“L’importante è essere felici”. Enrico Nigiotti si racconta in occasione della presentazione di “Cenerentola” allo Sky Stones&Songs

“L’importante è essere felici”. Enrico Nigiotti si racconta in occasione della presentazione di “Cenerentola” allo Sky Stones&Songs

LUCCA – Grande successo per il cantautore livornese Enrico Nigiotti che, dopo esser uscito da x-factor classificandosi terzo e aver conquistato il disco di Platino con “L’amore è”, è venuto a presentare il suo ultimo lavoro allo Sky Stones & Songs di Lucca.
“Cenerentola”, si chiama così l’ultimo disco in uscita che raccoglie ovviamente “l’amore è” che ha fatto sognare tutta l’Italia ma anche il pezzo “Complici”, scritto da lui e interpretato insieme alla leggenda del rock italiano Gianna Nannini.

 

Una folla di ragazzine e qualche madre ben felici di accompagnare le figlie hanno accolto Nigiotti mercoledì 19 settembre in Piazza Napoleone, tutte con il disco in mano pronte ad ascoltarlo e a fare le corse per essere le prime a ricevere foto e autografo dell’artista.
Nigiotti si è presentato con un gran bel sorriso e tra una risata e l’altra ha svelato la tracklist di Cenerentola cantando, insieme al pubblico, alcuni tra i brani contenuti nell’album come “Complici”, “L’amore è”, “Nel silenzio di mille parole” e “Devo prendere il sole”.

 

Gli occhi del cantautore e il modo in cui si approccia ai fan denotano sicuramente un’umiltà non scontata e una gentilezza che risulta essere una grande dote, se non la più importante, in una società dove l’educazione viene sottovalutata costantemente.

 

Gli abbiamo fatto qualche domanda per capire chi si nasconde davvero dietro quei capelli lunghi e quei tatuaggi.

 

Ciao Enrico, tu che hai partecipato a ben due talent (Amici e X-Factor), pensi che questi siano l’unica via per realizzare il sogno di essere un cantautore affermato e come va giocata questa opportunità?
“Io credo che nel mondo di oggi sia tutto molto più difficile. Uscire da un talent o da youtube è esattamente la stessa cosa, entrambi sono delle vetrine importanti che ti mostrano al grande pubblico. Per non sbagliare e giocarsi bene questa grande opportunità credo si debba avere una credibilità artistica propria, cioè essere se stessi artisticamente. In questo modo, sia che tu piaccia o no la gente ti apprezza per quello che sei davvero. Bruciare le tappe non serve”.

 

Come è cambiata la tua vita dopo aver partecipato a X-Factor?
“È cambiato tutto! Lo scorso anno lavoravo in campagna con mio nonno, adesso vivo della mia musica ed è meraviglioso. È stato un anno pieno di cose belle, a partire dal disco di Platino con “L’amore è”, il pezzo scritto per Laura Pausini e il duetto con Gianna Nannini. Tutto questo però è una ruota che deve continuare a girare, ogni giorno è importante lavorare per il domani alimentando sempre un progresso“.

 

Cosa ci dici del tour? Dove sarai?
“A dicembre sarà nei teatri: il 3 a Milano, il 5 al Goldoni a Livorno e il 10 a Roma al Parco della Musica. È una grossa scommessa e allo stesso tempo un sogno per me poter suonare nei teatri perché penso che per la mia musica sia il posto ideale”.

 

Come ti vedi tra 5 anni?
Spero sicuramente di continuare a poter vivere di musica ma soprattutto spero di essere felice: che sia di musica o a vendere gelati l’importante in questa vita è essere felici”.

 

Gli occhi delle persone non tradiscono mai e lo sguardo di Enrico Nigiotti nemmeno, un ragazzo con un talento incredibile ma soprattutto un uomo con dei valori forti su cui basa prima la sua vita e poi la sua professione.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter