro con il sindaco anche per far presente alcune difficoltà che la onlus ha avuto di recente nei rapporti con il Comune. “Difficoltà – ha spiegato Passalacqua – nell’ottenere sedi, patrocini, nullaosta, o anche la sola semplice partecipazione dell’amministrazione alle nostre iniziative. Senza considerare le numerose segnalazioni ignorate, da quelle sulle barriere architettoniche a quella sulle anomalie nell’assegnazione degli stalli per disabili. A novembre 2017 abbiamo presentato tre progetti e anche lì nessuna risposta. Pure le nostre richieste di essere invitati a manifestazioni sulla disabilità e di essere inseriti nella commissione per l’assegnazione degli stalli personalizzati alle persone disabili sono cadute nel vuoto”.

 

“Il sindaco – ha proseguito il presidente della onlus – ha dichiarato che non ne sapeva niente e ha promesso che se ne farà carico. Lo ringraziamo e speriamo mantenga l’impegno”. Intanto, nella mattina di giovedì 10 gennaio, la onlus ha depositato all’ufficio protocollo del Comune le firme raccolte per le due petizioni.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com