Francesco Mauro: “La Massarosa del futuro un luogo per i bambini e le loro famiglie”

Francesco Mauro: “La Massarosa del futuro un luogo per i bambini e le loro famiglie”

MASSAROSA – Massarosa a misura di bambino e di bambina. Nel programma del candidato sindaco del centrosinistra Francesco Mauro la volontà di rendere infatti il territorio di Massarosa sempre più rivolto alle necessità e ai bisogni dei giovani, dei giovanissimi e delle loro famiglie.

 

Nel nostro programma la riapertura di un CIAF (Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia) – ha dichiarato Francesco Mauroun luogo di incontro, di iniziative, di partecipazione e di formazione importante per la promozione e la valorizzazione della genitorialità e della funzione educativa della famiglia e del territorio, per la promozione e la crescita degli adolescenti e dei bambini. Ma non solo, il Comune di Massarosa dovrà lavorare per la realizzazione della “Carta dei diritti delle bambine e dei bambini” promossa dalla Regione Toscana e da ANCI, una carta in cui ci si impegna formalmente a mettere in pratica i principi fondamentali della carta come il diritto all’istruzione, alla salute ma anche il diritto essere diversi, il diritto di poter scegliere il proprio futuro e di sbagliare. I bambini devono inoltre poter giocare in libertà senza pericoli, per questo intendiamo migliorare e valorizzare i parchi pubblici già esistenti e andare a realizzarne di nuovi dove ancora non ce ne sono come nella zona collinare.

 

La Massarosa del futuro sarà anche una Massarosa impegnata nella valorizzazione degli eventi dedicati ai bambini e alle famiglie come il teatro itinerante nel centro storico e a “Gualdo il Paese delle Fiabe” e tutte quelle iniziative che in collaborazione con le associazione del territorio potranno animare le varie frazioni. Anche le scuole – continua Mauro – giocheranno un ruolo fondamentale, a loro sarà data la possibilità di avere un palcoscenico in maniera periodica e organizzata per le loro attività. Massarosa anche come sede di tornei regionali e nazionali delle scuole e come meta di gite d’istruzione, potenziando i percorsi didattici e invogliando gli istituti di tutta la regione a venire ad ammirare le nostre bellezze. Le idee sono tante e la capacità e la voglia di creare un circuito virtuoso legato ai bambini e alle bambine anche, lo dobbiamo a loro e alle loro famiglie”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com