Lotta alla disoccupazione: al via formazione di Conflavoro Pmi e aziende metalmeccaniche

Lotta alla disoccupazione: al via formazione di Conflavoro Pmi e aziende metalmeccaniche

LUCCA – È iniziato lunedì 5 novembre l’atteso percorso formativo professionalizzante ideato da Conflavoro Pmi Lucca e organizzato dall’agenzia per il lavoro LCT Igea e dal fondo Formatemp. Un progetto di 240 ore complessive suddivise in parte tecnica-teorica, pratica e di affiancamento. Un percorso innovativo e inedito in Italia perché coinvolge nella formazione direttamente le imprese del territorio – nel caso di Lucca quelle del settore metalmeccanico – che vedono così soddisfatte le loro esigenze di professionalità e proprio per questo si impegnano ad assumere i corsisti.

 

Il percorso è patrocinato dal comune di Lucca, che ha creduto fermamente nell’iniziativa ed era presente all’avvio delle lezioni nella sede lucchese di Conflavoro Pmi con Roberto Guidotti, consigliere delegato al lavoro. Le iscrizioni sono adesso chiuse mentre proseguono quelle per il parallelo corso di inglese con insegnanti madrelingua, anch’esso dedicato a disoccupati e inoccupati senza limiti di età. Per iscriversi basta visitare il sito www.conflavoro.lu.it, mentre per ulteriori informazioni è possibile scrivere a info@nullconflavoro.lu.it oppure chiamare lo 0583 962114.

 

<<In un mondo di cambiamenti veloci la formazione continua è la chiave per offrire maggiori opportunità d’incontro a disoccupati e aziende – dichiarano l’assessore alle attività produttive Valentina Mercanti e Roberto Guidottiil comune favorisce tutte le iniziative di formazione professionale ma in particolare quelle che riescono a leggere i bisogni del territorio. Così abbiamo concesso il patrocinio a questi eventi formativi perché sostenuti da aziende intenzionate ad assumere>>.

 

Le aziende coinvolte sono Era-Mec Srl, Deverio Srl, Abys Srl, Mida Srl e Metal Pro Manufactoring Srl. <<Sono per noi partner fondamentali – spiega il presidente di Conflavoro Pmi Roberto Capobiancoche, proprio come LCT Igea del direttore generale Andrea Palumbo e il comune di Lucca, hanno capito l’importanza strategica di un progetto che vede la collaborazione tra pubblico e privato. Serve una forte scossa per rilanciare il lavoro e questa crediamo sia quella giusta. La nostra iniziativa ha riscontrato moltissimi adesioni e purtroppo non abbiamo, al momento, potuto soddisfarle tutte. È essenziale, per la sua buona riuscita, che questo percorso professionalizzante sia a numero chiuso così che gli insegnanti si dedichino intensamente ai singoli partecipanti>>.

 

<<Del resto si tratta di una formazione differente dal solito. Conflavoro Pmi crede infatti che la soluzione migliore per far crescere l’occupazione sia preparare i lavoratori in base alle esigenze del loro territorio, in una collaborazione fattiva e strategica tra scuole, università, istituzioni e le imprese stesse. La formazione qualificante e continua è un punto cardine oggi nel sistema lavoro. Parleremo anche di questo – conclude Capobianco – proprio a Lucca al teatro del Giglio il 9 novembre nel nostro forum ‘Italia Economia & Lavoro’ insieme a imprenditori, giuslavoristi, politici e rappresentanti del governo in carica>>.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter