La Lucchese cede di misura sul campo della capolista Cremonese

La Lucchese cede di misura sul campo della capolista Cremonese

CREMONA – Non era certo questa la partita da cui tirar fuori punti pesanti. Decisive saranno invece quelle di sabato con la Cremonese e la settimana successiva sul campo della Giana Erminio. Oggi, in uno Zini gremito da almeno 4 mila tifosi, valori tecnici e motivazioni erano tutti a vantaggio dei padroni di casa, che hanno coronato una lunga rincora riuscendo a eliminare il gap con l’Alessandria e addirittura superarla in questo rush finale. Per i rossoneri fare risultato oggi sarebbe stata un’impresa. Che alla fine non c’è stata, anche se la truppa di Lopez, soprattutto nel secondo tempo, il campo lo ha tenuto con dignità, senza sbracarsi e rischiare la goleada. Alla Cremonese l’1-0 basta e avanza per rafforzare il primato – che significa promozione diretta in B – a 180 minuti dalla fine del campionato.

 

Lopez schiera ancora la miglior formazione. Manca Cecchini e allora Nolé va a destra e Tavanti sulla corsia opposta. Per il resto gioca la stessa squadra che ha battuto il Siena. Nel primo tempo i grigiorossi partono all’arrembaggio. Un paio di occasioni prima del vantaggio, arrivato al 28′ grazie ad una gran giocata di Maiorino che riceve palla in area spalle alla porta e anche grazie alla marcatura troppo leggera di Capuano riesce e girarsi e far partire un gran sinistro su cui Nobile non può davvero arrivarci. La Lucchese prova a reagire, ma fatica maledettamente a creare occasioni.

 

Nella ripresa sono i rossoneri a partire meglio e al 9′ Raffini, entrato al posto di Gargiulo, avrebbe la palla del pareggio, ma la sua conclusione sottomisura sbatta addosso a Ravaglia. La pressione ospite i esaurisce a poco e poco e la Cremonese riemerge con prepotenza andando vicino al raddoppio in almeno due occasioni. Ma la Lucchese tiene botta e contiene lo svantaggio rimanendo in partita sino al 94′. Alla fine lo Zini può festeggiare perché la squadra di Tesser, che peraltro ha un calendario più complicato rispetto ai grigi, mantiene la testa avanti comunque vada il match dei grigi col Renate. Nessun dramma in casa Lucchese: i punti che contano sono quelli con la Carrarese al Porta Elisa e nell’ultima giornata con un Giana Erminio che potrebbe non averne bisogno.

 

Cremonese-Lucchese 1-0

Cremonese: Ravaglia, Procopio, Salviato, Cavion, Brighenti, Maiorino (11′ st Ferretti), Marconi, Porcari, Pesce (22′ st Perrulli), Scappini (17′ st Stanco), Canini. A disp. Bellucci, Galli, Lucchini, Stanghellini, Moro, Talamo, Perrulli, Scarsella, Bastrini, Redolfi. All. Tesser

Lucchese: Nobile, Tavanti (40′ st Bragadin), Capuano, Mingazzini (28′ st D’Auria), Fanucchi, Nolé, Bruccini, Espeche, Gargiulo (1′ st Raffini), De Feo, Dermaku. A disp. Di Masi, Brusacà, Merlonghi, Ronchi, Bragadin, Cannoni, De Martino. All. Lopez

Arbitro: Massimi di Termoli

Reti: 28′ pt Maiorino

Note: ammoniti Dermaku, Espeche.

3 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

3 Commenti

  • AMMONIO
    22 aprile 2017, 23:59

    Come sempre, nel finale dei campionati contano motivazioni ec., ec. ça La Giana, che fino a due giornate fa era la squadra che aveva fatto più punti nel girone di ritorno perde due partite di fila. La settimana scorsa a Pontedera e oggi, guarda caso, con il Pro Piacenza. Ci domandiamo se la serie nera dei "gorgonzola" continuerà anche nelle ultime due giornate. Se lo chiedono anche a Prato, dove, come a Lucca hanno bisogno di punti. Intanto non ci resta che fare il tifo per la Viterbese a Siena…. infatti il Siena all’ultima giornata ospiterà la Pro Piacenza. Confidiamo che il Siena non sia salvo a quell’epoca (prossima settimana sul difficilissimo terreno dell’Olbia)…. ma se dovesse mancargli un punto, altrettanta soddisfazione andrebbe alla Pro… con la Lucchese sul complicato terreno di Gorgonzola…. Oltretutto la Viterbese, vincendo a Siena, insidierebbe la posizione del Como che la prossima settimana gioca a Meda contro il Renate….uno sguardo infatti va dato anche al Renate che, in caduta libera, non è ancora approdato in porto sicuro.

    PROGRAMMINO FINALE:

    LUCCHESE – CARRARESE
    GIANA – LUCCHESE

    RENATE – COMO
    TUTTOCUOIO – RENATE

    PRO PIACENZA – TUTTOCUOIO
    SIENA – PRO PIACENZA

    Morale della favola:

    L’impressione è che il calendario della Lucchese (salvo miracoli della Viterbese) possa essere il peggiore. Della serie, i punti persi con Pontedera, Lupa e Prato non tornano facilmente su campi come Cremona o Gorgonzola. Chi spreca i match points difficilmente vince le partite. Speriamo di sbagliarci e come diceva Gianni Bugno…..VEDREMO!

    RISPONDI
  • AMMONIO
    24 aprile 2017, 02:58

    Et voilà che il Siena ha battuto la Viterbese, per cui, visti tutti gli intrecci, se la Lucchese batte la Carrarese il Siena all’ultima è salvo potrebbe anche lasciar vincere sul suo campo la Pro Piacenza. A quanto pare SEMPRE PIU’ DIFFICILE…..

    Ma NON IMPOSSIBILE. Quindi, VEDREMO…..

    RISPONDI
    • macosastaidicendo@AMMONIO
      24 aprile 2017, 10:11

      Certo che il siena avrebbe vinto, come che la pro vincesse a gorgonzola. Se non ci fanno soffrire come cani fino all’ultimo istante che tifosi della lucchese saremmo? Speriam bene

      RISPONDI

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com