Il sindaco Fornaciari sbotta: “il diritto allo studio è un principio essenziale e questi continui disguidi configurano quindi un pubblico disservizio”

Il sindaco Fornaciari sbotta: “il diritto allo studio è un principio essenziale e questi continui disguidi configurano quindi un pubblico disservizio”

PORCARI – Dopo l’ennesimo caso registrato questa mattina (4 dicembre) a Porcari, dove alcuni ragazzi sono nuovamente rimasti a piedi a causa del mezzo CCT Nord-Vaibus strapieno, il sindaco Leonardo Fornaciari non può non sottolineare il suo profondo disappunto.

“Nonostante la mia protesta pubblica di lunedì scorso – afferma – le rassicurazioni di potenziamento del servizio annunciate dal presidente Zavanella si scontrano con la realtà. Una realtà che come sindaco non posso più accettare. È intollerabile che una famiglia non abbia certezza che il figlio possa regolarmente salire sul mezzo pubblico, per il quale è stato pagato un abbonamento, per raggiungere la scuola, costringendo i genitori a interventi di emergenza con tutti i fastidi che ne derivano. È evidente – conclude Fornaciari – che il problema non è stato risolto. Ricordo allora che il diritto allo studio, e quindi il fatto di poter raggiungere la scuola, è un principio essenziale e questi continui disguidi configurano quindi un pubblico disservizio”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter