L’intervento di Sergio Cima, consigliere comunale di Civica Massarosa

L’intervento di Sergio Cima, consigliere comunale di Civica Massarosa

MASSAROSA – “Con imbarazzo e dispiacere, mi trovo costretto a segnalare l’ennesimo disguido da parte dell’ufficio recupero crediti dell’USL Toscana nordovest. Il giorno 29 novembre 2019 mi viene recapitato a mezzo posta un avviso bonario, nel quale si rileva un presunto mancato pagamento di una prestazione sanitaria da me effettuata nell’agosto 2018. In realtà tale prestazione da me regolarmente pagata, come dimostrato all’ufficio competente previa esibizione dell’apposita ricevuta, non era stata registrata dal terminale”.

Lo denuncia il consigliere comunale di Civica Massarosa Sergio Cima. “Non si tratta di un episodio isolato, dato che è già la seconda volta che personalmente mi trovo coinvolto in questo tipo di errori nel giro di due anni. Mi faccio portavoce, inoltre, di tanti miei concittadini che mi hanno segnalato questo tipo di criticità. Spesso, ad essere coinvolte da questo genere di cose sono anche persone anziane, che dimenticano il cedolino della ricevuta e si trovano costrette loro malgrado a giustificare un mancato pagamento, che in realtà c’è stato”.

“Come consigliere comunale ho voluto esporre pubblicamente il mio caso, quale esempio di tanti casi che mi sono stati riportati, da cittadini stufi di dover perdere tempo per disfunzioni interne alla macchina amministrativa. Si badi bene la mia non vuole essere una critica, ma anzi un monito affinché il servizio possa essere migliorato e perfezionato per il bene della nostra comunità nonché di tutti i fruitori dell’USL nordovest”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com