Festival della Sintesi: i corti di Alfred Hitchcock e il premio “Teledico in sintesi” a Franca Leosini

Festival della Sintesi: i corti di Alfred Hitchcock e il premio “Teledico in sintesi” a Franca Leosini

LUCCA – Quattro giorni, quattordici eventi tra musica, cinema, sport, televisione e comunicazione, tutti con un denominatore comune: la sintesi. Si può riassumere così la quarta edizione del Festival della sintesi, che torna a Lucca dal 7 al 10 marzo, nella bellissima chiesa di San Cristoforo (in via Fillungo), con tanti ospiti e tanti spunti dai quali partire per analizzare e approfondire vari esempi di “brevità intelligente”. 

 

La manifestazione, sostenuta principalmente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e dal Comune di Lucca, è stata presentata alla stampa questa mattina (7 febbraio) dall’ideatore e presidente dell’Associazione “Dillo in sintesi” Alessandro Sesti insieme a Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione CaRiLu, Donatella Buonriposi, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Lucca, e Girolamo Deraco, compositore.

 

Il Festival si aprirà giovedì 7 marzo con la prima esecuzione assoluta di The wagons, componimento musicale nato da un’idea di Alessandro Sesti e curato da Girolamo Deraco che ha coordinato e “cucito insieme” il lavoro di otto compositori internazionali e si chiuderà domenica 10 marzo con la consegna del premio “Teledico in sintesi 2019” che, dopo Lilli Gruber e Paolo Pagliaro, andrà a un grande e amatissimo personaggio della televisione italiana, Franca Leosini, autrice e conduttrice del programma Rai “Storie maledette”.

 

La televisione sarà protagonista già venerdì 8 marzo alle 21:15 con il regista e cartoonist Bruno Bozzetto e Carosello – Quei 2 minuti d’autore. Assieme a Bozzetto ci saranno Dino Aloi, direttore della rivista satirica “Buduar”, Giorgio Simonelli, esperto di storia della TV e della radio, docente all’università Cattolica di Milano, Paolo Taggi, autore televisivo e esperto di comunicazione. In quella stessa serata saranno presenti al Festival lo sceneggiatore e critico cinematografico Italo Moscati, il critico letterario e antropologa delle arti Daniela Marcheschi e il direttore di “TV Sorrisi e Canzoni” Aldo Vitali.

 

Tra cinema e televisione, uno dei protagonisti del Festival della sintesi sarà Alfred Hitchcock. Nel 2019 ricorrono infatti i 60 anni dalla messa in onda in Italia dei suoi corti per la TV “Alfred Hitchcock presenta” che saranno riproposti integralmente sabato 9 marzo con una maratona cinematografica che inizierà alle 21:15. Nei giorni del Festival, inoltre, San Cristoforo ospiterà la mostra “Muri in giallo” con una 50ina di manifesti originali dei film di Hitchcock della collezione di Alessandro Orsucci.

 

Tra le tante, stimolanti collaborazioni di questa edizione, si sottolinea quella con Lucca Comics & Games e Collezionando che darà vita a due appuntamenti, uno dedicato alla passione del collezionista con l’incontro Lo psicollezionismo: sintesi di affettuose manie e una dedicata all’operazione di sintesi rappresentata dai musei, con Pensare un museo: una collezione pubblica con il progetto Museo del Fumetto di Lucca e quello dell’Ariosto di Castelnuovo di Garfagnana. 

Si parlerà anche di sport e i protagonisti saranno il rugby e il calcio. Il giocatore della nazionale italiana di rugby Giovanbattista Venditti, con Arturo Guidi, presidente del Panatlhon Club di Lucca, e il giornalista sportivo Mario Pastonesi ci spiegheranno perché la palla ovale e il tradizionale terzo tempo che si tiene dopo ogni partita rappresentano la sintesi dei valori sportivi mentre – direttamente dalla seguitissima trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora” – al senatore Maurizio Gasparri spetterà la riflessione sul calcio con il suo “Odi al pallone – Brevi e poetiche narrazioni degli accadimenti calcistici”. 

 

Non mancheranno esponenti del mondo culturale e imprenditoriale lucchese, come Paolo Bolpagni, direttore della Fondazione Ragghianti di Lucca, che parlerà del rapporto tra sintesi e arte nella divulgazione; Giorgio Bartoli, presidente della Camera di Commercio, e Massimo Marsili, direttore di Lucca Promos, che spiegheranno come si applica la brevità alla promozione del territorio; Maria Grazia Cipriani, regista e fondatrice del Teatro del Carretto, che assieme alla giornalista e critica teatrale di Rai Radio Tre Laura Palmieri, affronterà la sintesi nel teatro; Emiliana Martinelli e le sue “sintesi illuminanti” per illustrare assieme a Mauro Lovi e altri ospiti il progetto di illuminazione del liceo musicale “Passaglia”.

 

Si parlerà anche di economia al Festival con l’appuntamento La pop economy – in pillole, la grande economia raccontata ai giovani con Francesco Specchia, direttore del canale tv “Pop Economy”, Giorgio Bartoli, presidente della Camera di Commercio di Lucca e Davide Trane, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana Nord.

 

Nei giorni del festival San Cristoforo ospita quattro mostre:

  • “I Muri in Giallo” – Arte e sintesi nei manifesti dei film. I poster originali dei film di Hitchcock, di Alessandro Orsucci.
  • “Geometrie di luce” – Le fotografie di Luigi Casentini
  • “Le Sintesi Illuminanti” di Martinelli Luce. Installazione di Mauro Lovi
  • “Gli Spartiti grafici delle composizioni musicali di “The Wagons”

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero e gratuito. Per la consegna del premio “Teledico in sintesi 2019” è prevista la prenotazione. Il programma completo su  www.dilloinsintesi.it.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com