Emergenza al Versilia, Marchetti: “Stop a ‘soluzioni minuzzolo’. Si avvii un piano strutturale di adeguamento degli organici e dei letti”

Emergenza al Versilia, Marchetti: “Stop a ‘soluzioni minuzzolo’. Si avvii un piano strutturale di adeguamento degli organici e dei letti”

VERSILIA – «Stop a ‘soluzioni minuzzolo’ che sanno di presa in giro e non fanno che inasprire le tensioni, e via subito a un piano strutturale di adeguamento degli organici e dei posti letto da riallineare alle esigenze dell’utenza e degli stessi sanitari»: è quanto invoca per l’ospedale della Versilia, e in particolare per il pronto soccorso, il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti.

 

 

«Il reparto di emergenza urgenza non può vivere, scusate il gioco di parole, in perenne emergenza urgenza. Ne va della salute dei pazienti che lì si rivolgono per i loro bisogni di assistenza e cura, ma anche – sottolinea Marchetti – di quella di chi all’interno del reparto lavora con abnegazione e sforzo massimo di cui però la Asl Nord Ovest non può e non deve approfittarsi. La tensione, proprio in termini di stress e fatica dei sanitari, è alta ormai da mesi. Dall’altra parte della trincea sale anche il malumore di chi soffre e affronta ore e ore di attesa per ottenere una valutazione, con ripercussioni poi sulla sicurezza ancora una volta di medici, infermieri e operatori sociosanitari del pronto soccorso, area di cerniera tra salute e malattia delle persone».

 

 

Marchetti contesta alla radice il modo in cui la Asl sta affrontando il problema: «L’azienda sanitaria procede per soluzioni piccoline a un problema che si fa più grande ogni giorno. Assumere 10 infermieri e rendere disponibili 6 letti in più per 10 giorni appena – incalza il Capogruppo regionale di Forza Italia – è evidente che dai sanitari venga percepito come una beffa. E’ un provvedimento del tutto inadeguato. Quel che come Forza Italia chiediamo da mesi, se non da anni proprio anche a livello regionale, è che si avvii con tempestività, anzi ormai con urgenza, un piano strutturale che adegui organici e posti letto ai bisogni espressi dalla popolazione. In zone ad alta vocazione turistica come la Versilia, che in estate amplia il bacino di presenze, vanno valutati gli accessi in maniera più articolata. Nessuno dice che la sfida non sia complessa ma va colta e risolta. Con queste misure da braccino corto sui costi per personale e strutture, la Asl così non fa che peggiorare le cose esasperando la situazione. E la Regione tace. Per il Pd finché si risparmia va sempre bene, peccato che di mezzo ci sia il bene più prezioso della gente: la salute».

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com