La mini rivoluzione dei rifiuti in centro storico, sabato l’incontro con i cittadini

La mini rivoluzione dei rifiuti in centro storico, sabato l’incontro con i cittadini

LUCCA – Centro storico più pulito e ordinato. Questo l’obiettivo della mini rivoluzione che scatta da settembre, quando sarà attivato un nuovo calendario per il ritiro dei materiali e ci saranno quindi nuove disposizioni per il conferimento

In particolare, i cittadini residenti nel centro storico potranno ritirare il kit di sacchetti trasparenti di diverso colore per conferire carta, plastica, organico e indifferenziato. Per quanto riguarda la carta invece resta la prassi attuale che indica il conferimento, preferibilmente, in scatole dello stesso materiale oppure si richiede di apporre al sacchetto utilizzato l’adesivo che viene distribuito. L’utilizzo di sacchetti dello stesso colore per la stessa tipologia di rifiuti consentirà un servizio più celere e permetterà di individuare in maniera più incisiva chi non rispetta le regole. Ma le novità non finiscono qui.

Sabato 25 giugno, dalle ore 9 alle ore 12, davanti al Teatro del Giglio si rinnova l’appuntamento dedicato ai cittadini del centro storico per il ritiro del kit necessario ad eseguire una corretta raccolta differenziata con le nuove modalità che entreranno presto in vigore.  I residenti potranno anche ritirare una tessera elettronica per aprire le isole ecologiche a scomparsa, una volta che il loro utilizzo sarà ad uso esclusivo del centro storico. Sul posto inoltre sarà presente personale di Sistema Ambiente SpA per rispondere a domande e dare chiarimenti sul nuovo sistema di raccolta. L’ultimo appuntamento in programma è quello del 9 luglio, con lo stesso orario, sempre davanti al Teatro del Giglio. Sono occasioni importanti per ritirare comodamente il kit che, altrimenti, dovrà essere recuperato direttamente alla sede della società.

Intanto prosegue il trend positivo della raccolta differenziata nel Comune di Lucca registrato con la raccolta dati effettuata da Sistema Ambiente. A maggio la quota di rifiuti differenziati ha oltrepassato la quota del 79%, quasi 13 punti percentuale in più rispetto allo stesso mese del 2015 quando la raccolta differenziata aveva toccato il 66,80%. Un aumento costante nel 2016 che ha visto la percentuale del mese scorso (aprile) attestarsi al 77,64%, partendo da gennaio 2016 al 75,02% (febbraio 77,04% e marzo 77,10%): un passo in avanti positivo che segna il superamento di 11 punti percentuale rispetto al gennaio 2015. Un processo quindi che porta ad una forte diminuzione delle tonnellate di rifiuto indifferenziato da conferire in discarica che passa da 1558,196 tonnellate nel periodo gennaio-maggio 2015 a 995,952 nello stesso periodo del 2016, un netto segno meno che significa oltre 560 tonnellate in meno di produzione di rifiuti indifferenziati.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com