I consiglieri di Sinistra con Tambellini rispondo a Forza Italia: “La loro mozione è irricevibile. Noi sosteniamo tutte le famiglie, nessuna esclusa”

I consiglieri di Sinistra con Tambellini rispondo a Forza Italia: “La loro mozione è irricevibile. Noi sosteniamo tutte le famiglie, nessuna esclusa”

LUCCA – “Le famiglie, in tutte le forme in cui oggi esse si sviluppano all’interno della nostra Città, rappresentano un nucleo vitale su cui articolare interventi mirati a sostenere i percorsi di vita nella normalità e nei periodi nei quali i legami incontrano fratture. Questo l’Amministrazione comunale lo ha scritto, all’inizio del suo mandato, nelle linee guida per i cinque anni di governo di Lucca, a cui i cittadini ci hanno chiamato col loro voto. Questo è l’impegno che, ogni giorno, portiamo avanti: con attenzione e cura, nei confronti di tutte e tutti, nessuno escluso. Per questo, riteniamo irricevibile la mozione presentata dai consiglieri di Forza Italia, per esprimere sostegno, ed addirittura solidarietà, nei confronti degli organizzatori XIII Congresso Mondiale delle Famiglie, che si svolgerà nel fine settimana a Verona: perché la riteniamo una provocazione nei confronti dei principi di libertà e uguaglianza, che le donne e gli uomini hanno con fatica conquistato in anni di percorsi di emancipazione, e che per i quali continuano ogni giorno a lottare. Per questo domani, alle 17, saremo in piazza San Frediano, nel Centro storico di Lucca: al fianco delle tantissime associazioni cittadine, che vogliono esprimere il loro dissenso nei confronti dell’appuntamento di Verona”.

 

Così il gruppo consiliare di Sinistra con Tambellini (composto da Daniele Bianucci, Pilade Ciardetti e Francesco Lucarini), con una nota, risponde ai consiglieri comunali di Forza Italia.

 

“La famiglia naturale è sott’attacco. Vogliono dominarci e cancellare il nostro popolo”. “L’omosessualità è degradante per la natura umana. Essere gay distrugge il senso stesso degli esseri umani”. “Sostengo la mozione che prevede la pena di morte per il reato di omosessualità aggravata e chiedo ai miei colleghi di fare altrettanto con forza”. Sono solo alcune delle frasi che hanno detto pubblicamente i principali relatori, previsti al convegno di Verona. Tra cui si annoverano anche il portavoce di Pro Vita, Alessandro Fiore, figlio di Roberto Fiore, leader di Forza Nuova (che a sua volta ha annunciato la partecipazione); e il contestato senatore della Lega Simone Pillon. Davvero Forza Italia ritiene che questi personaggi abbiano bisogno di sostegno e solidarietà? Davvero credono che la reale cura delle famiglie (tutte, nessuna esclusa) passi dalla scelta di escludere, emarginare, attaccare ogni differenza, che le nostre comunità è oggi in grado di esprimere? Noi, al contrario di loro, crediamo invece nella ricchezza delle diversità: di cui Lucca, la capitale del volontariato, va fiera”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com