È già un successo la start-up della mediazione creditizia col cuore lucchese

È già un successo la start-up della mediazione creditizia col cuore lucchese

Non sono passati che un paio di mesi dall’avvio dei motori ma Affida, il nuovo mediatore creditizio creato dal lucchese Stefano Grassi, ha già cominciato a macinare fatturato. E soprattutto a creare lavoro.

 

Ce lo racconta il suo presidente Grassi. Ci dà qualche numero?

 

Innanzi tutto partiamo dai fondamentali: per noi il cuore dell’azienda sono le persone che ci lavorano. Abbiamo già oltre 20 collaboratori iscritti e stiamo ultimando le procedure per aggiungerne altri 10. Siamo in linea con il target di arrivare a 120 entro l’anno ma se si considera che non abbiamo ancora attivato la campagna di recruiting vera e propria questi numeri ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta, crisi o non crisi. Abbiamo ricevuto anche molte manifestazioni di interesse spontanee.

 

La crisi, appunto. Dal vostro punto di osservazione che aria tira?

 

Abbiamo già erogato i primi mutui: se si considerano i tempi tecnici delle pratiche, significa che non c’è stata soluzione di continuità tra l’avvio dell’azienda e l’operatività. In pratica siamo entrati nel mercato immediatamente. Questo vale anche per gli altri prodotti, come le cessioni. Certamente i clienti sono attenti nelle loro scelte, proprio in questi giorni Bankitalia ha fotografato l’andamento degli interessi evidenziando gli effetti dello spread. In termini reali stiamo parlando di centesimi di punto ma ciò che più conta è il dato sulla fiducia: le famiglie e gli operatori hanno bisogno di risposte certe. Proprio su questo basiamo la nostra strategia, perché puntiamo sulla competenza per offrire una consulenza a tutto tondo.

 

Ci spieghi meglio.

 

Abbiamo stretto una serie di accordi con molte banche, convenzioni per mutui e prestiti che offrono al cliente tutta la scelta migliore sul mercato in un dato momento senza essere vincolato ad una singola banca. Tutta la parte organizzativa è già pienamente operativa. Abbiamo puntato molto sulla piattaforma informatica e sul backoffice. Questo per il cliente significa servizi personalizzati e libertà di scelta.

 

Nonostante la giovane età puntate in alto.

 

Sicuramente siamo giovani dal punto di vista anagrafico, ma siamo già completamente operativi rispetto agli adempimenti normativi e di compliance. Inoltre abbiamo le spalle coperte: abbiamo avviato questo progetto con un partner forte con una reputazione consolidata e riconosciuta come We-Unit. Lavoriamo a fianco di persone come Alessandro Pollero e Angelo Spiezia ed il loro staff, persone molto preparate e di grande valore anche umano. Completa il quadro la partecipazione nella società di brokeraggio assicurativo Henia con cui abbiamo già finalizzato i primi contratti assicurativi.

 

Quali saranno i prossimi passi?

 

Stiamo effettuando numerosi colloqui ogni giorno. Il 2019 sarà dedicato allo sviluppo del network per arrivare a fine anno ad una copertura adeguata di tutto il territorio nazionale. La parola d’ordine è competenza.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com