Le botteghe d’arte di Pietrasanta a Modenantiquaria

Le botteghe d’arte di Pietrasanta a Modenantiquaria

PIETRASANTA – Tutte le botteghe d’arte di Pietrasanta protagoniste a Modenantiquaria, la più grande rassegna italiana dell’antiquariato da esterni, che si terrà a Modena Fiere dal 9 al 17 febbraio. All’interno di quello che si preannuncia come un salotto dell’eccellenza antica c’è Petra, un’esposizione dedicata agli arredi in marmo e pietra di case e giardini, all’interno della quale sarà possibile conoscere i migliori restauratori lapidei e gli artigiani della qualità.

 

Qui sarà possibile visitare anche il padiglione delle botteghe pietrasantine, in un ambiente più che suggestivo progettata dall’architetto Tiziano Lera. Una spettacolare statua del David in bronzo aprirà il salone e poi, di seguito, si susseguiranno gli stand versiliesi in un alternarsi di giardini e, infine, al centro una Ferrari rossa, classico emblema della città emiliana. «Il nostro intento – spiega l’architetto Tiziano Leraè stato quello di unire l’antiquariato alla tecnologia e la pietra lavorata dalle mani degli artigiani di Pietrasanta con una Ferrari rossa sgargiante. Oggi l’antiquariato è in crisi – sottolinea – e quando sono stato contattato per rilanciare la mostra, ho pensato immediatamente a Pietrasanta e ai suoi laboratori: il futuro dell’antiquariato, dunque, lo faranno gli artisti versiliesi che, grazie alla loro maestria utilizzeranno le più sofisticate tecnologie moderne con le cose del passato».

 

«Dopo il grandissimo successo ottenuto in Russia – commenta Paolo Favret, presidente di Artigianart – a “Buongiorno Italia”, la fiera delle eccellenze italiane a Mosca, questa volta andremo in trasferta a Modena, a dimostrazione che il brand made in Pietrasanta funziona e andrà avanti con lo spirito di portare l’arte e la tradizione dei nostri laboratori ovunque». Per il rilancio dell’artigianato, infatti, è stato dato il via ad un percorso di collaborazione di tutte le botteghe d’arte e artigianato della piccola Atene, per la re-internazionalizzazione e l’esportazione delle conoscenze e competenze dei maestri versiliesi.

 

«Tutti conoscono il valore che abbiamo – ribadisce Favret -, ma non basta, mancava un collegamento tra le varie realtà. Per questo motivo abbiamo deciso di creare questa intesa dove ognuno mette a disposizione la propria professionalità, ma con un unico regista: Tiziano Lera. In questo modo – conclude il presidente di Artigianart – porteremo Pietrasanta in tutto il mondo». Questi i nomi dei partecipanti alla mostra Petra: Beark Design, Poli Ceramiche, Mirto Nannini, Massimo Galleni, Fonderia Artistica Versiliese, Favret Mosaici, Stagi Mosaici, Ursula Corsi, Scultori Associati, Paolo Nello Galeotti,Fonderia L’arte, Fonderia Tesconi, Giuseppe Bartolozzi e Giuseppe Carta, Angelo Mugnaini, Tongiani e Theimer, Borghetti, Antonio Barberi, Gustavo Acevez.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com