Evento al Foro Boario, CasaPound: “dal Comune gestione faziosa di uno spazio pubblico”

Evento al Foro Boario, CasaPound: “dal Comune gestione faziosa di uno spazio pubblico”

LUCCA – Sulla polemica scatenata dall’estrema sinistra relativa all’evento organizzato da CasaPound al Foro Boario, interviene l’associazione diretta interessata, accusando il Comune di gestione faziosa di uno spazio pubblico.

 

“Ciò che sta accadendo sulla gestione del Foro Boario – dichiara in una nota CasaPound Lucca – è una cosa comica ed imbarazzante. Da circa sette anni abbiamo le varie sigle dell’estrema sinistra che considerano uno spazio pubblico cosa loro, come dichiarato espressamente a mezzo stampa. Nonostante i vandalismi subiti da quella struttura e il mancato rispetto delle regole di concessione, essi vengono tutelati e coccolati dall’Amministrazione Tambellini che fanno finta di contestare. La verità è che estrema sinistra e giunta sono pappa e ciccia.”

 

“La causa di tutta questa confusione – prosegue CasaPound – è la mala gestione da parte del Comune. Per un evento richiesto il 23 gennaio per il 4 maggio, la risposta ci è arrivata a fine aprile. Prima da chi gestisce la struttura, poi dagli uffici comunali; prima una concessione gratuita, poi a pagamento. Insomma, la richiesta del nostro evento ha fatto venire allo scoperto una gestione in amicizia tra la giunta e l’estrema sinistra di un posto che dovrebbe, invece, essere pubblico. Prova ne è che l’evento per il 25 aprile “Aldo dice 26x1”, da anni organizzato gratuitamente, solo quest’anno è stato concesso a pagamento. Forse perché la nostra richiesta per il 4 maggio ha fatto venire allo scoperto le contraddizioni?”

 

“In questi mesi abbiamo potuto constatare, attraverso l’accesso a molti atti – aggiunge il Consigliere di CasaPound Fabio Barsanti – come le sigle dell’estrema sinistra godano di copertura e favoritismi nell’utilizzo del Foro Boario. Iniziative politiche senza pagare ciò che sarebbe dovuto; concerti con vandalismi e orari non rispettati e continue violazioni della Convenzione che regola la gestione dello spazio. Dimostreremo tutto e porterò nuovamente la cosa in Consiglio, perché la connivenza dell’Amministrazione con chi non rispetta le regole è una vergogna per la quale qualcuno dovrà assumersi la responsabilità.”

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com