‘Giovani oggi: carenze nella relazione con gli adulti’: progetto per combattere disagio e bullismo

‘Giovani oggi: carenze nella relazione con gli adulti’: progetto per combattere disagio e bullismo

LUCCA – Sono i giovani i protagonisti al centro del progetto “Giovani oggi: carenze nella relazione con gli adulti”, che la Società Medico Chirurgica Lucchese ha organizzato in collaborazione con alcune scuole superiori di secondo grado della provincia di Lucca, e che culminerà nel convegno annuale della Società in programma per l’8 novembre prossimo.

 

L’iniziativa è stata illustrata questa mattina durante una conferenza stampa nella sede dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca dalla presidente della Società Medico Chirurgica Lucchese Daniela Melchiorre, dalla dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Donatella Buonriposi e dal dirigente scolastico del Polo scientifico tecnico e professionale Fermi Giorgi Massimo Fontanelli, una delle due scuole direttamente coinvolte assieme all’ITC Carrara.

 

Obiettivo del lavoro, che impegnerà gli studenti dall’inizio dell’anno scolastico fino al convegno di novembre, è quello di portare i ragazzi stessi, in prima persona, a riflettere e a confrontarsi sulla natura delle relazioni che instaurano con gli adulti, la famiglia e la scuola, cercando di far emergere innanzitutto il loro pensiero, attraverso la loro stessa voce.

 

«Anche quest’anno il tema scelto per il convegno annuale – dichiara la presidente della Società Medico Chirurgica Lucchese Daniela Melchiorreè rivolto ai giovani perché è con loro che possiamo rendere forte e sana la nostra società. Conoscere i giovani di oggi è diventato difficile e complesso per noi adulti, ma nonostante questo, ritengo che lavorare con loro sia indispensabile per rendere la relazione più semplice e serena. L’obiettivo del progetto è quello di ‘costruire avvicinando».

 

«Una delle novità di questo progetto – dichiara la dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Donatella Buonriposiconsiste nell’affrontare la relazione tra giovani e adulti da un punto di vista non solo sociologico ma anche medico sanitario. Questa iniziativa si inserisce in un contesto importante: a breve infatti firmeremo un protocollo d’intesa con le forze dell’ordine e studenti su tematiche come la convivenza civile e democratica con l’individuazione di un tutor per i docenti, ma anche uno per gli studenti».

 

«L’Istituto Fermi Giorgi ha aderito al progetto della Società Medico Chirurgica Lucchese – dichiara il dirigente scolastico del Polo scientifico tecnico e professionale Fermi Giorgi Massimo Fontanelliin quanto ritiene che la scuola al giorno d’oggi possa e debba fornire “risposte” alla formazione degli alunni, non solo quella didattica, ma anche in un’ottica più ampia che comprende lo sviluppo psico-fisico e in particolare concorrere alla costruzione di “sane relazioni” nell’ambito dell’Istituto e al di fuori di esso».

 

Gli studenti, sotto la guida degli insegnanti, si confronteranno autonomamente su varie tematiche, per poi presentare e discutere i loro elaborati in occasione del convegno -il cui programma definitivo sarà presentato a breve-che si terrà a Palazzo Ducale e a cui parteciperanno, tra gli altri, la Questura, la Provincia di Lucca e professionisti che a vario titolo si occupano del mondo giovanile.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com