Le Mura Spring conquistano la permanenza in serie B

Le Mura Spring conquistano la permanenza in serie B

LUCCA – Conquistano la permanenza in serie B le senior Spring, vincendo in gara 3 davanti ad un folto pubblico che le ha incitate dall’inizio alla fine, sotto la sapiente direzione dei “Baluardi delle Mura”. Presente anche una rumorosa rappresentanza di tifosi fiorentini.
Tanti sono i motivi del successo lucchese: l’aver buttato tutte in campo testa, cuore e tecnica, l’aver ritrovato le “bocche di fuoco” Mandroni, Salvestrini e Menchetti, l’essere riuscite a contenere la fantasia di Stefanini ed Amato, l’aver affrontato nel modo giusto la zona difensiva avversaria.

 

Pronti via e Salvestrini insacca 2 bombe alle quali rispondono dalla media Stefanini, Amato e Masi. Ancora Salvestrini e Conti vanno sul +4, ma Florence ricuce di nuovo dalla lunetta (12-11).
Secondo quarto ancora molto equilibrato con massimo vantaggio Lucca sul 20-15 con il 2/2 di Mandroni dalla lunetta, poi Florence recupera e passa avanti con Ciantelli (24-25). I liberi di Menchetti mandano all’intervallo lungo sul 26-25.

 

Parte forte Florence al rientro piazzando un parziale di 2-11 con le triple di Consumi e Ciantelli, che sembrano indirizzare la partita.
Ma la tripla di Salvestrini ed i liberi di Menchetti danno forza alle lucchesi che si avvicinano con Cecchi e poi riescono ad impattare con una tripla di Menchetti ed un’altra di Mandroni sulla sirena (42-42).
L’ultima frazione si apre con due canestri facili di Stefanini e Amato (42-46), ma le Spring sono ancora vive e con Mandroni e Mbeng controsorpassano (47-46). Nuovo vantaggio Florence con i liberi di Innocenti, ma Lucca tenta un nuovo allungo con la bomba di Salvestrini ed il 1/2 di Menchetti (51-48).
Impatta ancora Florence con la tripla di Consumi sul 51-51. La svolta avviene quando ormai manca poco più di un giro di lancette con i due canestri di Menchetti (55-51).

 

Mandroni e Amato portano sul 58-53 a 27″ dal termine. È il momento dei falli tattici per il recupero possesso, con Amato che riesce ancora a piazzare la tripla del 60-56. Il fallo su Mandroni a 4″ dal termine porta ad un 1/2 e sul rimbalzo l’ultima tripla di Mandroni a tabellone già bordato di rosso (64-56).

 

 

In doppia cifra Mandroni 17 pt (3/7; 2/5; 5/10), 7 valut.; Salvestrini 16 pt (1/3; 4/4; 2/4), 15 valut. (MVP); Menchetti 12 pt (2/9; 1/3; 5/12), 2 valut.

 

 

“Salvezza sudata ma meritata – commenta coach Giannelli – il lavoro fatto dalle ragazze durante tutta la stagione non poteva che avere questo finale. L’aver lasciato qualche partita alle avversarie, durante la regular season, non ci ha permesso di salvarci subito, ma questo é il basket. Prestazione di carattere la nostra, forse la migliore dell’anno sotto il profilo dell’atteggiamento. Mai mollato, nè fisicamente, nè mentalmente. Dobbiamo sicuramente migliorare tecnicamente, ma l’obiettivo di quest’anno era dare un cuore e un’identità alla nostra squadra. Credo che l’obiettivo sia stato raggiunto. Complimenti alle ragazze e ai miei collaboratori Stefano, Luca e Lorenzo”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com