Fondazione CRL: aperto il “Bando Beni Culturali”

Fondazione CRL: aperto il “Bando Beni Culturali”

LUCCA – Aperto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca il “Bando Beni Culturali” per l’attribuzione di contributi 2019-2021, che è rivolto a soggetti pubblici e privati e ha per obiettivo il sostegno a progetti di restauro e valorizzazione di beni culturali sottoposti alla tutela della Soprintendenza competente ai sensi del D.Lgs. 22/1/2004 n.42.

 

Il bando ha validità triennale e prevede un budget complessivo di 1,2 milioni di euro così suddivisi: 200.000 per il 2019, 400.000 per il 2020 e 600.000 per il 2021.

Si tratta del decimo bando aperto dalla Fondazione CRL durante il 2019, uno dei due (l’altro è il “Bando Infrastrutture e dotazioni strumentali”) che nel Documento programmatico figuravano come opzionali e per il quali l’Ente di San Micheletto è riuscito a ottenere le risorse necessarie.

 

Un bando importante per la tutela e la conservazione delle evidenze monumentali del territorio che, al di là delle situazioni emergenziali da sanare, vedrà privilegiare le domande relative a beni e strutture per cui si preveda accessibilità e godibilità da parte del maggior numero di visitatori, ossia la presenza di un piano di apertura ed esposizione al pubblico, supportato da una stabile ed affidabile organizzazione preposta alla gestione. Si tratta di promuovere quei restauri finalizzati a garantire una “vita futura” dinamica: progetti di intervento su beni culturali “in percorsi di utilizzo e di fruizione, con l’obiettivo di fare “sistema” tra le diverse realtà territoriali interessate e di valorizzare le potenzialità dei beni stessi come elemento di crescita culturale e di attrazione turistica”.

 

Il bando sarà aperto fino al 9 agosto 2019: è possibile partecipare facendo richiesta mediante la procedura online di presentazione delle domande disponibile sul sito www.fondazionecarilucca.it.

 

Le richieste cartacee, precedentemente inserite e confermate on-line, dovranno essere inviate in un secondo momento, esclusivamente per posta, entro il 31/08/2019.

Il bando quindi sempre più strumento privilegiato per ‘interrogare’ il territorio sui suoi bisogni e assegnare in maniera trasparente i contributi. Da non dimenticare che, tra l’altro, è ancora possibile fino al 19 luglio fare domanda per il “Bando Infrastrutture e dotazioni strumentali”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com