Donne & Sport: tra successi e discriminazioni campionesse ed esperte di settore a confronto a Lucca

Donne & Sport: tra successi e discriminazioni campionesse ed esperte di settore a confronto a Lucca

LUCCA – La relazione tra l’universo femminile e lo sport è sempre più stretta: sempre più donne di ogni età, da quella più tenera a quella più avanzata, praticano sport a livello agonistico, con benefici in termini di benessere ed anche in termini di risultati in competizioni di qualsiasi tipo, anche in discipline sportive abitualmente, ma ingiustamente, ritenute esclusivo appannaggio maschile.

 

Medaglie, primati, successi – delle donne – riempiono sempre più le cronache sportive dei media e le bacheche delle società sportive, ma a ciò non si accompagna una corrispondente valorizzazione, relativamente agli emolumenti, alle tutele, alle sponsorizzazioni. La disparità con i colleghi maschi è ancora molto profonda, sebbene spesso i risultati conseguiti dalle donne nello sport siano superiori a quelli degli uomini. Un esempio valga per tutti: la nazionale maschile di calcio non è riuscita a qualificarsi ai recenti mondiali, la nazionale femminile invece sì, arrivando ai quarti di finale.

 

Da una riflessione su questi aspetti è nata l’idea de La Città delle Donne e del Centro Donna Lucca, di organizzare un incontro pubblico sul tema. A questa idea iniziale hanno subito aderito Nidil CGIL, SPI CGIL e tre società sportive partners, Atletica Virtus Lucca, Rugby Lucca e Le Mura Spring: è nato così un progetto condiviso, incentrato sulla lotta alle discriminazioni nello sport, che ha visto attivarsi da alcuni mesi un gruppo di lavoro per un percorso di cui questo convegno sarà soltanto il primo step.

 

Donne & Sport tra successi e discriminazioni, si terrà a Lucca, venerdì 8 novembre alle 16.30 alla Cappella Guinigi (g.c.) ed è realizzato grazie al contributo del CESVOT e con la collaborazione e patrocinio del Comune di Lucca, oltre al patrocinio di Assist – Associazione Nazionale Atlete.

 

 

L’incontro sarà moderato da Ilaria Bonuccelli (caposervizio Regione- Il Tirreno) e vedrà la presenza di tre atlete che si sono distinte nelle rispettive discipline sportive e di tre esperte del settore. Giulia Quintavalle, campionessa olimpica di judo; Alice Parisi, centrocampista della Fiorentina Women’s e della Nazionale di calcio, che ha partecipato ai recenti mondiali di Francia 201; e Immacolata Gentile, playmaker che ha militato in A1, porteranno la loro testimonianza diretta. Luisa Rizzitelli (presidente ASSIST – Associazione Nazionale Atlete) illustrerà la situazione attuale delle atlete italiane; Sabina Di Marco (segretaria nazionale NIDIL CGIL) si occuperà del tema delle tutele sindacali; Alessandra Di Legge (Specialista giuridico-legale-finanziario Dipartimento Affari Giuridici e Legislativi Presidenza Consiglio dei Ministri) ci aggiornerà sull’evoluzione della riforma di legge in tema di sport, anche relativamente al professionismo (che, ricordiamo, non è ancora previsto né per gli uomini né per le donne, a parte qualche federazione che lo riconosce, però, solo ai maschi). Saranno presenti iscritti e rappresentanti delle società sportive, che potranno apportare il loro contributo nel dibattito che seguirà agli interventi.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com