Landham, Seghi e Palladin al Barga Jazz Club per l’appuntamento live del venerdì

Landham, Seghi e Palladin al Barga Jazz Club per l’appuntamento live del venerdì

BARGA – Come ogni venerdì, torna sul palco dell’Associazione Culturale Barga Jazz Club il grande Jazz live.
Byron Landham alla batteria, Manrico Seghi all’hammond e Davide Palladin alla chitarra, dalle 22 si esibiranno sul palco di Via del Pretorio.

 

Byron Landham, residente negli Stati Uniti e originario di Philadelphia è uno dei più attivi batteristi della scena jazz internazionale, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Betty Carter, George Coleman, Bobby Hutcherson, Joey DeFrencesco, Frank Wes, Pat Martino, Russell Malone, etc; si è esibito nei più importanti festivals mondiali, ha all’attivo più di 50 dischi ed ha ricevuto anche una nomination ai Grammy Awards; è docente di batteria jazz alla Temple University e tiene masterclass in tutto il mondo.

 

Manrico Seghi nasce a Fucecchio(Italy) nel 1980; si avvicina alla musica iniziando con lo studio del pianoforte classico per poi approfondire il linguaggio del pianoforte jazz .
Nel 2005 inizia ad interessarsi all’organo Hammond folgorato dall’ascolto di alcuni dischi di Jimmy Smith, negli anni frequenta masterclass tenute dai più importanti organisti della scena internazionale, ricevendo gli apprezzamenti anche del più grande organista vivente, Joey DeFrancesco.
Il suo stile è caratterizzato da un walking bass molto solido e un fraseggio che affonda le sue radici nella tradizione blues e jazz, dando vita ad un linguaggio sempre alla ricerca del “groove” senza far mancare incursioni bebop travolgenti.
Ha avuto il piacere di dividere il palco con molti jazzisti di fama internazionale come: Scott Hamilton, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Rachel Gould, Sheila Jordan, etc..
Attualmente è considerato uno dei migliori organisti italiani.

 

Davide Palladin, approfondisce lo studio del linguaggio jazzistico frequentando il Barry Harris NYC Workshop presso il Lincoln Square Community Center di New York City e Partecipando inoltre a vari corsi di perfezionamento tra i quali: Tuscia Jazz, Siena Jazz International Summer Workshop e il Bobby Durham’s Jazz Camp dove ho la possibilità di studiare con importanti artisti nazionali e internazionali (E. Cherry, B. Forman, K. Rosenwinkel, G. Fewell, S. Cardenas, L. Loueke, R. Cecchetto, S. Gibellini). Vincitore nel 2017 del Bobby Durham’s Jazz Camp come miglior talento.
Si esibisce regolarmente nei migliori jazz club italiani ed ha all’attivo vari dischi.
Sabato 16, invece, il Barga Jazz Club rimarrà aperto per tutti i suoi soci che avranno voglia di passare una serata di relax.

 

L’ingresso al circolo è riservato ai soci ACSI.

Per info e prenotazioni: segreteria@nullbargajazzclub.com.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com